Portrait of woman in white shirt and coat
Cultura⚡ Vai in versione lampo ⚡

Se dotta è abbandonata…

0
3' di lettura

Se dotta è abbandonata’: prendo il via da questa bella battuta di Alberto Troisi, per raccontare la storia che segue. Rossella, brillante responsabile marketing, è la compagna di Alessandro, consulente finanziario, cui è legata da un rapporto sempre in bilico tra il prendersi e il lasciarsi. Alla fine, dopo sei anni si sono lasciati sul serio, perché Paolo non sopportava più di sentirsi in ombra accanto a Rossella; di tanto in tanto la tradiva pure con sfrontata baldanza, con donne che stavano a Rossella come un’osteria ad un ristorante gourmet. Insicuro di suo probabilmente dall’infanzia, alla fine ha smesso di amarla, e pure lei a lui, e arrivederci ai suonatori. Dopo pochi mesi dalla separazione, incapace di stare da solo come il 90% degli uomini, Paolo si è riaccoppiato, con una pianta a tronco largo e fusto corto, di quelle sotto cui ci si può riposare senza pensieri, inebetiti e sereni. Rossella invece, che sa stare benissimo da sola, se e quando sarà vorrà un compagno, non una compagnia.

Se la donna è colta, intelligente e sexy, gli uomini scappano
a beautiful brunette girl with a charming smile and expressive brown eyes drinking coffee and using a smartphone, checking social networks, doing photo selfi

Allontanate questi uomini senza rimpianti

Voglio una donna bella, colta, ironica, divertente, sexy, capace, forte, esuberante, che tutti mi invidino’. Lo dicono molti uomini, quasi tutti, forse perché dichiarare il contrario non conviene. Ma quanti uomini, nel privato ce la fanno davvero a vivere felici e sereni con donne simili accanto? E quanti invece cedono, fiaccati da ataviche competizioni di genere? Care donne ‘belle, colte, ironiche, divertenti, capaci, forti, esuberanti ecc.’, ricordate che gli uomini che prima o poi con voi non ce la faranno (a proposito di uomini, evitate questi tre), preferendo ‘relazioni più semplici e meno impegnative’, vanno allontanati senza rimpianti. Questi individui daranno sempre la colpa a qualcun altro delle loro lacune. Non saranno stati loro nella vita a non impegnarsi abbastanza per raggiungere il traguardo o per fare chiarezza in se stessi, ma voi ad essere andate troppo avanti, e per questo andate punite con la distanza. Voi, coi vostri talenti conquistati con merito e sacrificio, dovreste consolare loro, quasi scusandovi delle vostre capacità, anzi impegnandovi a scendere più in basso che potete per fargli compagnia nel fosso dell’autocommiserazione. Questi uomini, lasciateli subito.

Portrait of an attractive woman lying on the bed with laptop and phone, white soft bed cover, concept photo

Vogliono donne che camminino un passo indietro

La cosa peggiore, poi, è che quando si allontanano da compagne impegnative per donne di cui non sono neppure innamorati, ma con cui semplicemente ‘si riposano’, le prime mica le vogliono lasciare – e certo che no – ma fanno come il collezionista che chiude il vaso Ming in cassaforte (dove va a venerarlo di nascosto), per mettere al centro tavola l’oggetto kitsch acquistato dai cinesi. Incapaci di reggere il confronto con una persona forte perché abituati a vincere facile, sceglieranno accanto qualcuno di molto modesto da tutti i punti di vista, che gli cammini un passo indietro e che non li faccia mai sfigurare, preferendosi campioni di discesa a peso morto, invece che scalatori. E tuttavia, non vogliono perdere né Salomè né la Bella Addormentata nel Bosco: e chiamateli fessi.

young pretty woman thinking and sitting on a big books pile

Lasciano l’attico in centro per un seminterrato in periferia

In estrema sintesi: i vostri uomini hanno lasciato l’attico in centro per il seminterrato di periferia, e vi chiedono ogni tanto di risalire per darsi un tono? Vi hanno scongiurato di aspettarli e di capirli, nel gioco al massacro dei loro inutili rinvii, chiedendovi di diventare il parcheggio abusivo delle loro auto da rottamare? Se la risposta è sì, mandateli dritto per dritto a scopare il mare. Potrebbero vivere in eterno col piede in due scarpe, ma a voi serve un centometrista scattante, non un claudicante.

Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Potrebbe piacerti anche