Ritardi Assegno Unico gennaio, INPS conferma: in arrivo

Sbloccati i ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023. Ecco quando arrivano i pagamenti previsti.

5' di lettura

La settimana scorsa si è diffusa un’aria di preoccupazione a causa dei ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023. Tuttavia l’INPS ha confermato che gli accrediti sono in arrivo nei prossimi giorni. Scopri tutte le novità (scopri le ultime notizie e poi Leggi su Telegram tutte le news sull’Assegno Unico. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

L’Assegno Unico sarà pagato entro il 31 gennaio 2023 ai cittadini che hanno fatto domanda. Alcune famiglie, hanno mostrato preoccupazione perché non vedevano la disposizione di pagamento, ma l’INPS ha confermato che gli accrediti arriveranno nei prossimi giorni.

Nei prossimi paragrafi spieghiamo cosa è successo con i ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023 e quando arrivano gli importi spettanti ai beneficiari.

Ricordiamo che le date di accredito cambiano da persona a persona e vanno controllate periodicamente sul fascicolo previdenziale del cittadino, area riservata del sito INPS, accessibile tramite le credenziali digitali SPID, CIE o CNS.

Indice

Ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023: in arrivo a fine mese

Anche se l’INPS ha annunciato numerose date di accredito dell’Assegno Unico previste la penultima settimana di gennaio (fino al 20 gennaio 2023), molti cittadini hanno segnalato dei ritardi del sussidio.

A tal proposito, l’INPS ha confermato i ritardi dovuti a questioni tecniche, e non legate ai singoli cittadini, dichiarando che alcuni pagamenti slittano a questa settimana. Quindi, dal 23 gennaio 2023 fino alla fine del mese si prevedono diversi accrediti dell’Assegno Unico per chi ha fatto domanda.

Allo stesso modo, anche alcuni percettori del Reddito di cittadinanza hanno registrato dei ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023. In questo caso, si tratta degli arretrati dell’Assegno unico su Rdc: nonostante le lavorazioni siano iniziate il 16 e 17 gennaio, molte famiglie non hanno ancora ricevuto l’importo arretrato.

Tuttavia, la situazione dovrebbe sbloccarsi nell’ultima settimana di gennaio per tutti i beneficiari, con e senza Rdc.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news sull’Assegno Unico e i bonus per famiglia ed entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023: cosa è successo?

Come anticipato nel paragrafo precedente, l’INPS ha confermato che i ritardi dell’Assegno Unico sono stati sbloccati e molti pagamenti arriveranno nei prossimi giorni, fino alla fine di gennaio 2023.

Ma a cosa si devono questi ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023?

Dopo la metà di gennaio, alcuni cittadini hanno condiviso la loro preoccupazione perché non vedevano nessuna disposizione di pagamento dell’Assegno Unico. Visto che l’INPS aveva già pubblicato diverse date di accredito a partire dal 16 gennaio 2023, le famiglie hanno cominciato a preoccuparsi perché non avevano pagamenti previsti neanche il 20 gennaio.

A questo proposito, non sono arrivate comunicazioni ufficiali su sospensioni o problemi relativi ai pagamenti. Si è trattato semplicemente di un ritardo dovuto a questioni interne. per fortuna, però, adesso dovrebbe essere tutto sbloccato.

Leggi le tabelle con tutti gli importi dell’assegno unico, controlla se ti stanno pagando tutte le maggiorazioni dell’assegno universale, vedi come funziona per chi è disoccupato e come cambiano le cifre dell’assegno unico con i figli con disabilità

Ritardi nel paagmento dell’Assegno Unico a gennaio 2023 in arrivo: in foto, una donna sorridente con in mano dei soldi.

Ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023: prossime date di accredito

Come abbiamo visto nei paragrafi precedenti, l’INPS ha annunciato che i pagamenti dell’Assegno Unico in ritardo arriveranno nei prossimi giorni. Questo vuol dire che dal 23 gennaio 2023 si prevedono tanti accrediti del contributo per famiglie.

Per dare un’idea più chiara alle persone in attesa dell’Assegno Unico di gennaio, ricordiamo quali sono le date annunciate dall’INPS finora e in particolare, le date di pagamento previste dal 23 gennaio:

Invece, per quanto riguarda i percettori di Reddito di cittadinanza, l’Assegno Unico su Rdc arriverà tra il 28 e il 31 gennaio 2023 a chi ne ha diritto e fa riferimento a dicembre 2022.

Scopri cosa fare se non ricevi i pagamenti dell’assegno unico, come controllare gli accrediti dell’assegno universale, quando compilare il modulo Rdc Com Au per ottenere gli arretrati o come presentare l’ISEE corrente per aumentare la somma dell’assegno unico.

Ritardi nel pagamento dell’Assegno Unico a gennaio 2023: controlla il fascicolo previdenziale

Per averer la certezza che l’Assegno Unico di gennaio 2023 è in arrivo nei prossimi giorni, come confermato dall’INPS, consigliamo ai beneficiari in attesa di controllare periodicamente il fascicolo previdenziale del cittadino.

Si tratta di una sezione del sito INPS dove è possibile consultare le disposizioni di pagamento dell’Assegno unico e di altre prestazioni economiche.

Per accedere bisogna prima autenticarsi con le credenziali digitali SPID, CIE o CNS sul sito dell’INPS. Poi bisogna entrare sul fascicolo previdenziale e cliccare sulla voce Prestazioni. Da qui, si seleziona Pagamenti e infine l‘anno di riferimento. A questo punto è necessario selezionare la prestazione economica, quindi l’Assegno Unico.

In pochi minuti, quindi, si può tenere d’occhio lo stato dei pagamenti del contributo economico.

In alternativa, è possibile affidarsi al Contact Center dell’INPS oppure rivolgersi a un CAF o patronato della propria città.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’Assegno unico:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie