Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di emergenza / Reddito di emergenza e comma 2: quando arriva il pagamento?

Reddito di emergenza e comma 2: quando arriva il pagamento?

Scopri i tempi necessari per ricevere i pagamento del reddito di emergenza comma 1 e comma 2 e le nuove rate del Decreto Sostegni bis.

di The Wam

Luglio 2021

Reddito di emergenza: quando arriva il pagamento? Facciamo il punto sugli accrediti non ancora arrivati, relativi alle tre rate del Decreto Sostegni. Cerchiamo poi di fornire una tempistica attendibile per chi ha presentato domanda per le nuove ricariche Rem contenute nel Decreto Sostegni bis.

INDICE

Reddito di emergenza: quando arriva il pagamento?

Ieri, 1 luglio 2021, è arrivato il pagamento della terza ricarica Rem relativa a maggio 2021 per chi ha incassato le prime due quote.

C’è ancora attesa per la proroga Naspi Rem, in attesa di nuove disposizioni di pagamento. Al momento è solo una la ricarica erogata dall’Inps.

Molto probabilmente due pagamenti ravvicinati, per le rate di aprile e maggio 2021, avverranno a luglio.

Per quanto riguarda la nuova domanda, legata alle quattro rate del reddito di emergenza contenute nel Decreto Sostegni bis, molto dipenderà dal momento in cui si invia la richiesta.

In media, infatti, Inps impiega dai 25 ai 35 giorni per comunicare gli esiti per le procedure. In caso di risposta favorevole, nel giro di cinque giorni vengono inviate le disposizioni di pagamento con le date di accredito.

Ecco uno schema che aiuti a capire come dovrebbero essere distribuiti i futuri pagamenti:

Domanda Reddito di emergenza: come fare richiesta per il nuovo Rem

Le quattro nuove rate del reddito di emergenza, contenute nel Decreto Sostegni bis, possono essere richieste sul sito Inps dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2021.

In alternativa ci si può affidare a Caf o patronati. Per poter chiedere il sussidio si devono possedere alcuni requisiti di residenza, reddito e patrimonio e seguire la procedura illustrata in questa facile guida con foto.

Per chiedere il Rem sulla pagina messa a disposizione dall’Inps bisogna compilare un modulo composto da tre quadri (A, B e C). Si tratta di diverse sezioni dedicate proprio ai requisiti per chiedere le quattro rate. Li elenchiamo in dettaglio nel prossimo paragrafo.

(Se vuoi fare domande specifiche sul Rem, seguici su Instagram)

Requisiti reddito di emergenza: a chi spetta?

Le quattro rate del Rem spettano a quelle famiglie che rispettano alcuni requisiti di residenza, patrimonio e reddito:

Di seguito, i requisiti organizzati in modo più rapido.

Requisiti di residenza

Chi fa domanda per il Rem, al momento della richiesta, deve essere essere residente in Italia. Non è fondamentale che anche gli altri componenti della famiglia abbiano la residenza in Italia.

Requisiti economici

  1. reddito familiare nel mese di aprile 2021 inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui all’articolo 82, comma 5, del decreto-legge n. 34 del 2020 (reddito inferiore a una soglia pari all’ammontare del Rem);

  2. patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno precedente. Questa soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro persona nel nucleo familiare, fino a un massimo comunque di 20.000 euro;

  3. ISEE non superiore a 15.000 euro.

Requisiti di compatibilità

Il Rem non è compatibile con:

– le altre indennità COVID-19;

– le prestazioni pensionistiche;

– i redditi da lavoro dipendente;

– il Reddito e la Pensione di cittadinanza;

– il Rem per i percettori di Naspi

Facci sapere se hai ricevuto nuove disposizioni di pagamento per il reddito di emergenza, scrivendoci alla mail [email protected].

Non perderti le prossime notizie sui pagamenti e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 77mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp