Seconda dose di vaccino: tutto quello che devi sapere

Seconda dose di vaccino: tutto quello che devi sapere sul richiamo per chi ha fatto AstraZeneca, per chi vuole la seconda dose eterologo o omologa. I cittadini che desiderano continuare con AstraZeneca cosa devono fare? Come deve comportarsi chi ha più di 60 anni se non vuole ripetere AstraZeneca? Ecco cosa dispone il governo.

4' di lettura

Sulla seconda dose di vaccino AstraZeneca si è creata una certa confusione su chi lo deve fare e se lo deve fare. Anche la possibilità di “libera scelta” per chi non vuole una vaccinazione eterologa (con due prodotti diversi, con vettore virale e mRna messaggero), non ha contribuito a chiarire le cose. Innescando un altro dubbio: cosa significa consenso informato e come manifestarlo?

In questo articolo cerchiamo di fare chiarezza, anche spulciando tra le direttive del governo e del ministero della Salute.

Chi ha ricevuto la prima dose di AstraZeneca e ha meno di 60 anni può fare il richiamo con lo stesso vaccino?

Può farlo, come è stato ribadito nei giorni scorsi. Anche se il governo e gli esperti continuano a consigliare un mix di vaccini. Il motivo? Tre studi autorevoli, anche se sono stati utilizzati campioni piuttosto ridotti, avrebbero confermato che la combinazione di due vaccini diversi innesca una produzione più consistente di anticorpi al covid. Sarebbe quindi suggerito a chi ha fatto AstraZeneca e ha meno di 60 anni, un richiamo con Moderna o Pfizer per la seconda dose di vaccino.

In Germania la vaccinazione eterologa è già stata avviata da qualche settimana.

Ma non solo, gli stessi studi, effettuati nella stessa Germania, in Francia e in Spagna, avrebbero accertato che la vaccinazione combinata offre uno scudo più resistente anche nei confronti della mutazione indiana, che si sta diffondendo anche in Italia.

Chi rifiuta la vaccinazione eterologa, ma preferisce avere un secondo richiamo di AstraZeneca, cosa deve fare?

Dovrà presentare un certificato medico che attesti il rifiuto di ricevere la combinazione di vaccini.

Il certificato deve essere redatto dal medico di base, che dovrebbe anche essere a conoscenza della storia clinica e delle condizioni del paziente.

Il certificato in questione dovrà confermare che il cittadino ha l’urgenza di completare il ciclo di vaccinazione con AstraZeneca. Il motivo? Semplice, altrimenti non accetterebbe di farsi iniettare come seconda dose di vaccino un prodotto diverso. Ossia: rifiuta il mix vettore virale/mRna messaggero.

Come mai il governo ha scelto di accettare la libertà di scelta del cittadino rispetto alla vaccinazione eterologa?

Il motivo è pratico. Il rischio di avere una persona che ha avuto una sola dose di vaccino AstraZeneca, e quindi è solo parzialmente protetto dall’infezione da covid, è stato ritenuto molto maggiore rispetto a quelli connessi a una seconda dose di vaccino anglo svedese. Anche in considerazione del fatto che ha già avuto una somministrazione e non ha subito effetti collaterali significativi.

Oltre al certificato medico serve, sempre agli under 60, anche un consenso informato per ricevere il richiamo omologo con AstraZeneca?

Chi sceglie di rifiutare la seconda dose di vaccino combinata dovrà firmare una documento prima dell’iniezione. Si tratta del consenso informato. In pratica a chi sta per vaccinarsi la seconda volta con AstraZeneca viene comunicato che il governo ritiene più efficace il richiamo con un prodotto diverso.

Ma perché il governo ha deciso che sarebbe preferibile sospendere il richiamo con AstraZeneca?

Beh, lo sapete tutti. Per gli under 60 ci sono dei potenziali, anche se estremamente ridotti, rischi che la somministrazione di questo vaccino, così come quello Johnson e Johnson, possa causare una rara forma di trombosi soprattutto in soggetti che hanno le piastrine basse.

Gli over 60 sono costretti invece a completare la seconda dose di vaccino con AstraZeneca?

In questo caso il governo e gli esperti consigliano a chi è in questa fascia di età di completare la vaccinazione con lo stesso prodotto, anche perché tra gli over 60 i rischi di trombosi sono davvero irrilevanti. Ma c’è anche una apertura alla possibilità di combinare la vaccinazione con un prodotto con mRna messaggero per potenziare la risposta degli anticorpi

Per tutte le news e i video di TheWam segui questi link:

WhatsApp

https://thewam.net/redirect-lavoro.html

Facebook

Pagina > https://www.facebook.com/thewam.net/

Bonus > https://www.facebook.com/groups/bonuslavorothewam/

Lavoro > https://www.facebook.com/groups/offertedilavoroeconcorsi/

Pensioni/Invalidità > https://www.facebook.com/groups/pensioninewsthewam/

Assegno Unico > https://www.facebook.com/groups/assegnounicofigli/

Serie TV e Cinema > https://www.facebook.com/groups/CinemaeSerieTvthewam/

YouTube

https://www.youtube.com/c/RedazioneTheWam

Telegram

https://t.me/bonuselavorothewam

Instagram

https://www.instagram.com/thewam_net

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie