Reddito di emergenza da restituire dopo mesi? Chi rischia

Reddito di emergenza, pagamenti da restituire dopo mesi: scopri chi rischia e cosa si può fare.

4' di lettura

Il reddito di emergenza è una misura di sostegno fondamentale per migliaia di famiglie italiane. Sono numerosissimi i cittadini che aspettano il pagamento del Rem di settembre. Altri stanno facendo i conti con un problema molto grave: INPS ha sospeso le erogazioni. Ora, l’istituto potrebbe richiedere i soldi indietro. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

In questo vedremo:

  • a che punto sono i pagamenti del Rem;
  • chi rischia di dover restituire i soldi;
  • quanto c’è di vero sulle notizie relative a una proroga

INDICE

Pagamenti reddito di emergenza – Quando arriva la quarta rata del Rem?

L’INPS deve pagare l’ultima rata del reddito di emergenza. L’accredito potrebbe avvenire già nell’ultima settimana di ottobre o essere posticipato nella prima metà di novembre. 

Una risposta definitiva arriverà con le lavorazioni del sussidio. Il momento che precede la comunicazione delle date di pagamento.

La quarta rata del Rem è riferita al mese di settembre. Il Decreto Sostegni Bis aveva stabilito quattro trance del sussidio. L’importo varia da 400 a 840 euro. Un contributo più ricco spetta a famiglie più numerose.

Nei paragrafi successivi vedremo come calcolare l’importo del Rem. Prima occupiamoci di chi, probabilmente, dovrà restituire i soldi.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito di emergenza da restituire – Le incompatibilità

Il Rem è incompatibile con:

Se i beneficiari hanno violato queste incompatibilità, nei prossimi mesi potrebbero essere obbligati a restituire le somme indebitamente percepite. In alcuni casi l’INPS potrebbe congelare o revocare le rate del sussidio.

reddito di emergenza pagamenti da restituire che fare

Come segnalare un errore di valutazione all’INPS

Oggi non esiste, purtroppo, una procedura di ricorso all’INPS per il Rem. E’ possibile inviare una segnalazione online attraverso il servizio “INPS risponde”, che permette di inoltrare, via e-mail, quesiti e richieste di chiarimenti su aspetti normativi o sulle singole pratiche.

Assegno temporaneo domanda decaduta cosa fare

E’ possibile inviare le domanda inserendo le proprie credenziali personali (SPID, CIE, CNS) o facendone a meno. Nel primo caso l’istituto avrà più dati a disposizione per risolvere la pratica del cittadino.

Il Contact center INPS è, invece, raggiungibile dal numero 803 164 gratuito da telefono fisso o dal numero 06 164 164 per cellulare (da rete mobile al pagamento si applica la tariffa prevista dai singoli gestori);

Per recarsi in una sede provinciale INPS, va effettuata la prenotazione. Ecco una pagina dell’Istituto che può esserti d’aiuto https://www.inps.it/prestazioni-servizi/servizio/2376 

Reddito di emergenza – Come calcolare l’importo

Per calcolare l’importo delle rate del Rem, va moltiplicato il numero “400” per il parametro della scala di equivalenza associato alla famiglia. Chi fa la domanda ha valore “1”, ogni maggiorenne ha valore “0,4” e ogni minorenne “0,2”.

In una famiglia con due genitori e tre figli minori, si userà questa formula per calcolare l’importo del sussidio:

400 euro x 2 (1, chi fa domanda + 0,4, l’altro genitore + 0,6, i tre figli minori) = 800 euro

Reddito di emergenza: a chi spetta? – I requisiti

Il Rem spetta alle famiglie che rispettano questi requisiti:

  • reddito familiare nel mese di aprile 2021 inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui all’articolo 82, comma 5, del decreto-legge n. 34 del 2020 (reddito inferiore a una soglia pari all’ammontare del Rem);
  • residenza in Italia;
  • patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno precedente. Questa soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro persona nel nucleo familiare, fino a un massimo comunque di 20.000 euro;
  • ISEE non superiore a 15.000 euro.

Se hai delle domande sul reddito di emergenza, scrivici su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie