Reddito di cittadinanza, tirocinio e università: regole

Il reddito di cittadinanza va d'accordo con tirocini e università? Vediamo insieme tutte le regole da rispettare per non perdere il sussidio.

3' di lettura

Reddito di cittadinanza: come funziona con tirocini e università? Scopriamo in questo articolo cosa dice la legge (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche come si può associare il sussidio a un eventuale tirocinio e quando si rischia di perderne il beneficio.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Reddito di cittadinanza e tirocinio: sono compatibili?

Iniziamo subito col chiarire un dubbio importante di numerosi beneficiari del reddito di cittadinanza. Il sussidio è compatibile con lo svolgimento dei tirocini.

L’Rdc non è un’agevolazione dedicata solo ai disoccupati. È possibile usufruirne anche se si lavora e quindi anche se si è impegnati in un tirocinio retribuito o meno.

A cambiare, in caso di entrate o rimborsi spesa derivati dall’apprendistato, non è nemmeno il valore dell’incentivo o almeno non da subito.

Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Tirocinio e reddito di cittadinanza: va comunicato all’Inps?

Un altro fattore importante riguarda le comunicazioni all’Inps. Anche se si percepisce il reddito di cittadinanza, dell’inizio di un tirocinio non va informato l’Istituto previdenziale.

A chiarirlo è proprio una circolare del 23 marzo 2019. «Si precisa che non devono essere comunicati i redditi derivanti da attività socialmente utili, tirocini, servizio civile, nonché da contratto di prestazione occasionale e libretto di famiglia», si legge nel documento.

Solo se l’apprendistato si dovesse trasformare successivamente in un contratto di lavoro ci sarà l’obbligo di comunicare il tutto all’Inps.

Reddito di cittadinanza e tirocinio: dichiararlo nell’Isee?

Se da un lato non deve essere comunicato all’Inps, dall’altro il tirocinio retribuito va inserito nella dichiarazione Isee. Rientrando come reddito da lavoro infatti, è comunque un dato cumulativo.

Questo significa che con la documentazione aggiornata, tra due anni l’Rdc cambierà valore e diminuirà tenendo conto delle entrate ricevute con l’apprendistato.

Diciamo “due anni” poiché la legge prevede che la documentazione Isee presa in considerazione per l’Rdc sia quella del secondo anno precedente alla presentazione della dichiarazione.

Reddito di cittadinanza: come funziona con i tirocini?
Reddito di cittadinanza: come funziona con i tirocini?

Reddito di cittadinanza e tirocinio: rischio perdita?

C’è il rischio di perdere il sussidio a causa del tirocinio? È giusto essere chiari: può succedere.

Se l’apprendistato infatti ti fa sforare la soglia limite di reddito da lavoro percepibile per ricevere l’Rdc, non avrai più diritto all’incentivo.

Tuttavia, come dicevamo prima, questo effetto si concretizzerebbe solo tra due anni e non subito.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie