Reddito di emergenza: novità INPS sul pagamento di novembre

Reddito di emergenza: scopri le ultime notizie dell'INPS sulle date di pagamento del Rem atteso a novembre.

4' di lettura

Pagamento reddito di emergenza: nei prossimi giorni è attesa la pubblicazione della data di accredito del Rem. Dopo settimane di silenzio, infatti, INPS ha fornito alcune indicazioni interessanti. (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Nell’articolo vedremo:

  • Quando è previsto il pagamento del reddito di emergenza,
  • Che futuro aspetta il Rem e si ci sarà una proroga,
  • Cosa fare se non si ricevono le ricariche del sussidio.

INDICE

Quando viene pagato il reddito di emergenza?

Il pagamento del reddito di emergenza è atteso fra la seconda e la terza settimana di novembre.

Attraverso il servizio INPS risponde, l’ente nazionale di previdenza sociale ha spiegato ai cittadini che, entro i primi 10 giorni di novembre, dovrebbero essere pubblicati esiti e lavorazioni del sussidio. Poi verrà diffusa la data delle ricariche.

Il pagamento che arriverà a novembre è riferito alla mensilità del Rem di settembre. Si tratta dell’ultima, delle quattro rate, contenute nel Decreto Sostegni bis.

Il documento, varato dal governo Draghi, aveva infatti previsto il sussidio per i mesi di giugno, luglio, agosto e settembre. 

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Quanti soldi spettano con il reddito di emergenza?

L’importo delle rate del Rem varia rispetto alla numerosità del nucleo familiare e alla composizione.

Per ottenere l’importo mensile del sussidio, va moltiplicato il numero “400” per il parametro di scala di equivalenza associato alla famiglia: il primo componente ha valore “1”, tutti gli altri maggiorenni “0,4” e tutti i minorenni “0,2. 

Una famiglia con due genitori e tre bambini avrà perciò diritto a 800 euro mensili di Rem (400 x 2). La soglia massima del sussidio è di 800 euro, elevati a 840 euro in presenza di disabili gravi inseriti nel nucleo familiare. 

reddito di emergenza pagamento in arrivo date inps

Reddito di emergenza – Ci sarà una proroga fino a dicembre?

Oggi, 1° novembre 2021, non ci sono notizie di una proroga del reddito di emergenza. Nulla che faccia sperare in un prolungamento del rem fino a dicembre.

Sono tantissime le famiglie italiane che si auspicano nuove rate del sussidio, che si è rivelato preziosissimo durante la pandemia di Covid-19. I requisiti, “più larghi” rispetto a quelli del reddito di cittadinanza, hanno permesso al contributo di essere concesso ai nuclei familiari “tagliati fuori” dall’Rdc.

Nel testo della Legge di Bilancio 2021, approvato in Consiglio dei Ministri e ora al vaglio del Parlamento, non è stata inserita una proroga del reddito di emergenza. Un’assenza già presente nel Decreto Fiscale.

Cosa fare se il reddito di emergenza non viene pagato?

Chi non ha ricevuto il Rem, pur avendone i requisiti, può:

  • Inviare una segnalazione online attraverso il servizio “INPS risponde”,
  • Andare presso una sede provinciale INPS,
  • Telefonare il Call center dell’INPS.

A chi spetta il reddito di emergenza?

Il Rem spetta ai nuclei familiari in condizione di difficoltà economica;

a chi ha terminato di percepire la Naspi e la Dis-Coll tra il 1° luglio 2020 e il 28 febbraio 2021 e ha Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) in corso di validità, ordinario o corrente, non superiore a 30.000 euro.

Il Reddito di emergenza spetta anche ai lavoratori autonomi iscritti alle gestioni speciali INPS;

ai liberi professionisti titolari di partita IVA iscritti alla Gestione Separata;

ai lavoratori titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa, iscritti alla Gestione Separatta;

lavoratori stagionali del turismo e degli stabilimenti termali, anche somministrati;

lavoratori dello spettacolo;

lavoratori agricoli;

lavoratori dipendenti stagionali appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali;

lavoratori intermittenti;

lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie; incaricati alle vendite a domicilio;

lavoratori domestici;

lavoratori marittimi;

lavoratori dello sport.



Se hai delle domande sulla carta acquisti 2021, scrivici su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie