Riforma Fiscale 2021: sconto bollette, cartelle, Irpef e Iva

Riforma Fiscale 2021: in arrivo lo sconto sulle bollette di gas e luce, lo stop delle cartelle esattoriali, nuova Irpef e una modifica delle aliquote Iva agevolate.

4' di lettura

Riforma Fiscale 2021 – Si comincia a entrare nel vivo della Riforma Fiscale 2021, che pare sarà una piccola rivoluzione per le imprese e per i cittadini (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Il fronte governativo, solidissimo sotto la guida di Mario Draghi, comincia a spaccarsi. La riforma del catasto, ossia l’inserimento di un nuovo metro di valutazione degli immobili, non riesce a mettere d’accordo tutti.

Intanto, almeno una cosa pare certa: giovedì dovrebbe arrivare il decreto per applicare lo sconto alle bollette di gas e luce.

Questi sono solo alcuni dei dossier sul tavolo del Ministero delle Finanze, che è anche chiamato a lavorare sull’armonizzazione dell’Iva agevolata, sulla rimodulazione degli scaglioni Irpef e sulla modifica della soglia di 65mila euro per le Partite Iva a regime forfettario.

Riforma Fiscale 2021, sconto sulle bollette

Come anticipato, la prima decisione che il governo prenderà sarà quella di un taglio di almeno il 30% sulle bollette di luce e gas.

La scelta è stata presa per i rincari dell’energia che, a onor del vero, stanno colpendo tutto il mercato mondiale. Notizia di oggi anche la volontà della Russia di tagliare ulteriormente i rifornimenti di metano, decisione che si tradurrà in un altro incremento del prezzo.

Salvo sorprese, quindi, giovedì sarà varato il decreto che dovrebbe diventare immediatamente operativo. Il costo che andrà a modificarsi in bolletta sarà quello degli «Oneri di sistema».

La misura, secondo le prime stime, costerà 3,5 – 4 miliardi di euro.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Riforma Fiscale 2021, nuovo catasto

La politica si è spaccata sulla rivalutazione degli immobili per rendere più equo il pagamento delle tasse sulla casa.

Si va verso la decisione di modificare il parametro dei «vani», con quello dei «metri quadri».

Pare infatti che in molti centri cominci a essere questa situazione spiacevole: il valore degli immobili stimato dal fisco sarebbe decisamente superiore rispetto a quello effettivo di mercato.

Molti proprietari di case quindi stanno pagando più di quanto effettivamente potrebbero recuperare in caso di vendita o affitto.

Leu e Partito Democratico spingono per introdurre la misura, centrodestra e destra invece sono contrari. Il Movimento 5 Stelle non vede questo dossier come una priorità, ma ha dichiarato che non si tirerà indietro se si deciderà di votare il provvedimento.

Riforma Fiscale 2021, nuova Iva

La riforma fiscale 2021 dovrebbe portare a una nuova armonizzazione dell’Iva agevolata, ossia le aliquote al 4,5% e al 10%.

Per adesso non è ancora trapelato se ci sarà una omogenizzazione al 4,5% oppure al rialzo verso il 10%. L’ipotesi più probabile è una media fra le due al 7%.

Questa decisione si innesta nel processo di semplificazione generale che sta adottando il ministro Franco, che infatti abolirà anche una serie di antipatiche micro-tasse.

Riforma Fiscale 2021, stop cartelle esattoriali

La riforma fiscale 2021 pare che porterà a una nuova sospensione dei pagamenti delle cartelle esattoriali.

Chiesto a gran voce dai partiti di maggioranza e opposizione, lo stop dovrebbe costare 4 miliardi se fosse generalizzato e meno di 2 se fosse circoscritto.

I soldi deriverebbero dalla crescita italiana, che è sopra le aspettative e dà più margine di manovra ai tecnici del Mef.

Riforma Fiscale 2021: sconto bollette, cartelle, Irpef e Iva
Riforma Fiscale 2021: sconto bollette, cartelle, Irpef e Iva

Riforma fiscale, nuova Irpef e Partite Iva a regime forfettario

I due temi più scottanti, che la politica sta rimandando per non provocare subito rotture, sono la riforma dell’Irpef e la modifica della soglia di fatturato per rimanere nel regime forfettario per le Partite Iva.

I dossier presentati dai partiti per modificare l’Irpef sono numerosi, qui c’è un riepilogo delle varie proposte.

Non ci sono ancora indicazioni su quale strada verrà intrapresa, ma appare certo l’allargamento del primo scaglione verso l’alto, diminuendo così le tasse per i redditi «a cavallo» fra uno scalino e l’altro.

Per quanto riguarda la riforma fiscale 2021 per le Partite Iva a regime forfettario si sta pensando a uno scalino di due anni al 10% e al 15% prima di entrare nel regime fiscale semplificato, soggetto a Irpef.

In questa guida abbiamo approfondito l’argomento indicando le nuove soglie che si applicheranno e i requisiti per accedere alla misura.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie