Scandone: “De Cesare pagherà tutti i debiti”

felice scandone
1' di lettura

De Cesare pagherà tutti i debiti della Scandone per assicurare il campionato di Serie B. Iscrizione che ancora non è certa, si attende infatti il parere del Consiglio Federale sul bonifico pagato dal sindaco Gianluca Festa, entro i termini previsti dalle norme federali.

A dirlo è stato Claudio Mauriello, presidente dell’Avellino Calcio e della Sidigas Scandone, che al termine dell’udienza, incontrando la stampa nei corridoi del tribunale, si è soffermato per spiegare alcuni aspetti futuri delle società sportive. Un percorso quello della Scandone che probabilmente continuerà nel campionato di Serie B senza perdere denominazione, logo e numero di matricola, se De Cesare effettivamente pagherà i debiti della società di pallacanestro. Difficile dire a quanto ammontino realmente i debiti della società sportiva, ma sicuramente la situazione evidenziata anche dalla Comtec, è a dir poco complessa.

Una dichiarazione che lascia tanti dubbi sulla veridicità dell’azione, soprattutto alla luce del pagamento effettuato dal sindaco Festa per un totale di 20.000 euro. Una cifra irrisoria che, sicuramente, De Cesare o uomini vicino a lui, avrebbero potuto garantire tranquillamente.

Adesso c’è apprensione per il concordato che la Sidigas Spa dovrà presentare entro il termine di 60 giorni, prorogabile in casi particolari di altri 60. Questa mattina, il Presidente Mauriello, ha assicurato che probabilmente le due società non rientreranno nella ristrutturazione del debito, in quanto la linea di credito della Sidigas Spa, sarebbe tale da non obbligare la società a vendere i club.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!