Reddito di ultima istanza, cos’è e come accedere

Reddito di ultima istanza: cos'è, come accedere e come fare domanda. Il Fondo per il reddito di ultima istanza è stato rifinanziato nel Decreto Sotegni.

2' di lettura

Il Decreto Sostegni è diventato legge e ha rifinanziato Reddito di ultima istanza, destinato ai professionisti, autonomi o dipendenti, iscritti a enti di diritto privato di previdenza obbligatoria.

Il Fondo per il reddito di ultima istanza, che ha garantito un’indennità di 600 euro nel mese di marzo, è stato rifinanziato con altri 10 milioni di euro e varrà per il mese di maggio (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Per informazioni più dettagliate sulla misura, consigliamo la lettura del dossier della Fondazione Nazionale Commercialisti.

Reddito di ultima istanza, cos’è

Come anticipato l’accesso al fondo è destinato ai professionisti, iscritti a enti di diritto privato di previdenza obbligatoria, che abbiano cessato o ridotto l’attività per via dell’emergenza coronavirus.

L’introduzione dell’indennità risale all’articolo 44 del D.l. Cura Italia, poi potenziato e integrato nell’articolo 78 del Decreto Rilancio.

La traduzione pratica dell’indennità di 600 euro per il mese di marzo è stata introdotta nel decreto attuativo del 28 marzo 2020 del Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Prima che la misura diventi operativa anche stavolta, quindi, bisogna spettare un altro decreto attuativo.

Reddito di ultima istanza, requisiti

In attesa delle nuove modalità di domanda ed erogazione, contenute nei prossimi decreti ministeriali, ecco quali dovrebbero essere i nuovi requisiti (li abbiamo elaborati sulla base di quelli vecchi):

  • Non aver percepito nel 2019 un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro e la cui attività sia stata “limitata dai provvedimenti restrittivi” adottati per fare fronte all’emergenza epidemiologica;
  • Aver percepito nel 2019 un reddito complessivo compreso fra 35.000 e 50.000 euro che abbiano o “cessato“, o “ridotto“, o “sospeso” l’attività in conseguenza dell’emergenza epidemiologica.

In questo senso, valgono i seguenti parametri:

  • Cessazione dell’attività: partita IVA chiusa fra il 23 febbraio e il 31 marzo;
  • Riduzione o sospensione dell’attività: riduzione pari o superiore al 33% del reddito (determinato in base a ricavi-costi con applicazione del principio di cassa) del primo trimestre del 2021, rispetto al reddito del primo trimestre 2020.
Reddito di ultima istanza, cos'è e come accedere
Reddito di ultima istanza fifinanziato nel Decreto Sostegni.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie