Covid, seconda ondata: in un dossier segreto tre previsioni e come si agirà

Un report dell'Istituto Superiore della Sanità e del Ministero della Salute descrive gli scenari possibili e le contromisure ancora in fase di studio.

Covid seconda ondata italia
Covid, un dossier dell'Iss e del Ministero della Salute elenca le contromisure rispetto a tre diversi scenari relativi al Coronavirus.


3' di lettura

L’Italia si prepara alla seconda ondata di Covid. E’ scritto in un dossier stilato dai tecnici dell’Istituto Superiore della Sanità e del Ministero della Salute. E non dovrebbe allarmare nessuno: è giusto che ci si faccia trovare pronti. Tre gli scenari possibili: uno gestibile, uno intermedio e l’altro che riporta indietro le lancette al picco dell’epidemia da Coronavirus.

Quando il governo, comunque in autonomia e senza tener conto dei suggerimenti degli scienziati, decise di chiudere tutta l’Italia. Gli esperti proponevano, invece, zone rosse localizzate nelle regione e nelle province più a rischio di contagio.

Coronavirus, l’incognita scuola

Le sette pagine del documento riservato, citato da Fiorenza Sarzanini sul sito de Il Corriere della Sera, descrivono le contromisure che l’Italia si prepara ad adottare in autunno.

Lì dentro c’è la base delle linee guida che saranno utilizzate dalle Regioni. C’è una grande incognita: la scuola. La verità è che gli scienziati non sanno come la ripresa delle attività scolastiche influenzerà l’andamento del contagio.

Questo perché, quando è arrivata la chiusura delle scuole, l’epidemia era già troppo diffusa e non c’è stata una raccolta di dati sufficienti.

In media si parla di un indice Rt, grado di contagiosità, che potrebbe salire di almeno lo 0,4% dopo l’apertura degli istituti scolastici. Un dato prevedibile, ma da non prendere sotto gamba. Quando l’Rt supera il valore “1”, l’attenzione è già elevata. Nei giorni di massimo picco del contagio la cifra ha superato il “3”.

I tre scenari, rischio seconda ondata

Il primo scenario prevede una situazione simile a quella di oggi. Focolai localizzati, contagi sotto controllo. Necessità di potenziare il sistema di tracciamento del virus: la capacità di ricostruire i contatti avuti dalle persone positive.

Il secondo scenario è più preoccupante. I contagi salgono, ma si riescono ancora a gestire grazie a un sistema, ben coordinato, di ricoveri in ospedale e cure a casa. Nessuno stress eccessivo per il servizio sanitario nazionale.

Il terzo scenario, che nessuno si augura ma che non si può escludere, prevede una impennata dei contagi fino ai livelli di picco della pandemia. Una seconda ondata che genererebbe un aumento delle persone ricoverate, con gli ospedali sovraffollati.

I cinque interventi

Nel documento si fa riferimento a cinque interventi fondamentali, ai quali andranno aggiunti i suggerimenti delle Regioni. L’organizzazione Stato-Regioni sarà fondamentale per gestire questa seconda fase della convivenza col virus. Spesso, infatti, delle ordinanze localizzate hanno finito per scontrarsi con quelle del governo, creando ulteriore confusione.

Torniamo agli interventi.

Il primo è riferito proprio al coordinamento fra le regioni, grazie a un monitoraggio capillare (secondo punto) e comunicazioni immediate. Il Ministero della Salute dovrà avere un quadro completo e dettagliato della situazione italiana.

Nel terzo e nel quarto punto si fa riferimento alla necessità di avere dati chiari sui tamponi e relazioni aggiornate sui luoghi più a rischio contagio: a partire da scuole e residenze per anziani.

L’ultima sfida è una corsa contro il tempo: la necessità di rafforzare in modo massiccio ospedali e altre strutture sanitarie, inclusi i dipartimenti di prevenzione per sventare il rischio di contagio.

Per ricevere tutte le news puoi anche seguire il servizio GNews su Google, Facebook e Instagram.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Entra in WhatsApp e ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Bandi, Bonus e Lavoro

  2. News dall'Italia e dal mondo

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie