Reddito di emergenza: pagamento e domanda. L’Inps chiarisce

Reddito di emergenza: pagamento e domanda funzionano così. L'Inps fa chiarezza sui prossimi due mesi di Rem che saranno versati fra novembre e dicembre 2020.

Reddito di emergenza. Pagamento e Domanda. L'Inps chiarisce
Reddito di emergenza. Pagamento e Domanda. L'Inps chiarisce
3' di lettura

Il reddito di emergenza potrà essere richiesto da domani, martedì 10 novembre 2020, presentando apposita domanda. Finalmente è arrivata la comunicazione ufficiale Inps (presto dovrebbe essere messo a disposizione anche un link utile). Vediamo come funzionerà.

(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Indice:

  1. Domande di Rem

  2. Requisiti

  3. Altri bonus col Rem

Domande di reddito di emergenza

L’Inps ha chiarito che potranno richiedere il sussidio:

  • i nuclei che non hanno mai ottenuto il beneficio in precedenza (perché non hanno presentato la domanda o perché non è stato loro riconosciuto il beneficio);

  • i nuclei che hanno ottenuto solo il primo REm (quello introdotto dal decreto legge 34/2020) e non anche il secondo (quello previsto dal decreto legge 104/2020).

Per chi ha ricevuto la terza mensilità del reddito di emergenza l’accredito avverrà in automatico e non dovrà fare domanda. Probabilmente l’istanza dovrà essere presentata, come negli scorsi mesi, all’Inps anche con l’aiuto di un patronato o di un Caf. (Di seguito puoi scaricare il comunicato dell’Inps cliccando su “Reddito di emergenza: nuova domanda”)

Reddito di emergenza rinnovato nel Decreto Ristori
Reddito di emergenza rinnovato nel Decreto Ristori

Requisiti

Con il Decreto Ristori sono previste due nuove rate del Rem: saranno erogate in riferimento ai mesi di novembre e dicembre 2020. Le domande, come detto, potranno essere inoltrate a partire dal 10 novembre e fino al 30 novembre. A questo link spieghiamo come controllare lo stato della domanda. Rimangono inalterati i requisiti richiesti:

  • quindi, per avere diritto al Rem, oltre alla residenza in Italia, bisogna avere un Isee non superiore ai 15mila euro,

  • un reddito familiare (a settembre 2020) inferiore all’importo del sussidio che si andrebbe a percepire a seconda della composizione del nucleo familiare (compreso tra 400 e 800 euro)

  • e un patrimonio mobiliare nel 2019 non superiore ai 10mila euro (il limite si alza di 5mila euro per ogni componente successivo al primo fino a un massimo di 20mila euro e di 5mila euro per ogni componente disabile grave).


Altri bonus col reddito di cittadinanza

In questo articolo abbiamo elencato gli altri incentivi che possono essere utili a disoccupati e famiglie in questo periodo molto delicato segnato dall’emergenza Covid-19. ll Rem è un sussidio, il cui importo può variare dai 400 agli 800 euro. A questo link puoi leggere un approfondimento sugli incentivi in arrivo con il Decreto Ristori bis.

Potrebbero interessarti:



Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie