Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse » Pensioni » Previdenza e Invalidità / Rimborso IRPEF 2024: a chi spetta e chi lo riceve prima

Rimborso IRPEF 2024: a chi spetta e chi lo riceve prima

Rimborso IRPEF 2024: a chi spetta e chi lo riceverà prima di tutti sulla pensione? Ecco tempistiche e date da ricordare.

di Carmine Roca

Marzo 2024

A chi spetta il rimborso IRPEF 2024 e chi lo riceverà prima? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie sulle pensioni e su Invalidità e Legge 104. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

A chi spetta il rimborso IRPEF 2024?

Anche ai pensionati spetta il rimborso IRPEF, quando si ha un credito nei confronti dell’Agenzia delle Entrate. A fungere da sostituto d’imposta è l’INPS, che erogherà il credito insieme alla pensione (come avviene per i lavoratori con accredito diretto in busta paga).

Il conguaglio IRPEF non ha una “scadenza” prestabilita. O meglio: arriva al pensionato a seconda della data in cui questi ha inviato il modello 730. Una volta effettuata la dichiarazione dei redditi si saprà se il pensionato ha diritto a un conguaglio a credito o se è debitore nei confronti dell’Agenzia delle Entrate. In questo caso gli verrà trattenuta la somma dovuta dalla pensione.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Rimborso IRPEF 2024: quando arriva?

Una volta presentata la dichiarazione dei redditi e dopo che l’Agenzia delle Entrate verificherà quali sono gli importi dovuti (o quelli in eccesso da rimborsare), quando scatta il rimborso IRPEF?

A stabilire le tempistiche di erogazione del rimborso IRPEF ai pensionati è il decreto legge numero 124 del 26 ottobre 2019.

Per farla breve: chi prima presenta il modello 730, prima riceverà il credito spettante.

Il primo passaggio è l’elaborazione del prospetto di liquidazione dell’imposta da parte dell’INPS (il sostituto d’imposta dei pensionati). Una volta ricevuto il modello 730 inizierà la fase di studio.

Di seguito le tempistiche:

Ma quando arrivano i rimborsi IRPEF ai pensionati? Bisogna conteggiare due mesi dalla data di presentazione del modello 730.

Ecco il programma completo:

Rimborso IRPEF 2024: chi lo riceve prima?

Quindi i primi a ricevere l’eventuale rimborso IRPEF saranno quei pensionati che hanno presentato il modello 730 entro fine maggio. Gli ultimi a riceverlo saranno quei pensionati che hanno presentato la dichiarazione dei redditi soltanto a partire dal 1° settembre o a ridosso della scadenza (2 ottobre).

Rimborso IRPEF 2024: cosa sapere?

Gli eventuali rimborsi IRPEF vengono erogati al netto della parte di credito già utilizzata o che si ha intenzione di utilizzare in compensazione. Tramite il modello 730 il pensionato può utilizzare quel credito per saldare imposte dovute.

Il credito non utilizzato in compensazione verrà rimborsato dall’ente che eroga la pensione o direttamente dall’Agenzia delle Entrate.

L’Agenzia delle Entrate può effettuare dei controlli preventivi sul modello 730, se questi dovesse contenere elementi di incoerenza rispetto ai criteri pubblicati dal direttore dell’AdE, oppure quando il pensionato (o il contribuente in generale) ha maturato un rimborso di importo superiore a 4.000 euro.

Rimborso IRPEF 2024
Rimborso IRPEF 2024: in foto marito e moglie si guardano e sorridono.

Faq su modello 730 e IRPEF 2024

Cosa cambia nel Modello 730 nel 2024?

Nel 2024, il modello 730 subirà alcune modifiche significative. Il governo ha deciso di introdurre diverse novità, tra le quali la modifica delle date per la presentazione della dichiarazione dei redditi e un incremento nel livello di semplificazione. Questa semplificazione sarà estesa anche alle Partite Iva in regime forfettario.

Come cambiano le date di presentazione del modello 730?

Le date per la presentazione della dichiarazione dei redditi saranno modificate. Precisamente, l’anticipo sarà dal 30 novembre al 30 settembre del termine per la presentazione delle dichiarazioni in materia di imposte sui redditi e di IRAP.

Quali sono gli scaglioni IRPEF nel 2024?

A partire dal 1° gennaio 2024, con l’abolizione dello scaglione al 25%, sui redditi compresi tra 15.001 euro e 28.000 euro si applica l’aliquota al 23%.

Di seguito le tre aliquote di IRPEF in vigore nel 2024:

Come si fa a calcolare il netto della pensione?

Il calcolo del netto della pensione dipende da diversi fattori, tra cui l’importo lordo della pensione, le detrazioni fiscali e le trattenute previdenziali. Per ottenere un’approssimazione del netto mensile, puoi seguire questi passaggi:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp