Sardine, centinaia in piazza ad Avellino: no alla politica dell'odio|VIDEO

Oltre quattrocento in piazza Libertà, ad Avellino, per la manifestazione delle sardine, il movimento anti-Salvini.

2' di lettura

Oltre quattrocento in piazza Libertà, ad Avellino, per la manifestazione delle sardine, il movimento anti-Salvini.

“Ci auguriamo che questa inchiesta della magistratura faccia pulizia nella città. Tutelare la legalità è la prima arma per sottrarsi ai populismi”. Dice una voce che arringa la folla.

Durante il presidio sono stati tanti a urlare in corso “Avellino non si Lega”. Mentre è partito l‘inno di Mameli cantato da grandi e piccini. Numerosi i bambini che sulle spalle dei genitori intonavano i cori.

In piazza, sulle scale dell’istituto Regina Margherita, c’erano sardine di ogni colore e tipo. Non mancavano i musicisti e qualcuno che ha acceso gli accendini come in un grande concerto. Diverse le dirette facebook che hanno amplificato l’evento. Numerosi i sindaci presenti e gli esponenti del partito democratico. C’era anche il riferimento provinciale di Rifondazione Comunista, Tony della Pia.

Sardine ad Avellino. In centinaia cantano “Bella ciao”

Con il sottofondo di “Bella Ciao” sono stati in centinaia a cantare. Mentre abbiamo raccolto alcune voci.

“Vedere una piazza piena è sempre un’emozione. Essere qui significa manifestare per la democrazia”. Ci dice una signora sulla sessantina.

“La mia visione di Europa è diversa. L’Europa senza confini e senza barriere è un’opportunità. Viaggiare liberamente, confrontarsi con altri popoli, un mondo che viaggia velocissimo e ha bisogno di un pensiero altrettanto fluido. Essere qui, per me, significa credere in tutto questo”. Gli fa eco Giovanni, sedici anni.

Come lui, sono tanti i giovani che hanno deciso di essere presenti qui ad Avellino. In piazza. Molti sono arrivati dai comuni della provincia per ribadire che “l’Irpinia non si Lega”.

Le sardine, chi sono e cosa vogliono

“Più un anticorpo che un movimento politico”. Così Mattia Santori, uno dei promotori della manifestazione di piazza delle sardine a Bologna, ha descritto il fenomeno che sta raccogliendo sempre più consensi fra Nord e Sud Italia.

“Riappropriamoci della politica”. Hanno ribadito le sardine nelle piazze già visitate. Un modo per opporsi al nazionalismo. Sentimento che in Italia si identifica con il leader di opposizione della Lega Matteo Salvini.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!