Salerno, nave bloccata al largo da 100 giorni: simbolo della crisi

Dovrebbe trasportare auto, ma da mesi non c'è nessun carico da consegnare. E' ormai diventata parte del panorama cittadino

1' di lettura

Gli effetti della crisi sono ben evidenti a Salerno: basta guardare l’orizzonte, verso il mare. E lì, da cento giorni, è attraccata una nave. In attesa. Dovrebbe traghettare auto, ma non c’è nessun carico da trasportare. Resta ferma, in attesa che la situazione si sblocchi. E nel frattempo si è integrata con il panorama cittadino.

In questi mesi di lockdown, e comunque di stop alla produzione di interi settori, anche per il crollo della domanda, il porto salernitano, come qualsiasi altro scalo marittimo del Mediterraneo, si è quasi bloccato. Hanno continuato a scaricare solo le navi che trasportano alimenti o generi di prima necessità. Per il resto è tutto fermo, a partire proprio dalle navi che caricano autovetture.

Quando quella nave, ancorata al largo, si sarà rimessa in movimento, forse avremo un primo, significativo, segnale, delle attività produttive che si sono messe in moto.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!