Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni / Riforma delle pensioni: dal 2022 cinque anni prima

Riforma delle pensioni: dal 2022 cinque anni prima

Riforma delle pensioni: dal 2022 potrebbe essere possibile anticipare l'uscita di 5 anni grazie alla pace contributiva e il versamento dei contributi che mancano.

di The Wam

Luglio 2021

La riforma delle pensioni sarà uno degli argomenti caldi subito dopo l’estate. Entro l’autunno sarà varata la ristrutturazione del sistema pensionistico, che prevede il superamento di Quota 100 (la misura termina la sua breve esperienza il 31 dicembre 2021), e della Legge Fornero.

La questione è urgente. Anche perché con l’addio a Quota 100 si lascia uno scalone di 5 anni che per molti rischia di essere troppo penalizzante.

Per capirci: ci sono tanti che per pochi mesi non potranno andare in pensione, come hanno invece fatto altri, a 62 anni. Ora passato quel tram (Quota 100, appunto), l’attesa per l’uscita non sarà prolungata di poco, ma di 5 anni: rientra in vigore la legge Fornero che prevede la pensione dopo i 67 anni.

Riforma delle pensioni: scongiurare lo scalone di 5 anni

Servono misure alternative. E servono presto. L’ipotesi più probabile, e che potrebbe costituire un tassello della riforma delle pensioni, non solo raccoglie maggiori consensi, ma soprattutto risulta sostenibile per le casse dello Stato: prevede una uscita anticipata di 5 anni, penalizzante (ma non troppo) per l’assistito, grazie anche alla possibilità di accedere a una pace contributiva.

Ci spieghiamo meglio: chi aspira dal prossimo anno ad andare in pensione a 62 anni potrà coprire fino a 5 anni di vuoto contributivo (i periodi in cui si era senza lavoro).

Si dovrà comunque verificare un aspetto di questa soluzione: potranno aderire solo i contributivi puri (quelli che sono stati assunti a partire dal 1996), o tutti, quindi anche quelli che hanno una parte retributiva?

Ma questo è un dettaglio, che nel caso potrebbe essere facilmente risolto.

I cinque anni da coprire potranno essere consecutivi o no, la cosa che conta è che in quel periodo non si siano versati dei contributi.

Cinque anni di pace contributiva: quanto costa?

Quanto costerebbe all’assistito?

Non poco, ma ci potrebbero essere delle agevolazioni.

Il costo dovrebbe dipendere dalle ultime retribuzioni che sono state percepite dal lavoratore. Si applica l’aliquota contributiva. Per i lavoratori dipendenti è del 33%.

L’Inps potrebbe comunque riconoscere uno sconto. Il motivo è semplice: incentivare il versamento volontario dei contributi per raggiungere in anticipo il traguardo della pensione.

Tra le ipotesi, per ammortizzare il costo ai contribuenti, potrebbe essere prevista la possibilità, per i datori di lavoro, di sostenere parte dei costi, grazie a premi non tassabili fino a 3.000 euro. Questo sistema consentirebbe di detrarre del 50% il costo sostenuto in cinque quote annuali.

Riforma delle pensioni: discussione in corso

Ma le discussioni sulla riforma delle pensioni è attualmente ancora nel vivo. In tutte le ipotesi formulate (dall’Inps, dal sindacato, da esponenti del governo), c’è spazio per la possibilità di anticipare in qualche modo l’età pensionabile rispetto al 67 anni previsti con la Fornero.

La questione riguarda la sostenibilità di questa agevolazione. Per il presidenti dell’Inps i costi sarebbero facilmente ammortizzabili per lo Stato se con l’anticipo si prevedesse solo la quota contributiva.

Le tre proposte per la riforma delle pensioni

I sindacati sono di parere opposto.

Queste in sintesi le tre proposte sul tavolo:

Riforma delle pensioni: i costi

Ma vediamo quanto graverebbero sullo Stato queste tre proposte di riforma delle pensioni:

Riforma delle pensioni: estensione dell’Ape Sociale

Nella riforma delle pensioni, e sempre a proposito di uscite anticipate dal mondo del lavoro, si sta prestando massima attenzione ai lavoratori fragili e a quelli che svolgono lavori usuranti.

Tra le ipotesi c’è anche quella di estendere l’Ape Sociale, che ha consentito una via d’uscita anticipata a molti lavoratori.

Per seguire le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp