Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Reddito di emergenza / Reddito di emergenza in ritardo: cosa posso fare?

Reddito di emergenza in ritardo: cosa posso fare?

Reddito di emergenza in ritardo. Vediamo insieme cosa fare per accelerare i tempi di accredito e come funziona il servizio Inps risponde.

di Antonio Dello Iaco

Novembre 2021

Reddito di emergenza in ritardo. Vediamo insieme se è possibile accelerare i tempi di accredito (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nei prossimi paragrafi approfondiremo anche come funziona il servizio “Inps risponde” messo a disposizione dei cittadini, dall’istituto previdenziale.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere l’articolo.

Reddito di emergenza in ritardo: ridurre i tempi

Purtroppo non c’è una procedura fissa da seguire per accelerare la comunicazione dell’esito della richiesta del reddito di emergenza.

Ricordiamo che l’eventuale accettazione del finanziamento verrà comunicata online nell’area personale del sito Inps.

Il tempo che l’Inps verifichi tutte le carte presentate e il rispetto dei requisiti previsti, infatti, non è quantificabile in modo certo.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di emergenza in ritardo: cosa fare

Una strada che puoi seguire è contattare direttamente l’Inps chiedendo informazioni sullo stato della tua pratica.

Le modalità più semplici sono due:

Reddito di emergenza INPS risponde

Un’altra soluzione al reddito di emergenza in ritardo è contattare l’Inps attraverso il nuovo servizio messo a disposizione dall’istituto previdenziale.

È possibile beneficiare del servizio anche tramite cellulare (sia con sistema IOS sia Android).

Per formulare la tua domanda devi accedere con una delle credenziali digitali (Spid, Cie o Cns) all’apposita sezione del sito Inps.

Se decidi di accedere al servizio in “modo anonimo”, le risposte alle domande poste saranno generiche, anche se verranno inviate lo stesso all’indirizzo mail indicato al momento della presentazione della richiesta.

Tramite il servizio Inps risponde è anche possibile controllare lo stato della tua domanda.

Se dopo una settimana non ti è infatti arrivata risposta, puoi visualizzare a che punto sta la tua richiesta: se è già stata presa in considerazione o ancora no.

Reddito di emergenza in ritardo: quali sono le procedure da seguire.

Mancato pagamento reddito di emergenza: come fare

Dopo aver visto come ricevere maggiori informazioni sul tuo reddito di emergenza in ritardo, chiariamo il punto del mancato pagamento del sussidio.

Se questo è dovuto alla mancata accettazione della domanda di incentivo, non puoi fare nulla.

La norma del Rem infatti non contempla ricorsi al respingimento delle richieste.

Se invece il pagamento del reddito di emergenza avviene in ritardo nonostante la tua domanda sia stata accettata, puoi seguire una delle opzioni proposte nei paragrafi precedenti di questo articolo.

Se hai ancora dubbi sul reddito di emergenza accreditato in ritardo, non esitare a scriverci su Instagram.

Potrebbero interessarti anche:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp