Riforma Irpef 2021 ultime notizie, le ipotesi più probabili

Riforma Irpef 2021 ultime notizie, le ipotesi più probabili sulla riforma fiscale e su tutte le proposte dei partiti di maggioranza, guidati da Draghi.

4' di lettura

Riforma Irpef 2021 – La fine del 2021 si preannuncia molto tesa per la politica italiana e di estrema importanza per ogni cittadino: ci sarà infatti la riforma fiscale 2021.

La fine del Covid (si spera) dà la possibilità di porre le basi per un nuovo rilancio economico, possibile solo con un fisco efficiente, digitalizzato e, soprattutto, equo.

Una grande occasione per il Governo e per il Parlamento che, mai come questa volta, gode di una maggioranza ampia che comprende sia la destra che la sinistra.

La difficile sintesi delle proposte spetta al presidente del Consiglio, Mario Draghi, un tecnico certo, ma secondo molti con tendenze liberali, di centro destra.

In questo articolo vedremo le proposte dei partiti più importanti sulla Riforma Irpef 2021, cercando di schematizzare e riassumere tutte le istanze.

Riforma Irpef 2021, le proposte dei partiti

Come anticipato, la maggioranza di in Parlamento, è davvero ampia e comprende: Movimento 5 Stelle, Lega, Forza Italia, e Partito Democratico.

A supporto ci sono anche partiti minori, che non potrebbero minare la solidità del governo in caso di passaggio all’opposizione. Si tratta di: Italia Viva, Articolo Uno, + Europa, Noi con l’Italia, Centro Democratico e una manciata di indipendenti.

All’opposizione il partito più importante e grande, secondo i sondaggi primo nella coalizione di Destra, è Fratelli d’Italia.

Riforma Irpef 2021, Movimento 5 Stelle

Il Movimento 5 Stelle propone una riforma dell’Irpef basata su tre scaglioni:

  • fino a 25.000 euro > 23%
  • da 25.001 fino a 55.000 euro > 33%
  • oltre 55.000 euro > 43%

Il vantaggio di questa impostazione starebbe non tanto nella progressività delle aliquote, quanto nella loro estensione nelle fasce medio-basse.

A beneficiarne sarebbero anche i percettori di redditi vicino ai 55.000 euro, poiché pagherebbero solo l’eccedente rispetto alle aliquote precedenti.

Questo è il dossier completo per approfondire.

Riforma fiscale 2021, Partito Democratico

Il Partito Democratico spinge invece per una Riforma Irpef 2021 ultra-progressiva con aliquote parametrate, con un algoritmo, sui redditi effettivi percepiti.

Significherebbe un pagamento personalizzato per ogni contribuente.

Con questa impostazione, mutuata dal sistema tedesco, non ci sarebbe neanche bisogno del sistema delle detrazioni o di altri incentivi (come il bonus Irpef).

Vicini a questa posizione, ma con anche la volontà di introdurre una patrimoniale, sono i parlamentari del gruppo di Liberi e Uguali.

Ecco il dossier per approfondire.

Riforma Irpef 2021 ultime notizie, le ipotesi più probabili
Riforma Irpef 2021 ultime notizie, le ipotesi più probabili

Riforma Irpef 2021 e no tax area, Lega

Per la riforma Irpef 2021 a Lega comincia proponendo un innalzamento della no tax area da 8.174 euro a 10.000 euro.

Poi vuole “ammorbidire” il terzo scaglione Irpef, quello compreso fra 28mila e 55mila euro.

Ecco i dettagli nel documento ufficiale.

Riforma Irpef 2021, Forza Italia

Contraria a qualsiasi forma di patrimoniale e al sistema tedesco, Forza Italia propone la riduzione a tre scaglioni: 15%, 23% e 33%.

Inoltre, si propone l’innalzamento della no-tax area a 12mila euro.

Forza Italia definisce questa riforma come una sorta di flat-tax sul ceto medio, poiché allargherebbe lo scalino fra 25mila e 65mila euro.

Ecco le proposte nello specifico.

Riforma Irpef 2021, Italia Viva

Italia Viva vuole riformare il sistema dell’Irpef soprattutto per le fasce basse. Una delle proposte più drastiche sarebbe quella di abolire sistemi di sussidio prevalentemente assistenzialistici e sostituirli con un’imposta negativa.

Significherebbe dare un sussidio corrispondente alla differenza fra il reddito standard minimo e quanto effettivamente percepito. Questo supporterebbe l’emersione del sommerso e spingerebbe alla ricerca attiva di lavoro.

Da sottolineare che il reddito standard minimo fissato sarebbe inferiore al reddito minimo. Quindi si tratterebbe dell’essenziale per vivere una vita dignitosa.

Ecco le proposte di Italia Viva.

Potrebbero interessarti anche:

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie