Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi » Contributi per famiglie » Reddito di cittadinanza / Nuovo Reddito di cittadinanza, Gal rinnovabile?

Nuovo Reddito di cittadinanza, Gal rinnovabile?

Rinnovo della Garanzia per l'attivazione lavorativa: è previsto oppure no? Rispondiamo alla domanda dei nostri utenti e vediamo come richiedere la Gal.

di Carmine Roca

Aprile 2023

Una delle domande poste dai nostri lettori è la seguente: è previsto il rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa? Vediamolo insieme in questo approfondimento (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sul Reddito di Cittadinanza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: è previsto?

Diversi utenti ci hanno chiesto spiegazioni sull’eventuale rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa, una delle tre misure che sostituiranno il Reddito di cittadinanza dal 2024, insieme a Gil (Garanzia per l’inclusione) e Pal (Prestazione di accompagnamento al lavoro).

Dobbiamo subito darvi una brutta notizia: la Gal non sarà rinnovabile. Non è nelle intenzioni del governo rendere rinnovabile la nuova misura di sostegno economico rivolta ai cosiddetti occupabili.

Una volta terminati i 12 mesi di erogazione, infatti, non si avrà più diritto alla Gal, a differenza della Gil, che prevede il rinnovo dopo un mese di sospensione.

Scopri la pagina dedicata al Reddito di cittadinanza: pagamenti, diritti e bonus compatibili.

Aggiungiti al gruppo Telegram sul Reddito di Cittadinanza ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: a chi spetta la Gal?

Abbiamo visto che non è previsto il rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa una volta terminati i 12 mesi di erogazione.

La misura rivolta agli occupabili di età compresa tra i 18 e i 59 anni di età, con un ISEE in corso di validità non superiore a 6.000 euro annui.

La Gal ha un valore di 350 euro al mese. Può essere richiesta da single o da coppie di adulti abili all’attività lavorativa (in questo caso il secondo percettore riceverà la metà dell’importo, 175 euro, per un totale di 525 euro a coppia).

La Gal è rivolta a coloro che non sono in possesso dei requisiti per poter richiedere la Gil.

Ricordiamo che la Gil è rivolta ai nuclei familiari in difficoltà economiche (fino a 6.000 euro di reddito annuo), che al loro interno presentano minori, persone sopra i 60 anni di età, disabili e invalidi civili con una percentuale minima del 74%.

Dunque, la Gil non è prevista per gli occupabili. A loro è riservata la Gal, ma soltanto per 12 mesi. Inoltre non è prevista neppure la copertura per l’affitto, a differenza della Gil.

Dunque, ricapitolando: la Gal spetta:

Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: divieti

Proseguiamo il nostro approfondimento sul mancato rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa, passando ai divieti che rendono impossibile il diritto alla misura:

Rinnovo della Garanzia per l'attivazione lavorativa
Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: in foto un uomo dubbioso di spalle e tanti punti interrogativi.

Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: come si calcola il reddito?

Come dicevamo, per richiedere la Gal è necessario avere un ISEE non superiore a 6.000 euro annui. Nel calcolo dei redditi non si considerano:

Rinnovo della Garanzia per l’attivazione lavorativa: come si richiede la Gal?

Il primo passo per richiedere la Gal è presentare domanda all’INPS, dopo aver sottoscritto il patto di attivazione digitale (iscrizione al SIISL) e dopo aver aderito a un percorso di inclusione sociale o lavorativa personalizzato.

Dopo l’inoltro della domanda, i richiedenti verranno convocati dai servizi sociali per la sottoscrizione del patto di attivazione digitale e l’avvio del percorso personalizzato, entro 120 giorni.

I richiedenti saranno valutati prima di sottoscrivere il patto di inclusione. Quindi, se la valutazione andrà a buon fine, gli occupabili di età compresa tra i 18 e i 59 anni di età verranno inviati ai Centri per l’impiego per la sottoscrizione del patto di servizio personalizzato, entro 60 giorni dal loro arrivo.

La mancata sottoscrizione del patto provoca la sospensione della Gal, che decade se il richiedente:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul Reddito di cittadinanza:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp