Riforma pensioni Tridico: ecco le tre proposte dell’Inps

Riforma pensioni Tridico: scopri le le proposte Inps per l'aggiornamento del sistema previdenziale.

2' di lettura

Riforma pensioni Tridico: le proposte del Presidente Inps sull’aggiornamento del sistema previdenziale presentate alla Camera. In cosa consistono esattamente?

Vediamo quali sono le ipotesi per l’uscita dal lavoro nel post Quota 100 (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Riforma pensioni Tridico: le ipotesi per il post Quota 100

Il Presidente dell’Inps scende in campo direttamente sul tema sistema previdenziale. Il Governo Draghi, per ora, ha altre priorità: dettate per lo più dall’andamento della curva epidemiologica.

La scadenza di Quota 100, però, impone un ragionamento approfondito e puntuale sulle modalità di uscita dal lavoro e, in particolare, sulla sostituzione della forma di pensionamento anticipato, ormai prossima alla scadenza, con una formula analoga.

Senza un intervento di questo tipo si concretizzerà il temuto effetto scalone di 5 anni: in pratica, a meno di casi particolari (Opzione Donna e Ape Sociale, per esempio), gli italiani avranno come un’unica possibilità per andare in pensione quella di maturare i requisiti per la pensione di vecchiaia e, quindi, compiere 67 anni di età (5 in più di quelli necessari per fruire di Quota 100).

(Se vuoi fare domande specifiche su pensioni, bonus o temi legati al mondo del lavoro seguici su Instagram)

Riforma pensioni Tridico: le 3 proposte Inps presentate alla Camera

Le proposte di aggiornamento del sistema previdenziale avanzate dall’Inps sono state messe nero su bianco e inserite nella relazione annuale che il Presidente dell’ente ha di recente presentato alla Camera. In cosa consistono esattamente le tre ipotesi di riforma? In breve:

  • Pensionamento anticipato con Quota 41: in sostanza si può andare in pensione con 41 anni di contributi versati a prescindere dall’età e dalla categoria lavorativa
  • Una Quota 100 “alternativa”, cioè invece che con 62 anni d’età e 38 di contributi si può uscire dal lavoro con 64 anni di età e 36 di contributi
  • Calcolo dell’assegno con sistema contributivo (meno vantaggioso per i lavoratori) dai 63 ai 66 anni e con sistema retributivo (più vantaggioso) dal compimento dei 67 anni di età.

(Se vuoi ricevere tutte le news su pensioni, bonus e lavoro, entra nel gruppo whatsapp) (Ricevi tutti gli aggiornamenti sulla finanza personale sul canale Telegram o sul gruppo Facebook).

Non perderti le prossime notizie: entra subito nei gruppi social per ricevere tutti gli aggiornamenti.

Aggiungiti a 78mila persone e guarda le video-guide sui bonus sul canale YouTube di TheWam.net.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie