Ristoranti, palestre, seconde case: calendario riaperture

Ristoranti, palestre, seconde case, bar, cinema, teatri, stabilimenti balneari: il calendario delle riaperture in zona gialla è completo dal 26 aprile al primo luglio. Se tutto va bene, riduzione dei contagi e avanzata della campagna vaccinale, da qui all'estate l'Italia sarà tutta riaperta (o quasi). Ma bisognerà comunque rispettare delle misure di sicurezza. Comunque si riparte.

6' di lettura

Calendario riaperture. Dal 26 aprile molte regioni italiane passeranno in zona gialla, altre potrebbero seguirle la settimana dopo, ma sarà una zona gialla diversa da quelle che abbiamo conosciuto nei mesi scorsi.

Le aperture saranno tante: spostamenti liberi tra regioni (da zona gialla a zona gialla), coprifuoco che entro giugno potrebbe anche sparire (o portato alle 24), bar e ristoranti aperti anche di sera (per ora all’aperto), insieme a palestre, piscine, cinema, teatri, stabilimenti balneari e fiere.

Una lenta ripartenza. Il processo di “liberazione dalle restrizioni” si avvierà proprio lunedì prossimo e dovrebbe concludersi – nelle intenzioni del governo – all’inizio di luglio quando, si spera, la campagna vaccinale sarà molto avanzata e il numero dei contagi sotto controllo.

In questa strategia di riaperture sarà fondamentale il pass che consentirà di andare ai concerti, negli stadi e partecipare a qualsiasi altro evento che preveda la partecipazione di molte persone.

Si parte comunque dalla zona gialla, che era stata interdetta per oltre un mese. Già questo è un passo avanti.

Vediamo nel dettaglio cosa potrebbe cambiare a partire dal 26 aprile e qual è la road map fino a luglio. Il che significa anche come vivremo l’estate. Ecco il calendario riaperture.

Calendario riaperture: gli spostamenti

Come saprete gli spostamenti daranno sempre consentiti tra regioni in zona gialla. Naturalmente anche per turismo. Per le regioni che restano in zona arancione o rossa sarà necessario il pass, quello che certifica che siete stati vaccinati o che avete già avuto il covid (e sviluppato gli anticorpi) o che avete effettuato un tampone negativo 48 o 72 ore prima di mettervi in viaggio.

Il pass non sarà operativo subito (ci sono ancora dei problemi da risolvere: sarà cartaceo o digitale?), ma il governo spera di adottarlo prima dell’estate.

Test rapido covid, ora si compra anche al bar

Non cambia molto – rispetto agli spostamenti – nelle regioni in zona arancione o rossa. Lì rimarrà l’obbligo dei validi motivi (lavoro, urgenza, salute).

Per ora non si tocca neppure l’obbligo della quarantena per chi rientra dall’estero.

Calendario riaperture: seconde case

Le seconde case continueranno a essere raggiungibili, anche se si trovano in zona rossa o arancione. Potrebbe essere impedito solo da qualche ordinanza regionale.

Ci saranno comunque le consuete limitazioni: nelle seconde case potrà andarci solo il nucleo familiare convivente e solo se nell’abitazione non ci sono altre persone.

Niente da fare dunque per chi aveva immaginato di andarci con amici o parenti non conviventi.

Resta anche un’altra questione: potrà andarci solo chi dimostra che la seconda casa è stata acquistata o fittata prima del 14 gennaio del 2021.

Calendario riaperture: scuole

Per le scuole il governo non ha dubbi sulle riaperture, anche se i presidenti delle Regioni stanno sollevando più di una perplessità, soprattutto per la questione trasporti, che è di difficile soluzione.

Comunque per chi vive in zona gialla o arancione le scuole riapriranno tutte fino alla fine dell’anno scolastico.

Storia diversa per chi vive in zona rossa: torneranno in classe tutti gli alunni fino alla terza media e con una percentuale tra il 50 e il 75% gli studenti delle superiori.

Calendario riaperture: ristoranti e bar

Dal 26 aprile bar e ristoranti potranno tornare a respirare. Ma non tutti. Sarà possibile consumare al tavolino e cenare, ma solo in quei locali che hanno spazi all’aperto.

Qui trovi notizie su covid, vaccinazioni, ordinanze

Per sedersi in un ristorante al chiuso bisognerà aspettare il primo giugno, ma solo a pranzo.

Resta la regola del “massimo 4 persone al tavolo” se non sono conviventi.

Per le cene (all’aperto), resta il coprifuoco: che per ora resta alle 22.

Calendario riaperture: cinema, teatri e musei

Dal 26 aprile è previsto anche il ritorno a cinema, teatri e musei. Un altro settore profondamente colpito dalle restrizioni della pandemia.

Ma sono indispensabili (al chiuso), questa due “precauzioni”:

mascherina obbligatoria se la distanza tra spettatori non conviventi è inferiore a un metro

Niente mascherina se la distanza è più di due metri.

Riprendono gli spettacoli all’aperto (ma sempre con il coprifuoco alle 22):

il numero degli spettatori sarà contingentato, proprio come per i musei (che pure riaprono).

Calendario riaperture: sport e palazzetti

Dire che si ritorna allo stadio è un po’ troppo, ma dal 25 aprile qualcuno potrà rimetterci piede.

Non saranno ammessi infatti più di mille spettatori.

Per i Palazzetti dello Sport (che sono al chiuso), il limite è anche inferiore: 500.

Si tratta di un primo passo, forse anche in vista degli Europei di calcio.

Meglio di niente.

Calendario riaperture: palestre e piscine

Le lunghe chiusure hanno interessato anche palestre e piscine.

Dal quindici maggio si torna in vasca (sempre in zona gialla).

Ma con queste prescrizioni:

ogni nuotatore dovrà avere almeno 7 metri quadrati

Nelle aree verdi e nei solarium gli ombrelloni dovranno essere sistemati a 10 metri di distanza, mentre i lettini dovranno essere separati di almeno un metro e mezzo.

Le palestre riaprono il primo giugno, ma solo con lezioni individuali. Il personale, se non è stato vaccinato, dovrà sottoporsi a screening periodici. Gli attrezzi dovranno essere igienizzati dopo ogni utilizzo.

Calendario riaperture: stabilimenti balneari

Gli stabilimenti balneari sono una delle questioni più delicate per le riaperture, anche perché sono il termometro che consentirà di dire se le misure di contenimento della pandemia funzioneranno anche in piena estate.

Si riparte dal 15 maggio. Il governo ha suggerito ai gestori di attivare la prenotazione obbligatoria e l’ingresso per fasce orarie.

Viene consigliato anche il pagamento con card o con app.

Se i clienti si recano più volte di seguito nello stabilimento si suggerisce di assegnare sempre lo stesso ombrellone.

La distanza minima tra le file di ombrelloni dovrebbe essere di cinque metri e tra gli ombrelloni che sono nella stessa fila di quattro metri e mezzo.

Sdraio e lettini distanti almeno due metri (norma che non viene applicata se chi li occupa appartiene allo stesse nucleo familiare convivente).

Calendario riaperture: fiere e congressi

Le fiere e i congressi ripartiranno solo dal primo luglio. Ma gli organizzatori avranno l’obbligo di assegnare biglietti nominativi e archiviare il nome dei partecipanti.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie