Roma per lo Scudetto: tappe della resurrezione giallorossa

Con il 3-0 al Parma, la Roma si è garantito un posto tra le candidate allo Scudetto. La squadra giallorossa, condotta sapientemente da Fonseca, ha nell'armeno Mkhitaryan l'arma per sbaragliare le difese avversarie. Con la crescita di Spinazzola, l'esperienza di Pedro e la forza di Borja Mayoral, la Roma può puntare al titolo di Campione d'Italia.

Roma per lo Scudetto: tappe della resurrezione giallorossa
La Roma ha dato nuovamente prova di un bel gioco e ha sconfitto 3 a 0 il Parma. Può essere l'outsider di questo campionato?
2' di lettura

Occhio a questa Roma, outsider di lusso nella corsa allo Scudetto, che da quelle parti manca dal 2001. Il 3-0 al Parma ha certificato l’ottimo periodo di forma della formazione capitolina, guidata sapientemente da Paulo Fonseca, vicino all’esonero soltanto cinque giornate fa e ora uomo simbolo della resurrezione giallorossa, assieme a uno dei calciatori più in forma del momento assieme a Ibrahimovic e Cristiano Ronaldo: Henrikh Mkhitaryan.

L’armeno goleador

L’armeno, sempre in campo dal primo minuto in campionato, dopo aver smazzato quattro assist ai compagni nelle prime sei gare, si è messo in proprio e contro Genoa e Parma ha realizzato cinque reti (tre ai grifoni, altre due agli emiliani), regalando sei punti d’oro alla Roma, ora a tre lunghezze dal Milan capolista. Per lui è già pronto il rinnovo del contratto fino al 30 giugno del 2022.

Ma l’exploit della Roma ha tanti altri padri e non è stato condizionato dalle assenze per Covid e dai tanti infortuni in rosa. Ieri mancavano all’appello oltre al «lungodegente» Zaniolo, anche Fazio, Kumbulla e Santon, positivi al Coronavirus, e Pastore, fermo per un problema all’anca sinistra.

Durante il match Fonseca ha dovuto tirare fuori pure Ibanez, perfetto nel contenere le scorribande dell’ex Gervinho, ma vittima di un risentimento al flessore della coscia destra e in dubbio per il big-match di domenica contro il Napoli.

Note positive

Le note positive per il tecnico lusitano arrivano dalla crescita esponenziale di Spinazzola, ieri uomo assist per il primo gol in campionato di Borja Majoral, tre marcature in quattro gare da titolare compresa l’Europa League.

E poi c’è Pedro, che Fonseca ha tanto voluto in rosa, e si capisce il perché: l’ex Barcellona, con la sua esperienza, anche quando non segna genera apprensioni alle difese avversarie, salta l’uomo, crea superiorità come ai tempi in cui giocava accanto a Lionel Messi.

Roma per lo Scudetto: tappe della resurrezione giallorossa
La Roma ha dato nuovamente prova di un bel gioco e ha sconfitto 3 a 0 il Parma. Può essere l’outsider di questo campionato?

La Roma è un insieme, un gruppo finalmente coeso, lasciato inalterato dal brevissimo periodo di stallo tra lo scorso campionato e quello attuale, puntellato con calciatori di livello. Fonseca si è perfettamente calato nelle dinamiche della squadra e soprattutto del calcio italiano, che ha rischiato di salutare troppo in fretta.

Ora è meno teorico e più pratico, ha lasciato andare le briglie della Roma, squadra vivace e spregiudicata, iscritta di diritto nella corsa allo Scudetto.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie