Ripulire la mente. Consigli contro ansia e preoccupazioni

Consigli pratici per "ripulire la mente". Imparare a mettere da parte i pensieri indesiderati che rallentano e stressano. Serve consapevolezza crescente e pratica.

Ripulire la mente. Consigli pratici per controllare pensieri indesiderati
Ripulire la mente. Consigli pratici per controllare pensieri indesiderati
4' di lettura

Alcuni consigli per “ripulire la mente” da preoccupazioni e ansia che consumano energia senza produrre nulla di buono. Dormire, camminare, scrivere, ascoltare musica. Imparare a staccare la spina ha un effetto positivo sia sulla mente che sul corpo.

Perché “ripulire” la mente

La frenesia degli impegni quotidiani, sommata alle preoccupazioni, alle paure, alle incertezze verso il futuro.

Alle volte il bisogno di “riordinare i propri pensieri” prende il sopravvento.

Una situazione comune, ma affrontabile. “Ripulire la mente” può aiutare a mettere da parte le preoccupazioni infruttuose per concentrarsi su quelle urgenti.

Ne parla il sito di informazione medica certificata Healthline.

Può capire di sentirsi sopraffatti dai propri pensieri o bloccati a causa di un “fattore stressante”.

La mente può essere paragonata ad una scrivania disordinata. Si accumulano scartoffie di ogni tipo: cose da fare, progetti, obiettivi, impegni, visite mediche, riunioni. Nel disordine è facile perdersi, soprattutto, scordarsi quali sono le priorità.

A volte “dare una ripulita” può avere i suoi benefici.

Alcune tecniche utili

Imparare a disciplinare i propri pensieri è possibile.

Per farlo, occorre sviluppare una maggiore consapevolezza e capacità di vivere nel momento presente.

In una singola ora siamo attraversati da milioni di pensieri sul “da farsi”. Letteralmente, ogni sforzo è devoluto a pensare al “dopo”. “Dopo devo andare…” “Dopo devo fare” “Dopo devo chiamare..”

Quello che accade, molto comunemente, è che il “dopo” prende il sopravvento sull’ “adesso”.

Il risultato è che la nostra attenzione verso l’attività che si svolge in quel preciso momento è raramente completa e molto spesso parziale.

Ma c’è una buona notizia. Practice makes perfect.

Abbassare il volume dei pensieri di sottofondo per dare spazio alle priorità. Si può imparare!

Lo scopo di questo esercizio non è tanto migliorare l’efficienza, ma trovare un equilibrio sempre più stabile per vivere meglio.

Healthline propone delle “linee guida” per capire come “ripulire la mente” dai pensieri sovrabbondanti:

  • Focalizzarsi sulle sensazioni. Sentire il proprio respiro, il tatto sulle superfici, i rumori e i gusti. Assaporare una buona tazza di caffè, concentrandosi su nient’altro che sul caffè stesso, sul calore, sul sapore, sui profumi. La mente beneficia di questi momenti di distacco dalla frenesia dei doveri quotidiani.

  • Restare curiosi. Più facile a dirsi che a farsi. Cercare di mettere la propria curiosità al servizio delle attività che si svolgono. Cercare di trarne un insegnamento, di imparare qualcosa di nuovo. Anche quando l’interesse è basso. Insomma, cercare di dare senso al tempo che si spende concentrandosi sulle opportunità che offre.

Ma non è tutto. Alcune abitudini sane per decomprimere la mente possono essere le seguenti:

  • Scrivere. Raccontare quello che non va al segreto di un foglio di carta (o nelle note del telefono). Non importa dove o come. L’importante è che sia uno spazio dove sentirsi sicuri di tirar fuori tutte le “cianfrusaglie mentali” che offuscano i nostri processi decisionali ordinari.

  • Ascoltare la musica. La musica è una risorsa di felicità. Bastano poche note per mettere da parte pensieri indesiderati. Lasciarsi andare ascoltando un pezzo che piace ha molti benefici per la mente: aumenta la concertazione, migliora l’apprendimento, rilascia lo stress e rafforza la memoria.

Molto si può fare anche lavorando sulla propria routine. Le abitudini condizionano molto la riuscita delle giornate.

Per questo inserire semplici attività benefiche può fare la differenza. Può sembrare “oneroso”, ma le abitudini sane non “tolgono tempo” lo creano.

  • Dormire di più. Il sonno è il momento della ricarica di energia. Dormire poco non è un vanto. Anzi, dormire abbastanza e concedersi il giusto riposo è cruciale. Dormire almeno 7 ore è la prima regola per stare bene, sia fisicamente che mentalmente.

  • Camminare. Quando la mente è offuscata da pensieri ingombranti uscire per una passeggiata può aiutare a “rinfrescare la mente”. Aiuta a far fluire le idee, funziona come un “reset”.

  • Mantieni in ordine i tuoi spazi. L’ambiente circostante influisce sullo stato della mente. L’atto del riordinare aiuta a “rimettere a posto” anche i pensieri oltre che gli oggetti. Un processo di autocura interna ed esterna.

  • Parlarne con qualcuno. Se possibile con una persona di fiducia. Raccontare a voce alta i problemi e le tensioni aiuta a distaccarsene e a vedere le cose da un’altra prospettiva. Non per l’eventuale “consiglio” che, potenzialmente, si riceverà. Il fatto stesso di riconoscere che qualcosa non va e provarlo a comunicare al prossimo. Un passo importante per ridimensionare le preoccupazioni.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie