Russia, animali morti sulle spiagge. Colpa dei test militari?

Diversi residenti hanno presentato degli strani sintomi dopo essere entrati a contatto con quell'acqua tossica. Sono morti il 95 per cento degli animali.

Russia, animali morti sulle spiagge. Colpa dei test militari?
Ambiente: disastro ambientale in Russia. Sulle coste del Kamchatka sono morti migliaia di animali.
2' di lettura

Nuovo disastro ambientale in Russia. Nella penisola della Kamchatka sono morte il 95 per cento delle specie viventi a causa di alcuni materiali tossici che sono finiti in mare. Non si conoscono ancora le origini del disastro.

Anche diversi residenti e surfisti della zona hanno manifestato strani sintomi dopo essere stati a contatto con l’acqua e l’aria di quella zona.

Cosa è successo?

Da qualche giorno le spiagge del Kamchatka sono state invase da carcasse di animali marini morti, tra cui polpi, granchi e foche. Non si conoscono i motivi di questo disastro.

A dare l’allarme sono stati i cittadini della zona. Subito le associazioni ambientaliste si sono attivate e hanno denunciato la situazione. Greenpeace ha chiesto l’apertura di un indagine per individuare i responsabili.

Cosa c’è in quell’acqua?

Le sostanze che hanno causato la morte di migliaia di esseri viventi non si conoscono. Gli esperti di Greenpeace hanno rinvenuto nell’acqua livelli di prodotti petroliferi, come il fenolo, fino a quattro volte superiori alla norma.

«Durante le immersioni, abbiamo scoperto la morte di massa degli organismi a 10-15 metri di profondità: il 95 per cento è morto – hanno affermato gli ambientalisti -. Alcuni grossi pesci, gamberi e granchi sono sopravvissuti, ma in numero molto ridotto».

Possibili cause: test militari?

Il governo russo non si è sbilanciato sul tema. Il ministro dell’ecologia, Dmitrij Kobylkine, è stato l’unico a esprimersi dicendo che «i valori dei campioni analizzati sono nella norma e che la moria è dovuta a un fenomeno di origine naturale».

I dubbi però sono tanti. Pochi mesi fa era accaduto un altro disastro ambientale in Russia che aveva sconvolto il mondo. Secondo alcuni esperti, il materiale finito in mare potrebbe essere l’eptile, un carburante ad alta tossicità usato per i missili.

Una commissione speciale, hanno fatto sapere le autorità, esaminerà le acque nei pressi dei siti di test militari di Kozelskij e Radyginskij per accertare l’eventuale presenza di materiali inquinanti.

Danni anche all’uomo

Oltre che a distruggere l’ecosistema locale, questo disastro ambientale ha causato anche diversi sintomi nell’uomo. Alcuni residenti e surfisti della zona, dopo aver fatto una passeggiata sulla spiaggia o essersi bagnati, hanno presentato bruciore agli occhi, mal di gola e vomito.

Molto probabilmente questi effetti sono stati provocati dall’alta tossicità dell’acqua e dal pungente odore del mare.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie