Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Bonus e Incentivi / Riparte il bonus colonnine elettriche

Riparte il bonus colonnine elettriche

Riparte il bonus colonnine elettriche per la ricarica di veicoli elettrici dedicato alle utenze domestiche. Ci sono ancora fondi disponibili. Il contributo è pari all’80% delle spese sostenute. Domande fino al 14 marzo 2024.

di The Wam

Febbraio 2024

Riparte il bonus colonnine elettriche per la ricarica di veicoli, agevolazione dedicata alle utenze domestiche. Ci sono ancora risorse disponibili e le domande potranno essere inviate fino al 14 marzo. Vediamo come funziona. (scopri le ultime notizie su bonus, Rdc e assegno unico, su Invalidità e Legge 104, sui mutui, sul fisco, sulle offerte di lavoro e i concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Bonus colonnine elettriche: risorse ancora disponibili

Il bonus colonnine elettriche è un incentivo dedicato alle utenze domestiche. Questo programma si distingue da altre iniziative simili che sono invece rivolte in modo specifico a imprese e professionisti. Viene offerto un incentivo per installazioni private di stazioni di ricarica per veicoli elettrici.

Qual è l’importo del contributo?

Il contributo per l’installazione di colonnine elettriche copre l’80% delle spese ammissibili. Per gli utenti privati, l’agevolazione può raggiungere un massimo di 1.500 euro, mentre per i condomini l’importo massimo sale fino a 8.000 euro.

Come si differenzia dal bonus per imprese e professionisti?

A differenza delle linee di finanziamento per imprese e professionisti, gestite con bandi separati, il bonus colonnine elettriche per utenze domestiche è progettato per essere più accessibile ai singoli cittadini e ai condomini. Questo permette una più ampia adozione delle soluzioni di ricarica elettrica nelle abitazioni private.

Qual è la disponibilità finanziaria?

Il fondo destinato a questo bonus è stabilito annualmente. La disponibilità di risorse finanziarie varia di anno in anno, assicurando che il programma possa continuare a supportare i cittadini nel passaggio ai veicoli elettrici. Questa flessibilità garantisce che il bonus sia costantemente adeguato alle esigenze del mercato e dei consumatori.

I bandi precedenti

In passato, ci sono stati due bandi distinti per questo bonus. Il primo sportello si è chiuso il 2 novembre 2023 per le installazioni effettuate tra il 4 ottobre 2022 e il 31 dicembre 2022. Un secondo bando si è concluso il 23 novembre 2023, coprendo le installazioni realizzate tra il 1° gennaio 2023 e il 23 novembre 2023.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su Youtube e Instagram.

Agevolate le installazioni 2023

Il bonus colonnine elettriche si rinnova per gli impianti installati nel corso del 2023. Il governo ha riconosciuto che le domande non hanno esaurito le risorse finanziarie disponibili, lasciando spazio per ulteriori agevolazioni.

Nuova apertura dello sportello online

Proprio per questo, è stata presa la decisione di riaprire lo sportello online. L’intento è quello di supportare coloro che non sono riusciti a presentare la documentazione completa entro i termini previsti dal precedente bando.

Tempistica e gestione delle domande

Lo sportello è stato riaperto alle 12 del 15 febbraio e sarà disponibile fino alle 12 del 14 marzo. La gestione di queste domande sarà affidata a Invitalia, che valuterà le richieste in base all’ordine cronologico di presentazione.

Impatto sul settore

Gli incentivi vengono erogati post-installazione. Questo potrebbe limitare il loro impatto diretto sul mercato e sull’attivazione di nuovi impianti di ricarica con colonnine elettriche. Per il 2024, si prevede che le agevolazioni possano assumere una forma diversa, adattandosi alle esigenze del settore e ai segnali che emergono dal mercato.

Cos’è il bonus colonnine elettriche

Il bonus colonnine elettriche è dunque un incentivo finanziario che intende facilitare l’acquisto e l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, come le colonnine di ricarica o i wall box.

A chi è destinato il bonus?

Il bonus è destinato alle persone fisiche residenti in Italia e ai condomini.

Per beneficiare del bonus, gli interessati devono presentare una domanda tramite una piattaforma online. Sarà aperta per un periodo limitato, e le domande vengono accettate fino a esaurimento delle risorse disponibili.

Accedere alla piattaforma

Per accedere alla piattaforma, gli utenti devono utilizzare il sistema pubblico di identità digitale (SPID), la carta d’identità elettronica (CIE) o la carta nazionale dei servizi (CNS). Questi strumenti garantiscono la sicurezza e l’identificazione degli utenti nel processo di domanda.

Vedi in questo post cosa bisogna fare per installare una colonnina elettrica in un condominio.

Procedura di compilazione

Una volta effettuato l’accesso, gli utenti possono compilare un modulo elettronico seguendo una procedura guidata. Il processo è stato semplificato per assicurare che sia accessibile a tutti, anche a coloro che non hanno familiarità con le procedure online.

Ricarica auto, come usare la presa del garage.

Gestione delle risorse

Il soggetto gestore del bonus, INVITALIA, ha il compito di valutare le domande e di allocare le risorse. Per l’anno in corso, il totale dei fondi stanziati ammonta a 40 milioni di euro, una cifra in linea con quanto stanziato l’anno precedente.

Riparte il bonus colonnine elettriche
Nell’immagine una colonnina elettrica installata in un parcheggio condominiale.

FAQ (domande e risposte)

Cos’è il bonus colonnine elettriche e a chi è destinato?

Il bonus colonnine elettriche è un contributo governativo destinato a supportare l’acquisto e l’installazione di infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici, come colonnine o wall box. È specificatamente pensato per persone fisiche residenti in Italia e condomini, mirando a facilitare l’uso di veicoli elettrici nelle utenze domestiche.

Quali sono i limiti di contributo per il bonus colonnine elettriche?

Per il bonus colonnine elettriche, il contributo copre l’80% delle spese ammissibili. Il limite massimo è di 1.500 euro per utenti privati e arriva fino a 8.000 euro per installazioni nelle parti comuni degli edifici condominiali. Questi limiti sono pensati per rendere l’installazione delle colonnine elettriche più accessibile e conveniente.

Fino a quando possono essere inviate le domande per il bonus colonnine?

Le domande per il bonus colonnine possono essere inviate fino al 14 marzo. Ciò offre un periodo limitato durante il quale gli interessati possono richiedere il contributo, sottolineando l’importanza di agire tempestivamente per approfittare di questa opportunità.

Come si presenta la domanda per il bonus colonnine elettriche?

Per presentare la domanda per il bonus colonnine elettriche, gli interessati devono accedere a una piattaforma online. Dopo l’apertura dello sportello, è possibile compilare un modulo elettronico seguendo una procedura guidata. Questo rende il processo di candidatura accessibile e gestibile.

Quali sono i requisiti di accesso alla piattaforma per il bonus colonnine?

Per accedere alla piattaforma del bonus colonnine, gli utenti devono utilizzare il sistema pubblico di identità digitale (SPID), la carta d’identità elettronica (CIE), o la carta nazionale dei servizi (CNS). Questi strumenti di identificazione digitale assicurano che il processo sia sicuro e che solo gli utenti idonei possano presentare la domanda.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sugli ultimi bonus disponibili, a chi spettano e come ottenerli:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp