Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino: la guida

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino: ecco come accordarsi quando la cifra esatta non è indicata nel contratto d'affitto.

6' di lettura

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino. Vi abbiamo già parlato delle spese condominiali e di come calcolarle in modo equo e corretto (entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook)

Oggi vi spiegheremo come avviene la ripartizione delle spese condominiali tra il proprietario dell’appartamento e l’inquilino.

Se siete interessati all’argomento e volete saperne di più, continuate a leggere l’articolo.

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino

Sul contratto d’affitto, il più delle volte, è indicata la quota esatta di spese condominiali a carico dell’inquilino, obbligato per legge a versare gli oneri accessori al locatario. Una premessa necessaria per evitare di incappare in notifiche di provvedimenti esecutivi, come la negazione dell’utilizzo di alcuni spazi o servizi condominiali o, nei casi più gravi, in pignoramenti.

Da contratto, il proprietario dell’appartamento può addebitare all’affittuario le spese ordinarie (pulizie scale o giardini, manutenzione ascensore, ecc.) e quelle straordinarie, come la ristrutturazione o la riparazione degli impianti condominiali.

L’inquilino può versare mensilmente un forfait predefinito oppure pagare a fine mese, basandosi sulle bollette presentate dall’amministratore di condominio.

Le spese condominiali, comunque, vanno pagate soltanto al proprietario di casa. In caso di mancato versamento degli oneri accessori, il proprietario può riservarsi la possibilità di sfrattare l’inquilino, ma solo se ricorrono due condizioni:

  • il debito maturato è pari a due mensilità del canone di locazione
  • il ritardo delle spese condominiali è di almeno 60 giorni.

Può accadere, però, che sui contratti d’affitto non venga specificata la quota di spese condominiali da versare. In tal caso come vengono ripartite tra il proprietario e l’inquilino?

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube.

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino: come calcolarle

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino. L’articolo 9 della legge sull’equo canone (n. 392/1978) prevede che «sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all’ordinaria manutenzione dell’ascensore, alla fornitura dell’acqua, della luce, del riscaldamento e del condizionamento dell’aria (ossia le normali bollette per i consumi), allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonché alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il portiere sono a carico del conduttore nella misura del 90%, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore».

Il pagamento delle spese condominiali deve avvenire entro due mesi dalla richiesta del proprietario di casa, ma l’inquilino può richiedere e ottenere, sempre entro 60 giorni, l’indicazione specifica delle spese e i criteri di ripartizione delle stesse (rendiconti condominiali).

In mancanza di richiesta dei documenti entro i 60 giorni, il proprietario è esonerato dall’obbligo di documentare l’inquilino, che è automaticamente in mora e non può opporsi alla richiesta di pagamento.

Se, invece, l’affittuario chiede di prendere visione dei documenti delle spese condominiali e il proprietario di casa si rifiuta, non potrà poi fare causa all’inquilino per ottenere il pagamento e neppure sfrattarlo per il mancato versamento degli oneri accessori.

ripartizione spese condominiali proprietario inquilino

Spese a carico del locatore e del conduttore

Ripartizione spese condominiali proprietario inquilino. Nella tabella di seguito vi elencheremo quali sono le spese a carico del locatore (proprietario di casa) e del conduttore (affittuario).

TIPO DI SPESALOCATORECONDUTTORE
PARTI INTERNE DELL’IMMOBILE
Impianto di riscaldamento– sostituzione integrale
– manutenzione straordinaria
– manutenzione ordinaria
Impianto sanitario– sostituzione integrale– manutenzione ordinaria
Infissi e serrande
Serrature– sostituzione integrale– rifacimento chiavi e serrature
Vetri– installazione doppi vetri– sostituzione causa rottura
Pavimenti e rivestimenti– sostituzione integrale– tinteggiatura
Impianto di allarme– installazione e rifacimento– manutenzione ordinaria
Citofono
PARTI COMUNI CONDOMINIALI
Impianti
Riscaldamento dell’acqua– installazione e sostituzione
– adeguamento a leggi e regolamenti
– manutenzione ordinaria;
– pulizia annuale, impianto e filtri, messa a riposo stagionale;
– lettura contatori;
– forza motrice, combustibile;
– consumo combustibile, acqua, energia elettrica
Condizionamento dell’aria
Addolcimento dell’acqua
Antincendio– installazione e sostituzione
– acquisto estintori
– manutenzione ordinaria;
– ricarica estintori;
– ispezioni e collaudi
Autoclave– installazione e sostituzione integrale dell’impianto o di componenti primari (per esempio: pompa, serbatoio)– manutenzione ordinaria, forza motrice, ricarica pressione serbatoio, ispezioni, collaudi, lettura contatore
Ascensore– installazione;
– manutenzione straordinaria;
– adeguamento a nuove disposizioni di legge
– manutenzione ordinaria
Antenna televisiva– installazione, sostituzione
– potenziamento
– manutenzione ordinaria
Spurgo– manutenzione straordinaria– manutenzione ordinaria;
– disotturazione dei pozzetti e condotti
Illuminazione– installazione e sostituzione– manutenzione ordinaria
– consumi
Parti esterne del condominio
Citofoni– sostituzione– manutenzione ordinaria
Grondaie– sostituzione– manutenzione ordinaria
Tetto e lastrico solare– manutenzione straordinaria– manutenzione ordinaria
Cancello– installazione e sostituzione– manutenzione ordinaria
Ringhiere– sostituzione– manutenzione ordinaria
Aree verdi– sostituzione piante– manutenzione ordinaria;
– riparazione degli attrezzi;
– sostituzione fiori
Parti interne dell’edificio condominiale
Arredi (marmi, corrimano ringhiere, cassette della posta, zerbini)– installazione e sostituzione– manutenzione ordinaria
Serrature– installazione e sostituzione
Cassette postali– installazione e sostituzione– manutenzione ordinaria
Armadietti contatori– installazione e sostituzione– manutenzione ordinaria
Lampadine– sostituzione
Amministrazione del condominio
Amministrazione– compenso amministratore;
– spese postali, telefoniche, bancarie;
– cancelleria
Assicurazione dell’edificio– pagamento premi
Energia elettrica– consumi
Portierato e pulizia dell’edificio
Compenso portiere e sostituto, compresi contributi assicurativi e previdenziali, accantonamento liquidazione, tredicesima, premi, ferie ed indennità varie, anche locali10%90%
Manutenzione della portineria
Materiali per la pulizia
Alloggio portiere
Bidoni pulizia– acquisto
Disinfestazione e derattizzazione dei locali di raccolta rifiuti e dei contenitori dei rifiuti– relativi oneri

Spese condominiali non dovute: posso ricorrere?

Se l’affittuario paga spese condominiali non dovute, prima di aver visionato i documenti giustificativi, potrà agire in tribunale per richiedere la restituzione delle somme non dovute.

Se il proprietario di casa, a sua volta, non dovesse provvedere al pagamento delle spese condominiali, l’amministratore di condominio può richiedere il pagamento all’affittuario a condizione che il locatario gli abbia conferito uno specifico mandato.

Altrimenti dovrà richiedere il pagamento al proprietario che, in caso di diniego, rischia di incappare in un decreto ingiuntivo.

Se hai ancora dubbi sulla ripartizione spese condominiali proprietario inquilino, non esitare a scriverci su Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie