Rivalutazione pensioni 2021: chi ci guadagna e chi ci perde

Rivalutazione pensioni: il meccanismo di ancoraggio al costo della vita resterà bloccato fino ad almeno il primo gennaio 2023. Vediamo cosa cambierà e per chi.

Rivalutazione pensioni: chi ci guadagna e chi ci perde nel 2021
Rivalutazione pensioni: il meccanismo permette agli assegni dei trattamenti previdenziali di rimanere ancorati al costo della vita resterà bloccato fino ad almeno il primo gennaio 2023.
3' di lettura

Rivalutazione pensioni: il meccanismo permette agli assegni dei trattamenti previdenziali di rimanere ancorati al costo della vita resterà bloccato fino ad almeno il primo gennaio 2023. Cosa significa e chi ci perde di più (Consulta la nostra pagina speciale sulle Pensioni e partecipa alla discussione sul nostro gruppo Facebook).

Indice:

  • Rivalutazione pensioni 2021: bloccata per altri due anni

  • Come funziona la rivalutazione?

(Leggi anche la nostra pagina speciale sui bonus). (Nel gruppo Telegram contenuti speciali su offerte di lavoro e bonus) (Nel gruppo whatsapp offerte di lavoro, incentivi e concorsi sempre aggiornati) (Qui la pagina riservata ai concorsi) (Qui il link al nostro canale youtube con le video-guide)

Rivalutazione pensioni 2021: bloccata per altri due anni

Rivalutazione pensioni 2021: con la prossima Legge di Bilancio dovrebbe arrivare anche il blocco del meccanismo di adeguamento degli assegni previdenziali al costo della vita almeno fino al primo gennaio 2023. In pratica, ogni anno sull’importo delle pensioni dovrebbe essere applicata la cosiddetta perequazione altrimenti detta rivalutazione: in tal modo, il denaro percepito dai pensionati non perde valore d’acquisto rispetto all’andamento dei prezzi per come certificato dall’Istat.

Ora, le Finanziarie del 2019 e del 2020 hanno limitato questo meccanismo per le pensioni che superano una certa soglia: in sostanza, la rivalutazione “piena” avviene solo per chi ha un assegno di importo medio-basso o basso, mentre è solo “parziale” per chi riceve un trattamento alto ma anche medio-alto.

Rivalutazione pensioni: chi ci guadagna e chi ci perde nel 2021
Rivalutazione pensioni: il meccanismo permette agli assegni dei trattamenti previdenziali di rimanere ancorati al costo della vita resterà bloccato fino ad almeno il primo gennaio 2023.

Come funziona la rivalutazione?

Rivalutazione pensioni: attualmente la rivalutazione piena, al 100%, è applicata solo agli assegni di importo inferiore a 4 volte il trattamento minimo.

Per chi ha un assegno di importo superiore a 4 volte il trattamento minimo ma inferiore a 5 volte la rivalutazione avviene nella misura del 77%, per chi ha un assegno superiore a 5 volte ma inferiore alle 6 nella misura del 52% e così via fino ad arrivare a chi percepisce un trattamento superiore alle 9 volte il trattamento minimo per cui la rivalutazione è fissata al 40%. Quali pensionati sono più penalizzati da questo meccanismo?

  • Alcune stime riferiscono di una perdita media sull’assegno pensionistico di 1.000 euro all’anno

  • D’altra parte, sono i pensionati che prendono un assegno di importo medio-alto a perderci di più: basta pensare che se il trattamento è pari a 1.570 euro al mese, in un anno, vengono di fatto a mancare circa 960 euro ma salendo, possono venire a mancare anche più di 7mila euro (se si prende una pensione di poco più di 4.500 euro mensili, per esempio).

  • Mal comune mezzo gaudio: guardando all’andamento dei prezzi però, che risulta in territorio negativo, l’effetto del blocco della rivalutazione nel 2021 risulterà azzerato.

Potrebbero interessarti:

  1. Pagamento pensioni e aumento: come usare bene il cedolino

  2. Pensione di invalidità più ricca in arrivo. I requisiti

  3. Pensioni anticipate: le news nella Legge di Bilancio 2021

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie