Rinvio presentazione modello 730: slitta al 31 ottobre

Rinvio presentazione modello 730: il termine ultimo dovrebbe slittare al 31 ottobre per evitare un ingorgo fiscale e burocratico. C'è già l'accordo tra le forze di governo. Più difficile o meno lungo l'eventuale rinvio del versamento Irpef. Sullo sfondo la questione che riguarda le cartelle esattoriali. Rinvio presentazione modello 730: il termine ultimo dovrebbe slittare al 31 ottobre per evitare un ingorgo fiscale e burocratico.

4' di lettura

Rinvio presentazione modello 730. Il governo è pronto a far slittare la data ultima per l’invio della dichiarazione dal 30 settembre al 31 ottobre. Una questione che riguarda una fetta importante di cittadini italiani: 18 milioni di contribuenti.

Le ragioni del rinvio presentazione modello 730 sono diverse, ed è stata sollecitata da settori consistenti della maggioranza di governo.

Di certo c’è la necessità di rendere meno pesanti o impellenti gli obblighi fiscali, per le ovvie conseguenze causate dal covid.

L’incrocio con l’assegno unico figli

Ma non è solo questo. Quest’anno sia i Caf, sia gli intermediari saranno alle prese con un’altra procedura e nello stesso periodo: quella che riguarda l’introduzione dell’assegno unico per i figli. Una scadenza che presuppone, proprio come il modello 730, una discreta serie di calcoli e detrazioni. Ovvero, non è una faccenda così semplice da sbrigare. Sommata negli stessi giorni al modello 730 rischia di creare un ingorgo fiscale e burocratico.

Ce ne sono già troppi, meglio evitare quando è possibile.

Rinvio presentazione modello 730 e rimborsi

E quindi, rinvio presentazione modello 730, dal 30 settembre al 31 ottobre. Negli anni scorsi, ricorderete, il limite massimo era molto più vicino, luglio.

Il modello 730 pre compilato era stato messo a disposizione dei cittadini da parte dell’Agenzia delle Entrate nella prima settimana di maggio, ed era possibile inviarlo a partire dal 19 maggio.

Con questo ulteriore slittamento i contribuenti potranno decidere in piena autonomia come muoversi.

Bisogna sempre comunque ricordare una cosa, che in questi periodi rischia di essere fondamentale: i tempi per la presentazione della dichiarazione sono connessi a quelli del rimborso, eventuale, che viene riconosciuto attraverso il datore di lavoro o l’ente di previdenza sociale di riferimento.

Un esempio: se la dichiarazione viene presentata o ottobre il rimborso non potrà essere garantito prima di novembre.

E per i versamenti Irpef?

Chi ha inviato a maggio la dichiarazione con il modello 730 potrebbe avere avuto l’accredito del rimborso in busta paga già a luglio.

Il rinvio presentazione modello 730 è in fondo collegato anche al rinvio dei versamenti Irpef del saldo 2019 e dell’acconto 2020.

Questi due versamenti dovrebbero essere effettuati entro il 30 giugno. O al limite entro il 30 luglio, ma con una maggiorazione degli importi pari allo 0,40%.

Ma in questo caso il governo sembra propenso a posticipare al 20 luglio 2021 i termini per i versamenti.

Il versamento dell’Irpef riguarda 3,6 milioni di partite Iva. Un decreto che ne prevede lo slittamento dovrebbe essere emesso nei prossimi giorni.

La prima ipotesi era stata quella di prorogare il termine fino al 30 settembre. Ma non sembra sia possibile.

Entro il 27 di quello stesso mese il governo dovrà infatti presentare al parlamento la Nadef, la nota aggiornata del Documento di economia e finanza. Che è un po’ il centro intorno al quale si costruisce la piattaforma per la prossima legge di Bilancio.

E senza avere a disposizione dati precisi sul gettito Irpef la documentazione della Nadef sarebbe inevitabilmente incompleta, imprecisa. Un problema di rilievo se poi, anche sulla base di quelle cifre, deve essere imposta la futura legge di Bilancio.

Proprio per questo il governo non intende correre rischi e lo slittamento dei termini per il versamento dell’Irpef non dovrebbe andare oltre il 20 luglio.

La protesta dei commercialisti

Ma c’è anche un altro aspetto. Questa volta legato al rinvio presentazione modello 730.

Le partite Iva che mirano a ottenere un ulteriore contributo collegato alla perdita effettiva e non solo di fatturato, dovrebbero presentare la dichiarazione, ossia il modello redditi, entro il 10 settembre.

In questo caso le proteste sono state sollevate dai commercialisti che ritengono quella scadenza eccessivamente anticipata.

Autunno caldo fiscale

Resta dunque il rinvio presentazione modello 730, in un autunno fiscale che si preannuncia comunque caldo. La prima stagione di tasse post pandemia. Che coincide anche con la ripresa dell’invio delle cartelle esattoriali. Un altro incubo per milioni di italiani. Anche se, su quest’ultimo fronte, è sempre più probabile la rottamazione dei debiti più vecchi di cinque anni.

Se vuoi seguire le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie