2
9' di lettura

Scrivere un post virale sul blog è una aspirazione di tanti. La “ricetta perfetta” non esiste. Quindi – se cerchi la guida definitiva – questo non è il post che fa per te.

In questo articolo ti offrirò, invece, degli “acceleratori”: consigli per tenere i lettori incollati allo schermo e piazzare i tuoi post in cima alle classifiche di ricerca di Google. Un risultato che farà aumentare vertiginosamente i lettori del tuo blog.

Sei pronto? Iniziamo…

Ecco 5 passaggi per scrivere un post virale:

  • Scegli un argomento vincente e fai una “ricerca di mercato”
  • Crea un titolo fantastico
  • Scrivi il tuo post in modo accattivante e unico
  • Formatta il tuo post e rendilo “sexy”
  • Inserisci delle parole chiave che ti permettano di avere tantissimi lettori

 L’argomento vincente

Come ti dicevo, non esiste una ricetta definitiva per scrivere un post virale. Allo stesso modo ogni argomento può andar bene. Per la scelta del tema possono essere utili degli accorgimenti.

Parti dal tuo pubblico.

Per chi scrivi? Da chi è composta la nicchia dei tuoi lettori? Le statistiche del tuo blog, con la provenienza degli utenti, potrebbero esserti molto utili per rispondere a queste domande.

Il secondo passo è essere appassionati di ciò che si scrive. Se da lettore non arriveresti al sesto rigo del tuo articolo: beh, butta quella robaccia. Quali sono le tue passioni? Prenditi un minuto e scrivi cosa ami e di cosa sei esperto.

Una passione vale l’altra? Non proprio…

Una volta scelto l’argomento, realizza una “indagine di mercato”. Tranquillo: non dovrai sborsare cifre esorbitanti per un team aziendale o comprare l’app del momento. Sarà sufficiente cercare l’argomento e trovare gli articoli più indicizzati sul tema. Un passo decisivo per scrivere un post virale.

Scegli con attenzione e sii specifico…

Fai una scrematura dei “siti” che ne hanno parlato. Si tratta di piattaforme da milioni di utenti (La Repubblica per esempio) o realtà di nicchia? Inserirsi in uno stagno stracolmo di pesci non è mai una buona idea: sopratutto sei il più piccolo e giovane del branco. Meglio scegliere corsi d’acqua meno “trafficati”. Un tutorial sulla produzione di birra non è così originale. Ma quanti producono dell’ottima bionda con la canapa? Scegli un “taglio unico” per i tuoi articoli.

Quanto sai dell’argomento di cui scrivi?

Elenca i punti essenziali per scrivere un post virale. Inizia a cercare altre fonti: c’è qualche aspetto che non avevi considerato e che potrebbe essere determinante per la stesura del tuo articolo? Scrivilo e apprendi il più possibile sul tema.

Non tutte le fonti hanno lo stesso valore

Comportati come un bravo giornalista: verifica le tue informazioni. E, solo quando sei sicuro, inizia a scrivere il tuo post virale. Se sei arrivato fin qui, e hai trovato utile l’articolo, sostieni The Wam. Non ti chiedo soldi, solo di condividere questo post con i tasti social. O, se il progetto ti piace, iscriviti alla newsletter del sito. Hai scaldato i motori? Bene, passiamo a un argomento fondamentale per ogni blogger. La scelta del titolo.

Come scrivere un titolo vincente

Il tuo titolo è la tabella illuminata di una tavola calda: devi spingere gli automobilisti a fermarsi. Un ottimo titolo è diretto, emozionale, accattivante. Un titolo grandioso è fondamentale per scrivere un post virale.

Da quante parole deve essere composto un buon titolo?

Sulla questione sono stati scritti fiumi di inchiostro, analogico e digitale. L’ideale è racchiudere il titolo fra le 8 e le 10 parole, segni di punteggiatura inclusi.

Gli elenchi funzionato alla grande

I numeri catturano l’attenzione. Quindi un titolo che indica «5 segreti fondamentali per coltivare barbabietole», è una ottima idea. Prima di scegliere un’opzione di questo tipo, però, assicurati che ogni punto del tuo elenco sia davvero utile al lettore.

Leggi anche  Black Friday: 5 app per acquisti super scontati VIDEO
RICORDATI DI ESSERE SPECIFICO

Metti a fuoco quello che vuoi dire

Una altra caratteristica importante – per un titolo vincente – è la specificità. Ancora elenchi, ecco un esempio di quanto sto dicendo: «Ecco i cinque migliori fumetti Marvel». Uno stagno ricolmo di pesci. Meglio puntare su qualcosa come: «I migliori cinque fumetti con ambientazioni noir».

Cerca di essere specifico e “stringere” il bersaglio degli argomenti trattati per scrivere un post virale. Questa tecnica, con le giuste parole chiave, assicurerà una straordinaria indicizzazione dei tuoi articoli. In questa guida ho dedicato un capitolo alle parole chiave e agli strumenti per scegliere le più efficaci. Si tratta di applicazioni gratuite e molto intuitive. Se ti interessa, vai al quinto punto di questa guida.

Usa forma attiva. Evita gli avverbi.

Come scrivere un post virale

Ha scelto l’argomento dell’articolo e un titolo grandioso, ora devi scrivere un post virale. Sembra una banalità, eppure molti blogger dimenticano che i contenuti sono la cosa più importante. Se non hai nulla di interessante da dire e non conosci il modo di migliore per farlo, ogni strategia si rivelerà inutile. Da lettore – se scelgo di seguire il tuo blog – voglio trovare solo contenuti interessantissimi e utili. E, ci tengo, che siano semplici.

Stampa questa frase a lettere cubitali:

«La semplicità e la qualità sono il segreto di un blog di successo, il resto è fuffa».

Per iniziare a scrivere il tuo post parti dall’incipit. Le prime righe del tuo articolo. Questo “blocco” di testo è essenziale: nei primi cinque secondi il lettore decide se procedere con la lettura o chiudere la pagina e non tornare mai più.

Ragiona come un giornalista…

Nelle prime righe devi inserire l’argomento del quale andrai a parlare e una introduzione di come sarà organizzato l’articolo: cosa troverò lì dentro? Come lo hai sistemato? Questo secondo aspetto è importante almeno quanto il primo. La maggior parte dei lettori sono pigri e impazienti e procedono a “balzelli” all’interno del testo. Avere una mappa dell’articolo – già nelle prime righe – è fondamentale. Nell’incipit inserisci almeno due parole chiave presenti nel titolo.

L’ingrediente indispensabile

Lo stile di scrittura è quell’ingrediente che decreterà il tuo successo come blogger. Nessuno ti chiede di essere Stephen King o Indro Montanelli, ma puoi utilizzare degli accorgimenti che renderanno il tuo post decisamente più scorrevole.

Rileggi e semplifica

Dopo una prima stesura, allontanati dal pc e dedicati ad altro. Quando ritornerai comincia a rileggere e procedere per “eliminazione”. Trova tutti gli avverbi e cancellane la metà. Dico sul serio: l’utilizzo di queste parole deve essere ridotto all’osso. Quando non puoi farne a meno cerca di sostituirli con degli aggettivi. Utilizza tempi dei verbi facilmente “digeribili”: quindi presente o passato prossimo. Evita l’imperfetto e, sopratutto, i congiuntivi. Non devi scrivere in modo superficiale, ma ricordati di essere semplice. Il lettore ti leggerà sul freddo schermo di pc o di uno smartphone, in condizioni proibitive, e non comodamente seduto in poltrona con un libro fra le mani.

Usa il “semplificatore”

Usa periodi brevi di poche parole: dalle 7 alle 10. Aiutati con questo strumento (CLICCA QUI). Mantieniti su un livello di scorrevolezza del “65%”. Attento alla struttura dei periodi. Cerca tutte le “ripetizioni” e sostituiscile con dei sinonimi. In molti lo dimenticano: quando scrivi mettici il cuore.

Te l’ho già detto, ma vale la pena ripeterlo:

Se il tuo post non ti emoziona, lascia perdere. Stai sprecando il tuo tempo

Rendi il tuo post sexy:

Anche l’occhio vuole la sua parte. Lo avrai sentito dire mille volte. E’ fondamentale dare ai tuoi articoli una veste grafica accattivante.

Leggi anche  Jacobin, la rivista odiata da Trump arriva in Italia e parte da Avellino

L’importanza del bianco

Lo spazio è fondamentale. I “muri” di testo spaventano anche il lettore più coraggioso e volenteroso. Per ogni paragrafo dai i giusti “spazi”. Un altro trucco è usare gli elenchi. All’inizio dell’articolo potresti metterne uno per descrivere i contenuti e spiegare al lettore come è distribuito il post.

Le “ancore visive” sono fondamentali

Permettono al lettore, pigro e impaziente, di “balzare” con gli occhi all’interno del testo. Utilizza il grassetto per evidenziare le parole fondamentali. Non tralasciare i termini chiave. Fra poco vedremo come individuarli.

USA FOTO ECCEZIONALI

Lo scatto decisivo

Hai presente il detto: una immagine vale più di mille parole? E’ fondamentale nel mondo dei blogger. Scegli immagini di grande impatto visivo e lascia un segno indelebile nella memoria del lettore.

Per scegliere immagini davvero straordinarie, utilizza questi tre siti gratuiti:

Dillo con un video

Video di alto impatto possono fare una enorme differenza. Il linguaggio visivo è sempre più diffuso in rete. In The Wam daremo spazio a numerosi tutorial per aspiranti videomaker. Non perderteli. Anzi dai un’occhiata subito alle nostre produzioni video. Ecco qualche utile consiglio.

Assicurati inquadrature di qualità, utilizzando un cavalletto o comunque uno stabilizzatore. Cerca di mettere gli argomenti più importanti nelle riprese iniziali. E’ essenziale che i primi cinque secondi sappiano tenere l’utente incollato allo schermo. Assicurati che l’audio sia di ottima qualità e che possa essere ascoltato da chiunque.

Le parole magiche

Siamo arrivati all’ultimo capitolo di questa guida. Parliamo di parole chiave. Quando un utente cerca qualcosa, va su Google e digita l’argomento. Scegliere la parola chiave giusta è quindi fondamentale per attrarre un grande numero di lettori.

Usa il “pianificatore”…

Ma qual è la migliore parole chiave in assoluto? Quella che ti fa arrivare in modo diretto e immediato a soddisfare il bisogno dell’utente. Per trovare le giuste parole chiave o “keyword” ci sono tante utili applicazioni. Una di quelle indispensabili è Keyword Planner. Rientra nella piattaforma Google Adwords.

Come usare Keyword Planner

Puoi entrare in Keyword Planner cliccando su questo link: http://adwords.google.com/keywordplanner. Ora potrai scegliere le parole chiave per i tuoi annunci, moltiplicare il numero di parole chiave e stimare quanti utenti sono interessati a una determinata parola chiave.

Prova subito. Inserisci la tua parola, scegli nel “targeting” i filtri di ricerca (relativi, per esempio, ad area geografica e lingua) e vedi il risultato. Poi, cliccando sulla funzione “Trova Idee”, puoi avere subito accesso a una carrellata di consigli.

Stai “al passo” con le tendenze web

Un’altra utile applicazione, messa a disposizione dal motore di ricerca più usato al mondo, è “Google Trend”. Uno strumento che ti permette di trovare le parole chiave “più alla moda” sul web, scegliendo le aree geografiche e la lingua alle quali sei interessato.
Per accedere a Google Trend puoi cliccare su questo link
http://www.google.it/trends/explore.

Ora scegli il Paese di riferimento e l’arco temporale. Puoi anche confrontare l’efficacia di diverse parole chiave attinenti allo stesso campo di ricerca. La pratica è fondamentale.

To be continued…

Siamo arrivati alla fine di questa guida. Se seguirai tutti i passi indicati, creerai dei post efficaci. Ma questo è solo un passo per affermarsi nell’universo della comunicazione digitale. Creare un articolo è, infatti, come mettere il primo mattone di un palazzo. Ci vediamo al prossimo post di The Wam.

Ciao, Andrea

Vivo con un piccione libero in casa: così Sgorby mi ha cambiato la vita

Articolo precedente

I giornali locali hanno ancora un futuro: vi spiego perché

Articolo successivo

2 Commenti

  1. Ottimo articolo

    1. Monia sono contento tu lo abbia trovato utile. E’ un piacere averti come lettrice su The Wam

      Andrea Fantucchio

Rispondi

Potrebbe piacerti anche