Reddito di emergenza pagamento e domanda: chi non deve farla

Reddito di emergenza come fare domanda? Nel Decreto Ristori si fa riferimento al pagamento automatico del Rem per chi lo ha già ricevuto. Le date dei versamenti

4' di lettura

Reddito di emergenza in automatico, quindi senza domanda, per chi lo ha già ricevuto negli scorsi mesi? Facciamo il punto sulle due nuove mensilità inserite nel decreto Ristori, il documento con il quale il governo vuole sostenere le imprese e le famiglie colpite della nuove restrizioni legate al Coronavirus. Un piano di sostegno che potrebbe anticipare altri interventi più massicci per stimolare l’economia.

(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Il reddito di emergenza

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno economica nata durante il picco dell’emergenza di Covid-19. Prevede dai quattrocento agli ottocento euro per famiglia, l’importo è variabile rispetto a parametri come il reddito e la composizione familiare.

Reddito di emergenza. Domanda entro il 30 novembre per la quarta rata (Foto di William Potter per Shutterstock)
Reddito di emergenza. Domanda entro il 30 novembre per la quarta rata (Foto di William Potter per Shutterstock)

Accredito automatico

Nel decreto Ristori si dice, in sostanza, che chi ha già ricevuto il Rem avrà l’accredito delle altre due mensilità in automatico. Analizziamo in proposito il “punto 1” dell’articolo 14 nel decreto Ristori (lo vedete nello screen in basso). Dove si specifica che un’altra quota (del Rem) “è riconosciuta per il mese di novembre 2020, nonché per il mese di dicembre 2020”.

Insomma, tutto fa dedurre che si tratterà proprio di un accredito automatico e, quindi, più rapido. Speriamo. L’Inps, infatti, ci ha abituato ai colpi di scena, conviene perciò attendere la loro comunicazione ufficiale prima di “mettersi l’anima in pace”. Vi avviseremo e vi terremo aggiornati sui nostri gruppi Telegram e whatsapp.

Per chi il Rem non lo ha mai ricevuto, invece, la data di scadenza per la domanda è quella del 30 novembre 2020.

Reddito di emergenza rinnovato nel Decreto Ristori
Reddito di emergenza rinnovato nel Decreto Ristori

Pagamento Rem in ritardo

Un’altra domanda, che si rincorre in questi giorni, è “quando pagheranno il reddito di emergenza? Io ho fatto domanda a ottobre”. I tempi del versamento si sono mantenuti, ahinoi, costanti negli ultimi mesi: infatti, pur trattandosi proprio di un sussidio di emergenza, il Rem impiega in media dai trenta ai trentacinque giorni per essere erogato dal giorno di accettazione della domanda.

Insomma i versamenti, per chi ha presentato la richiesta entro il 15 di ottobre, dovrebbero arrivare entro la metà del prossimo mese.

I requisiti

Ecco una sintesi dei requisiti generali da rispettare per poter richiedere il Rem:

  • residenza in Italia di chi chiede il beneficio;

  • un Isee fino a 15 mila euro

  • importo del reddito familiare, riferito a settembre 2020, inferiore all’ammontare mensile del beneficio spettante (da €400 a €800)

  • patrimonio mobiliare familiare nell’anno 2019 inferiore a 10 mila euro, soglia che aumenta di 5 mila euro per ogni componente successivo al primo e fino ad un massimo di 20 mila euro. Altri 5 mila euro sono previsti per ogni persona disabile o non autosufficiente nel nucleo familiare.

Incompatibilità

Il reddito di emergenza, come per altro già chiarito negli scorsi mesi, è incompatibile con il reddito di cittadinanza e con le indennità indicate nell’articolo 15 del decreto legge. E, quindi, i bonus per i lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo.

Accedere nel sito dell’Inps usando le vostre credenziali d’accesso: Spid, Pin Inps (in scadenza da ottobre) o carte di identità elettronica e carta nazionale dei servizi nell‘area riservata al Reddito di emergenza. Cliccate su “Gestione domanda – Lista domande ed esiti“. Da lì potrete scoprire diverse informazioni interessanti, come quelle relative alla data in cui è stata acquisita la domanda.

Il giorno di versamento del Rem è disponibile nel vostro fascicolo previdenziale, accessibile sempre sul sito dell’Inps, dove dovete cliccare su “Prestazione” e categoria “RM00” per scoprire l’importo (quanti soldi vi spettano) e la data del pagamento (data di disponibilità).

Potrebbero interessarti:



Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie