Reddito universale pagato dalle banche: come funziona

Reddito universale per tutti. Beppe Grillo torna su uno dei cavalli di battaglia del Movimento Cinque Stelle. Ecco come funzionerebbe.

4' di lettura

Reddito universale di base per tutti. Arriva dai social l’ultimo appello di Beppe Grillo al mondo della politica.

Il fondatore del Movimento Cinque Stelle ha condiviso sul suo blog un articolo a firma di Shigheito Sasaki. Analizziamo la proposta nel dettaglio.

Reddito universale: cos’è?

Il reddito universale è una misura a sostegno del reddito destinata a tutti i cittadini. L’obiettivo è garantire a tutti la stessa condizione economica di base e quindi le stesse opportunità fin dalla nascita.

Il reddito minimo mensile sarebbe pagato direttamente dallo stato a tutti i cittadini, senza distinzione di reddito, occupazione o altri parametri.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Reddito universale: tra sperimentazioni e voglia di provarci

Da anni in America ed Europa sono partite diverse sperimentazioni sul reddito universale.

I pareri degli esperti sono contrastanti, anche se c’è una folta schiera di economisti che ritiene che il reddito universale sia la misura del futuro.

In Finlandia gli studi hanno dimostrato che ricevendo un reddito base senza nessuna condizione, la felicità dei cittadini e la loro serenità è migliorata a vista d’occhio.

I risultati sono stati più deludenti ma comunque importanti quando al campione è stata sottoposta la possibilità di scegliere un lavoro.

Reddito universale: la proposta di Grillo

Il fondatore del Movimento Cinque Stelle sul suo blog ha pubblicato un articolo firmato da un certo Shigheito Sasaki.

Ripercorrendo alcuni eventi storici tra i più importanti, l’articolo sostiene l’importanza di uno strumento di sostegno innovativo.

Sasaki, basandosi sugli studi di enti monetari internazionali e sui dati delle crisi economiche del 1929 e del 2008, ha sostenuto quanto sia importante oggi questa misura.

Con la pandemia di Coronavirus infatti, sostiene Sasaki, il mondo è di nuovo crollato nel baratro della crisi economica e il rischio che sempre più persone soffrano a causa di questa situazione è alto.

Proprio per questo l’approvazione di un reddito universale di base per tutti è fondamentale.

Grillo ha sostenuto sui social l’articolo apparso sul suo blog, pubblicando un post su twitter e invitando la politica ad aprire un discorso. «Il reddito di base universale può creare una società migliore e una vita migliore per tutti, l’unica sfida è il finanziamento. Ecco una delle possibili soluzioni. Apriamo il dibattito!».

Reddito universale: lo paghino le banche

Per Beppe Grillo il reddito universale dovrà essere finanziato direttamente dalle banche centrali. Si tratta di una proposta che mai era stata avanzata o sperimentata prima.

Questa idea però dagli esperti è stata vista più come una provocazione che altro. Istituzioni come la Banca centrale Europea, che regola l’emissione di moneta all’interno dell’Unione, non ha la possibilità di finanziare direttamente gli Stati membri.

Reddito universale di base per tutti.
Reddito universale di base per tutti.

Reddito universale: ok anche dai più ricchi del mondo

Figure di spicco dell’economia mondiale si sono spesso interrogate sull’importanza del reddito universale.

Spesso personaggi come il fondatore di Facebook, Mark Zuckemberg, e il creatore di Tesla, Elon Musk, hanno sostenuto il reddito di base.

«Ci sono buone possibilità che alla fine arriveremo a un reddito universale garantito, proprio a causa dell’automazione – ha dichiarato Musk nel 2016 -. Sarà un tema su cui discuteremo nei prossimi dieci o massimo venti anni».

«Le persone avranno più tempo per fare altre cose più complesse e interessanti». Se hai delle domande sul reddito universale di base, scrivici su Instagram.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie