Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Fisco e tasse / Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: la misura potrebbe essere inserita nella manovra di Bilancio, vediamo come funziona.

di The Wam

Dicembre 2021

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730. La “sanzione” scatterà per tutti i contribuenti che sono in debito con il fisco. La penalizzazione è allo studio del governo. Si tratterebbe di una sorta di compensazione tra i crediti d’imposta che sono stati maturati e i debiti con l’Agenzia delle Entrate.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su Invalidità e Legge 104 ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su Whatsapp, Telegram, Facebook, Instagram e YouTube.

Una penalizzazione che rischia di colpire milioni di cittadini. Come detto basta una sola multa non pagata, una cartella esattoriale o una rata della Tari.

Il costo delle imposte non pagate verrà di fatto sottratto alle detrazioni.

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: un esempio

Facciamo un esempio. Se un contribuente ha maturato un credito di 1000 euro, ma non ha pagato una multa da 200 euro, la detrazione sarà ridotta a 800 euro.

Il governo ritiene che questa riforma sia legata a una forma di giustizia fiscale (per equiparare chi rispetta le leggi e paga le tasse e chi non lo fa). In realtà l’obiettivo vero è un altro: l’ulteriore potenziamento dei meccanismi di riscossione.

Un potenziamento reso necessario per tentare di ridurre il debito pubblico (era già altissimo, ma è schizzato in alto durante la pandemia, nonostante il rapporto deficit/Pil sia costantemente in discesa).

Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su invalidità e legge 104 da questo gruppo Telegram. Informati anche su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo whatsapp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook . Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale YouTube

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: l’incrocio dei dati

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede questa proposta (che ha molte possibilità di essere approvata a stretto giro).

Il fisco effettuerà un incrocio dei dati per tutti i contribuenti che chiedono un rimborso o indicano un credito d’imposta. Questo “incrocio dei dati” consentirà all’Agenzia delle Entrate, e prima di rilasciare l’atto di liquidazione, di accertare se il contribuente ha dei debiti da saldare con il fisco (che sia appunto, una multa, la Tari o una cartella esattoriale o qualsiasi altra pendenza con l’erario).

Se risulta qualche debito parte la segnalazione alla sezione Riscossione. L’Agenzia a quel punto contatta il contribuente e avvisa: se entro 60 giorni le somme arretrate non verranno rimborsate scatterà la compensazione.

Per compensazione si intende l’ammontare del taglio sui rimborsi.

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: chi è escluso

Nella proposta del governo non saranno comunque inclusi nella compensazione tutti i debiti inferiori a 100 euro e quelli per i quali il contribuente ha chiesto e ottenuta la sospensione o la rateizzazione dei pagamenti.

Il governo ha anche spiegato che con questo meccanismo i cittadini che sono in debito con lo Stato o gli enti locali potrebbero evitare le procedure esecutive avviate dall’Agenzia dell’Entrate, a cominciare dai pignoramenti.

Certo, i cittadini eviterebbero il rischio di pignoramento, ma soprattutto l’ente ridurrebbe e di molto i tempi e i costi per la riscossione dei debiti dei contribuenti.

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: sistema antievasione

I tempi per l’approvazione di questa misura potrebbero essere molto stretti. Si punta a inserirla all’interno della manovra di Bilancio. Ora si completerà l’istruttoria tecnica, sarà comunque necessario un accordo in maggioranza.

Di certo, questo è l’intento di chi ha sollecitato la mini riforma, il sistema anti evasione avrebbe una nuova e molto potente arma a disposizione.

Si eviterebbe anche l’accantonarsi di un numero considerevole di arretrati non pagati (mai dimenticare le decine di milioni di cartelle esattoriali accantonate e che saranno riscosse con estrema difficoltà e un notevole aggravio di costi per lo Stato).

Se non paghi una sola multa tagliati i rimborsi sul 730: possibile opporsi

I contribuenti potranno opporsi, ricorrere al giudice o subire senza poter reagire le decisioni del Fisco anche se, e può capitare, si poggiano su basi infondate?

Sì, è possibile ricorrere al giudice dopo aver ricevuto la comunicazione dell’Agenzia delle Entrate (proprio come avviane ora per il fermo o l’ipoteca).

Ma potrebbe essere inserita nella mini riforma anche la possibilità per il contribuente di avviare entro 30 giorni un contraddittorio con l’Agenzia delle Entrate e Riscossione.

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp