Divieti di Pasqua: seconde case dove è vietato e dove no

Giungla di regole e ordinanze per raggiungere le seconde case durante le feste di Pasqua: il decretpo del governo lo consente, ma molte regioni hanno imposto lo stop. Ecco dove sarà possibile andarci, ma solo con il numero familiare convivente, e dove invece sarà tassativamente vietato.

3' di lettura

Sugli spostamenti verso le seconde case si sta creando una certa confusione: se il decreto e il dpcm emesso dal governo consente ai cittadini di raggiungerle anche se si trovano in zona rossa fino al termine delle feste di Pasqua, alcuni governatori hanno deciso di mettere uno stop a quei trasferimenti, e in particolare nei giorni di festa. Motivo: evitare assembramenti e una eventuale ondata di contagi che metterebbe ancora più in affanno strutture sanitarie già in una situazione critica.

Le regole del governo

Nel decreto del governo (e nel dpcm), si legge che può andare nelle seconde case solo il nucleo familiare convivente, ma a condizione che sia disabitata.

Non si può andare con amici o parenti.

E può andarci solo chi dimostra di essere proprietario o affittuario delle’immobile da prima del 14 gennaio 2021.

Ma alcune regioni hanno disposto altre restrizioni. In alcune sarà vietato del tutto, in altre sarà invece obbligatorio un tampone prima di arrivarci.

Campania

Con una ordinanza il governatore Vincenzo De Luca ha disposto che sono vietati «dal 18 marzo al 5 aprile gli spostamenti dal comune di residenza, domicilio o dimora abituale sul territorio della Campania verso le seconde case e in ambito regionale». Si escludono, come di consueto, «i comprovati motivi di necessità, urgenza e comunque per il tempo strettamente indispensabile».

Toscana

Non sarà possibile raggiungere le seconde case anche in Toscana. L’ordinanza è stata emessa dal governatore Eugenio Giani. Sarà valida fino all’11 aprile. E sarò consentito solo per motivi gravissimi.

«L’ingresso in Toscana – si legge nell’ordinanza – con finalità di recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale, da parte di persone non residenti è consentito solo in presenza di motivi di salute, di lavoro, di studio o comprovate e gravi situazioni di necessità documentata».

Sardegna

Stretta anche in Sardegna, l’isola che per qualche settimana è stata zona bianca. Il governatore Christian Solinas ha emesso una ordinanza che impone «ai proprietari di seconde case non residenti», di accedere «solo per comprovate esigenze lavorative o motivi di salute e comunque presentando la certificazione di vaccinazione avvenuta o di negatività al tampone».

È anche ribadita, nella stessa ordinanza, «l’obbligatorietà di test per i passeggeri che arrivino senza certificato di vaccinazione o di negatività. Prima dell’imbarco su navi e aerei sarà necessario registrare sull’app “Sardegna Sicura” ma anche la documentazione che attesta «i requisiti previsti dal Dpcm del 2 marzo scorso per gli spostamenti dalle regioni di provenienza».

Se i documenti sono incompleti le compagnie aeree e marittime potranno vietare l’imbarco.

Sicilia

Chi vuole recarsi in Sicilia dovrà aver effettuato un tampone 48 ore prima dell’arrivo. In caso contrario si può sbarcare, ma restando in quarantena.

Valle d’Aosta

In Valle d’Aosta l’ordinanza è chiara: «Sono vietati gli spostamenti in entrata per recarsi presso le proprie abitazioni diverse da quella principale».

Alto Adige

Stessa cosa in Alto Adige, è vietato a chi non risiede in Provincia di Bolzano di raggiungere le seconde case, a meno che non vi siano comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità.

Liguria

La Liguria non si discosta dalle regole previste per il resto del Paese: sarà possibile raggiungere andare la seconda casa per il nucleo familiare convivente e soltanto se l’abitazione è disabitata.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie