Stavamo morendo, siamo salvi. Storie rock: da Detroit al Godot

4' di lettura

L’internazionale della psichedelia al Godot Art Bistrot di Avellino. Gli ultimi ospiti arrivano da Detroit, sono i Sisters of Hour Sunshine Vapor. Gente conosciuta sulla scena: ha già diviso il palco con band di successo, come i Black Angels. E partecipato a festival di prestigio: Mid Point, Montreal Distortion Psych Fest, Austin Psych Fest, SXSW e CIBG Music & Film Festival. Sono già al secondo tour europeo, e l’appuntamento avellinese è imminente: il prossimo 27 gennaio.

Quell’aereo che stava precipitando

Sean Morrow (chitarra, voce), Eric Oppitz (basso, organo) e Rick Sawoscinski (batteria), presenteranno il loro ultimo e apprezzato album, Lavender Blood (ascoltalo su Spotify). Il disco della maturità, nato da un’esperienza molto forte: la band stava sorvolando con un aereo di linea le coste greche, quando all’improvviso il velivolo ha perso quota. Tutti i passeggeri hanno dovuto indossare le mascherine. Ci sono stati lunghi minuti di panico. La band ha raccontato: «C’era la consapevolezza che avremmo potuto continuare a vivere o finire in fondo al mare». Dopo un po’ il pilota è riuscito a stabilizzare l’aereo. E’ stato allora che Eric Oppitz ha visto «il sole greco all’orizzonte, e intorno a noi gente che sembrava aver vissuto l’esperienza più intensa della propria vita. Noi compresi. Quegli attimi terribili ci hanno insegnato molto: sull’esistenza, sul successo, sul significato profondo delle cose. E’ stato da lì, da quei momenti, che è nato Lavender Blood».

Registrato in una villa sperduta, tra i Doors e i Pink Floyd

Il disco è stato registrato in una villa sperduta nel cuore del Michigan. Silenzio assoluto, contatto con la natura. Ne è venuto fuori un album che un po’ si discosta dai tre lavori precedenti, pure da Desert Rain. Il trio continua comunque a seguire delle precise coordinate, che viaggiano tra lo shoegaze e i Doors, con un inevitabile riferimento: i primi Pink Floyd.

L’ultimo album oscilla fra il lo-fi sognante e sound più duro. Con canzoni “pesanti” e melodie doorsiana. Senza tralasciare alcuni brani decisamente funky.

Leggi anche Concerto per cuori forti, i Motorpsycho sono in rotta verso Avellino

I SOYSV rappresentano una delle punte più “avanzate” del vasto movimento psich che sta animando gli Stati Uniti (e non solo) da qualche anno. Uno sguardo ai ’70 (e alla fine del ’60), declinato con le visioni di oggi. Un movimento che oltre ai già citati Black Angels ha come riferimenti i Black Mountain e decine di altre band. E che continua quel “discorso” avviato negli anni ’90 – ma dalla sponda scozzese – da un gruppo cult come quello dei Primal Scream. Accentuandone però le atmosfere dark e il suono shoegaze (più Jesus and Mary Chain che My Bloody Valentine).

I Sisters of Hour Sunshine Vapor in concerto
I Sisters of Hour Sunshine Vapor in concerto

Una proposta internazionale, che arricchisce il palmares del Godot. E grazie a Luca Caserta, continua a offrire agli appassionati di rock e dintorni di Avellino, la possibilità di restare “al centro della musica” anche in una città di periferia.

Leggi anche Avellino conquistata dal menestrello dark che trasforma il dolore in musica

Ricordiamo: 27 gennaio, Godot Arti Bistrot. Non mancate, sarà una nuova notte psichedelica.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie