Rieti, ag. Marcheggiani: Ha tante richieste ma ora pensa all’Avellino

Le parole dell'agente dell'attaccante del Rieti, Marcheggiani, che è catapultato però alla sfida di domenica contro l'Avellino

2' di lettura

In casa Rieti si avvicina il ritorno in campo nella gara di domenica alle 17.30 contro l’Avellino. I laziali hanno messo in evidenza in modo particolare il loro attaccante, Francesco Marcheggiani, capocannoniere l’anno scorso in Serie D con il Cassino e ora anche con il Rieti, in terza serie, sta facendo cose eccellenti. 14 presenze e 8 gol per il bomber che ha catturato l’attenzione di due grandi big del campionato di Serie c, come Monza e Bari.

Intervistato da TuttoC.com, l’agente dell’attaccante laziale, Stefano Guergini, ha parlato del momento che sta vivendo il ragazzo dovuto al caos societario del Rieti e delle voci di interessamento di grandi club nei suoi riguardi.

Queste le sue parole: “Francesco è sulla bocca di tutti. C’è un discorso però legato al rispetto del regolamento e degli strumenti che sono stati forniti dagli avvocati dell’AIC che hanno accompagnato i ragazzi affinchè venissero tutelati nella maniera più completa i loro diritti. I ragazzi del Rieti, sicuramente si sono trovati in grande difficoltà ma hanno risposto in maniera professionale e ora sono concentrati sulla prossima sfida. Vanno presi ad esempio ed elogiati. Il regolamento e quello che succederà lo sapremo quando emergeranno tutte quelle risultanze determinate dalla messa in mora e tutto il resto. In questo momento il pensiero del ragazzo è quello di dare tutto per il Rieti, una squadra che ha voluto fortemente. Marcheggiani è concentrato a far bene e a dare una mano alla squadra contro l’Avellino, dove sarà una partita molto delicata tra due società che non stanno passando un periodo semplice. In un certo momento i ragazzi sono stati l’unico appiglio per i tifosi e quindi ognuno di loro ha fatto e farà il proprio dovere fino in fondo. Nonostante le voci, il gradimento su Francesco è indipendente alla situazione della società. C’è un regolamento e tutti quanti noi vogliamo rispettarlo. Addio anticipato? Si vociferava, qualche voce di corridoio che non ha ragione di esistere in questo momento. Francesco è un calciatore del Rieti, per contratto lo è fino al 30 giugno. Quello che succederà è più legato al futuro della società, fino a qualche giorno fa non sapevamo se lo sciopero continuasse. Nessuno immaginava quello che è successo prima”.

“.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!