Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Bonus fiscali » Fisco e tasse » Lavoro / Rimborso 730 scuola: quando arriva caso per caso

Rimborso 730 scuola: quando arriva caso per caso

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola? Ecco le date di erogazione, caso per caso.

di Carmine Roca

Luglio 2024

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola? Ecco le date, caso per caso (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Rimborso 730 per la scuola: chi è il sostituto d’imposta?

Anche i dipendenti scolastici hanno diritto al rimborso 730. Anche per loro le tempistiche variano a seconda del periodo di presentazione della dichiarazione dei redditi.

Inoltre, un altro fattore che incide sulle tempistiche riguarda la tipologia di contratto, se si è di ruolo oppure no.

Ricordiamo che, il personale scolastico, all’atto della compilazione del modello 730, dovrà indicare il sostituto d’imposta, nel loro caso il Ministero dell’Economia e delle Finanze (sigla DAG-DSII).

Se si dovesse inserire un sostituto diverso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, il rimborso 730 non andrà a buon fine.

L’INPS come sostituto d’imposta, invece, può essere indicato soltanto dai supplenti brevi e dai supplenti temporanei che in estate percepiscono la Naspi.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola?

Se si vanta un credito nei confronti del sostituto d’imposta, si avrà diritto a un rimborso che viene erogato a seconda di quando il modello 730 è stato inviato e da chi ha presentato domanda, se un personale di ruolo con contratto a tempo indeterminato o un personale precario con contratto a tempo determinato.

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola al personale precario?

Il personale con contratto in scadenza al 31 agosto (supplenze annuali) è equiparato ai dipendenti scolastici a tempo indeterminato.

A chi è scaduto il contratto il 30 giugno scorso, spetta l’eventuale rimborso 730 già a luglio, tramite emissione speciale. Il sostituto d’imposta può essere sia il MEF che l’INPS, se nei mesi estivi l’interessato percepisce la Naspi.

C’è comunque differenza tra i due sostituti d’imposta, in quanto l’INPS eroga i rimborsi più lentamente.

Infine, per quanto riguarda i supplenti brevi, questi possono presentare la dichiarazione dei redditi senza inserire il sostituto d’imposta. Sarà l’Agenzia delle Entrate a rimborsare, eventualmente, l’interessato tramite pagamento sul conto corrente indicato nel modello 730.

Se questo è stato inviato in ritardo, l’eventuale rimborso arriverà tra settembre e ottobre 2024.

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola al personale di ruolo?

Invece, il personale di ruolo riceverà l’eventuale rimborso 730 a seconda della data di invio della dichiarazione dei redditi.

Se questa è stata effettuata entro il 26 giugno, già nel cedolino di luglio, il dipendente scolastico potrà beneficiare del rimborso spettante.

Chi ha presentato la dichiarazione dei redditi oltre il 26 giugno riceverà l’eventuale rimborso con un’emissione speciale, in un cedolino a parte e non nella busta paga di luglio.

Quando arriva il rimborso 730 per la scuola
Quando arriva il rimborso 730 per la scuola: in foto un’insegnante con un libro in mano.

Faq sul rimborso 730

Quali sono le date di pagamento del rimborso 730 ai pensionati?

I rimborsi del 730 iniziano a essere erogati tra giugno e luglio per chi ha presentato la dichiarazione entro il termine ordinario di maggio. Tuttavia, per coloro che presentano la dichiarazione con un po’ di ritardo o tramite un intermediario, i tempi potrebbero allungarsi fino a settembre o ottobre​​.

Quali sono le date specifiche per il 2024 per il rimborso 730?

Quali sono le aliquote IRPEF in vigore nel 2024?

A partire dal 1° gennaio 2024, con l’abolizione dello scaglione al 25%, sui redditi compresi tra 15.001 euro e 28.000 euro si applica l’aliquota al 23%.

Di seguito le tre aliquote di IRPEF in vigore nel 2024:

Cosa cambia nel Modello 730 nel 2024?

Nel 2024, il modello 730 subirà alcune modifiche significative. Il governo ha deciso di introdurre diverse novità, tra le quali la modifica delle date per la presentazione della dichiarazione dei redditi e un incremento nel livello di semplificazione. Questa semplificazione sarà estesa anche alle Partite Iva in regime forfettario.

Come cambiano le date di presentazione del modello 730?

Le date per la presentazione della dichiarazione dei redditi saranno modificate. Precisamente, l’anticipo sarà dal 30 novembre al 30 settembre del termine per la presentazione delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di IRAP.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul fisco e sulle tasse:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp