Rem, Rdc giugno, Naspi e Bonus: pagamenti e 4 riflessioni

Le ultime novità e gli aggiornamenti legati ai pagamenti su reddito di emergenza, reddito di cittadinanza di giugno, bonus 2400 euro e 1600 euro e Naspi.

5' di lettura

Facciamo il punto sulle novità e i pagamenti del reddito di emergenza, il reddito di cittadinanza di giugno, la Naspi e i bonus in arrivo.

INDICE

Reddito di emergenza: pagamenti e news

Il Decreto Sostegni bis prevede altre quattro rate del reddito di emergenza da richiedere con domanda. I requisiti sono identici a quelli del Decreto Sostegni 1, cambia solo il mese di riferimento per il reddito familiare che diventa aprile e non più febbraio.

I pagamenti della terza rata del reddito di emergenza arriveranno per alcuni beneficiari il 7 giugno 2021 e per altri il 10 giugno 2021. Per la cosiddetta Proroga Naspi Rem bisognerà attendere il 15 giugno 2021, mentre le nuove rate del reddito di emergenza probabilmente si dovrà aspettare l’ultima settimana di giugno o la prima di luglio. (Ricevi gratis tutte le news su Rem, bonus e lavoro su whatsapp)

Leggi questa guida per scoprire tutti i dettagli sull’importo del reddito di emergenza.

Reddito di emergenza: a chi spetta? Requisiti per il Rem

Le quattro rate del Rem spettano a quelle famiglie che rispettano alcuni requisiti di residenza, patrimonio e reddito:

  • reddito familiare nel mese di aprile 2021 inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui all’articolo 82, comma 5, del decreto-legge n. 34 del 2020 (reddito inferiore a una soglia pari all’ammontare del Rem);

  • residenza in Italia;

  • patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno precedente. Questa soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro persona nel nucleo familiare, fino a un massimo comunque di 20.000 euro;

  • ISEE non superiore a 15.000 euro.

Di seguito, i requisiti organizzati in modo più rapido. (Se hai dei dubbi su Rem e bonus, scrivimi su Instagram e ti risponderò nelle storie)

Requisiti di residenza

Chi fa domanda per il Rem, al momento della richiesta, deve essere essere residente in Italia. Non è fondamentale che anche gli altri componenti della famiglia abbiano la residenza in Italia.

Requisiti economici

  1. reddito familiare nel mese di aprile 2021 inferiore ad una soglia pari all’ammontare di cui all’articolo 82, comma 5, del decreto-legge n. 34 del 2020 (reddito inferiore a una soglia pari all’ammontare del Rem);

  2. patrimonio mobiliare inferiore a 10.000 euro riferito all’anno precedente. Questa soglia è aumentata di ulteriori 5.000 euro persona nel nucleo familiare, fino a un massimo comunque di 20.000 euro;

  3. ISEE non superiore a 15.000 euro.

Requisiti di compatibilità

Il Rem non è compatibile con:

– le altre indennità COVID-19;

– le prestazioni pensionistiche;

– i redditi da lavoro dipendente;

– il Reddito e la Pensione di cittadinanza;

– il Rem per i percettori di Naspi

In breve:

  • Il Decreto Sostegni bis ha stabilito che il Rem spetti alle famiglie che rispettano alcuni requisiti di reddito, patrimonio e residenza. Stessi requisiti del Decreto Sostegni, ma il reddito familiare prenderà come mese di riferimento aprile e non più febbraio 2021


Reddito di cittadinanza giugno 2021: quando arriva il pagamento?

Il pagamento del reddito di cittadinanza di giugno 2021 probabilmente sarà anticipato a venerdì 25 giugno perché il 27 cade di domenica.

Per chi deve ricevere la prima ricarica Rdc o il primo pagamento dopo il rinnovo, l’appuntamento è per il 15 giugno 2021. Ancora nessuna certezza sulle integrazioni dell’importo che spettano a chi ha fatto domanda per il bonus 2400 euro. Non riceveranno il reddito di cittadinanza quelli che hanno terminato le diciotto rate di Rdc a maggio, che non hanno rinnovato l’Isee o che si sono visti revocare il beneficio.

Naspi: cosa cambia col Decreto Sostegni bis

Il Decreto Sostegni bis non ha previsto rate agevolate del reddito di emergenza per gli ex percettori di Naspi e Dis-Coll. E’ caduto invece, fino al 31 dicembre 2021, il taglio del 3% che scattava dal quarto mese di fruizione dell’indennità di disoccupazione. Fino a fine anno, inoltre, per chiedere la Naspi non sarà necessario avere almeno 30 giorni di lavoro effettivo nei 12 mesi precedenti alla richiesta.

Leggi questa guida per scoprire le ultime notizie sul pagamento della Naspi e le news legate ai requisiti.

Bonus 2400 euro: quando arrivano i pagamenti?

Altri pagamenti del bonus 2400 euro arriveranno probabilmente prima del 15 giugno 2021. Si tratta delle rate che spettavano a chi ha fatto domanda per l’indennità contenuta nel Decreto Sostegni 1. Per quanto riguarda la circolare del bonus 1600 euro, contenuto nel Decreto Sostegni bis, l’attesa dovrebbe durare al massimo fino alla terza settimana di giugno. I pagamenti automatici, che spettano a chi ha già ricevuto il bonus 2400 euro, sono attesi nei primi quindici giorni di giugno.

Facci sapere se hai ricevuto le disposizioni di pagamento della terza rata del reddito di emergenza, scrivendoci alla mail bonuselavorothewam@gmail.com.

Non perderti le prossime notizie sui pagamenti e il Decreto Sostegni bis: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 71mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie