Riduzione Isee per invalidità: quali vantaggi?

Riduzione Isee per invalidità: ecco come fare per ottenere l'agevolazione.

3' di lettura

Riduzione Isee per invalidità. Oggi vi parleremo della possibilità di abbassare il reddito Isee se all’interno della famiglia sono presenti persone disabili (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Vedremo insieme come far abbassare i parametri della propria situazione reddituale e come beneficiare delle prestazioni e dei benefici socio-assistenziali.

Se sei interessato all’argomento e vuoi saperne di più, continua a leggere questo articolo.

Riduzione Isee per invalidità: cosa determina?

Quando si calcola l’Isee si può beneficiare di particolari agevolazioni nel caso in cui, all’interno del nucleo familiare, siano presenti disabili o persone non autosufficienti.

In tal caso la scala di equivalenza, che viene rapportata al numero dei componenti di un nucleo familiare, subisce una maggiorazione e abbassa il valore dell’Isee. In presenza di disabili non sarà possibile compilare la Dsu mini (dichiarazione sostitutiva unica), poiché occorrerà comunicare dati aggiuntivi.

Nel prossimo paragrafo vedremo insieme come ottenere la riduzione Isee per invalidità, attraverso una corretta compilazione della dichiarazione sostitutiva unica.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Riduzione Isee per invalidità: tipi di disabilità

Riduzione Isee per invalidità. Quando si procede alla compilazione della dichiarazione sostitutiva unica bisogna indicare il tipo di disabilità, spuntando una delle tre voci: disabilità grave, disabilità media, non autosufficienza.

Per gli invalidi civili con un’età compresa tra i 18 e i 65 anni, il grado di disabilità grave riguarda gli inabili totali (100% di invalidità), la disabilità media indica i soggetti invalidi tra il 67% e il 99%, mentre le persone non autosufficienti sono coloro i quali hanno diritto all’indennità di accompagnamento.

Per quanto riguarda gli invalidi civili che hanno più di 65 anni, la disabilità grave riguarda chi, con una percentuale di inabilità al 100%, ha difficoltà a svolgere compiti e funzioni proprie dell’età. La disabilità media riguarda gli invalidi tra il 67% e il 99%, mentre i non autosufficienti sono coloro che hanno diritto all’indennità di accompagnamento.

Per i portatori di handicap, invece, è prevista una sola classificazione, disabile grave, se riconosciuto dalla Commissione dell’Asl tramite visita specifica.

Riduzione Isee per invalidità

Riduzione Isee per invalidità: vantaggi

Ma quali sono i vantaggi fiscali di chi ha un disabile nel proprio nucleo familiare? In primo luogo non sono compresi nel calcolo del reddito complessivo ai fini dell’Irpef (Imposta sul reddito delle persone fisiche) i trattamenti erogati dalle amministrazioni pubbliche (e non dall’Inps), come l’indennità di accompagnamento, le pensioni di invalidità, le indennità di frequenza, le indennità di comunicazione, che non vanno indicati nella dichiarazione sostitutiva unica.

Inoltre è prevista una maggiorazione del parametro della scala di equivalenza dello 0,5% per ogni componente con disabilità grave, media o non autosufficiente presente nel nucleo familiare.

Per quanto riguarda le prestazioni socio sanitarie residenziali, ovvero quelle procedure, attività sanitarie o socio sanitarie che sono erogate alle persone non autosufficienti non più assistibili presso la propria abitazione o dai propri familiari, è possibile integrare l’Isee di una componente aggiuntiva per ciascun figlio, per aiutare economicamente l’anziano non autosufficiente per il pagamento della retta della struttura in cui è ricoverato.

La condizione per il calcolo della componente aggiuntiva è la disabilità o la non autosufficienza del figlio dell’anziano disabile.

Se hai ancora dubbi sulla riduzione Isee per invalidità, non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie