Riforma Fiscale 2021, stipendi più alti con riduzione Irpef

Riforma Fiscale 2021, stipendi più alti con la riduzione dell'irpef per il ceto medio. Le novità sul primo progetto di riforma, che potrebbe arrivare prima del previsto.

3' di lettura

Riforma Fiscale 2021 – Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha fatto i compiti a casa e ha ipotizzato un primo progetto di spesa con i soldi recuperati dall’inaspettata crescita italiana al 6% (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

La proposta è quella di spendere la metà di tutti i fondi a disposizione, che ammonterebbero a 22 miliardi, per la riduzione del cuneo fiscale.

In altre parole: meno tasse per imprese e Irpef più dolce per avvicinare gli stipendi netti a quelli lordi.

Riforma Fiscale 2021, nuova Irpef e taglio del cuneo fiscale

Come anticipato, la riforma fiscale 2021 sta prendendo forma. Almeno dal punto di vista tecnico.

Manca ancora tutta la discussione politica, che dovrà conciliare la razionalità dei tecnici del Ministero dell’Economia con le istanze dei cittadini.

Da questo punto di vista infatti la politica è ferma per via della campagna elettorale per le elezioni amministrative, che la prossima settimana concluderà il primo turno.

La proposta dei tecnici è spendere metà dei soldi a disposizione su due fronti: addolcimento dell’Irpef per il ceto medio e rimozione del contributo Cuaf (Cassa unica assegni familiari), dovuta dai datori di lavoro.

Sul primo punto si mira a rendere meno traumatico il passaggio dallo scaglione Irpef del 27% a quello del 38%. Per farlo, presumibilmente, si allargherà il tetto del secondo scaglione forse intorno ai 35mila euro.

Per avere ben chiara la situazione, riportiamo gli scaglioni e le aliquote Irpef attualmente in vigore:

Reddito imponibileAliquotaImposta dovuta
fino a euro 15.000,0023%23% sull’intero importo (= 3.450,00)
oltre euro 15.000,00 e fino a euro 28.000,0027%3.450,00 + 27% parte eccedente 15.000,00
oltre euro 28.000,00 e fino a euro 55.000,0038%6.960,00 + 38% parte eccedente 28.000,00
oltre euro 55.000,00 e fino a euro 75.000,0041%17.220,00 + 41% parte eccedente 55.000,00
oltre a euro 75.000,0043%25.420,00 + 43% parte eccedente 75.000,00

Da un lato, quindi, il cittadino pagherebbe un Irpef più basso. Dall’altro, il datore non dovrebbe corrispondere il contributo Cuaf. Entrambe le misure avvicinano la quota dello stipendio netto a quella dello stipendio lordo.

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Riforma Fiscale 2021, ammortizzatori sociali e welfare

Il resto dei soldi della riforma fiscale 2021, altri 11 miliardi, sarà spesa per la riforma degli ammortizzatori sociali, per investimenti sulla sanità e per altre spese indifferibili legate a scadenze debiti pregressi.

Questo il primo schema di spesa:

  • Fisco: 7-9 miliardi;
  • Ammortizzatori sociali e welfare: 5-6 miliardi;
  • Incentivi e investimenti: 2-3 miliardi;
  • Sanità: 2 miliardi;
  • Altre spese: 2 miliardi;
  • Riforma dei contratti del pubblico impiego: 2 miliardi.
Riforma Fiscale 2021, stipendi più alti con riduzione Irpef
Riforma Fiscale 2021, stipendi più alti con riduzione Irpef

Oltre alla riforma fiscale 2021, potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie