Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Gestione del Debito / Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale?

Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale?

Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale? Quali sono le conseguenze del mancato preavviso dell'iscrizione al CRIF?

di Imma Duni

Febbraio 2023

Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale? Quali sono le conseguenze del mancato preavviso dell’iscrizione al CRIF? È legittimo? Cosa può fare il cittadino? Scopri i dettagli nell’approfondimento (scopri le ultime notizie su mutui e prestiti. Leggi su Telegram tutte le news sulla finanza personale. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Indice

Segnalazione CRIF senza preavviso: è legale?

Molti cittadini scoprono di essere segnalati al CRIF solo quando richiedono un prestito bancario o ad una società finanziaria e quando la richiesta viene negata.

Come comportarsi quando l’iscrizione alla Banca dati avviene senza preavviso? È legale?

Prima di tutto, se hai dei dubbi di essere iscritto al CRIF, in questo articolo troverai tutti i dettagli per comprendere come effettuare una visura e ottenere tutte le informazioni necessarie.

Non tutti coloro che vengono iscritti al CRIF sono cattivi pagatori, ma solo coloro i quali hanno un’affidabilità e una solvibilità bassa a causa del loro passato creditizio.

Questo significa che se si sono avuti dei ritardi nel pagare alcune rate, oppure non si è rimborsato un prestito ricevuto da un istituto di credito o da una finanziaria, si rischierà di entrare a far parte della black list dei cattivi pagatori.

In un caso del genere, il rischio che correrà il cattivo pagatore sono importanti, esaminiamoli:

Cosa comporta il mancato preavviso? È legale?

Gli istituti di credito hanno sempre l’obbligo di avvertire l’interessato tramite lettera di preavviso.
Nel 2005 il Garante della Privacy ha emanato delle regole che riguardano proprio il dovere di informare il debitore di quello che gli sta per capitare.

Banche e finanziarie devono inviare il preavviso al debitore tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o PEC.

Questo è particolarmente importante perché l’onere di dimostrare l’avvenuto invio del preavviso grava interamente sulla banca o sulla finanziaria.

In assenza di preavviso, l’iscrizione al CRIF è da ritenersi illegittima ed è possibile chiederne la cancellazione proprio a causa del pregiudizio subìto.

Questo perché se ci fosse stato il preavviso, il debitore avrebbe potuto pagare il suo debito ed evitare l’iscrizione tra i cattivi pagatori.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulla finanza personale, la gestione del credito e dei debiti. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Debito Bancario

Segnalazione CRIF senza preavviso: cosa può fare il cittadino?

Quando la segnalazione CRIF è illegittima,la legge permette ai soggetti illegittimamente iscritti alla Centrale dei Rischi, di ricorrere d’urgenza al tribunale per essere tutelato e ricevere anche un risarcimento danni.

Quando si ha timore che sia stata fatta una iscrizione illegittima tra i cattivi pagatori del CRIF, si potrà richiedere una visura online.

Una volta presentato il caso in procura, grazie all’aiuto di un avvocato, toccherà al giudice accertare la responsabilità dell’istituto di credito o finanziario, fissando poi l’entità del risarcimento del danno in base al danno morale e patrimoniale.

Il giudice deciderà quale entità di colpa ha la banca o l’ente finanziario sulla segnalazione.

Scopri la pagina dedicata alla gestione dei debiti e a metodi per evitare il pignoramento.

Segnalazione CRIF senza preavviso, è legale?
Segnalazione CRIF senza preavviso, è legale? In foto un archivio di documenti.

Segnalazione CRIF senza preavviso: quando è illegittima?

Essere in ritardo nel pagamento delle rate di un prestito non porta necessariamente all’iscrizione nella black list dei cattivi pagatori.

Affinché la segnalazione come cattivo pagatore sia efficace, non deve riguardare una difficoltà finanziaria temporanea, ma una difficoltà durevole accertata tramite una valutazione da parte della banca che provi l’impossibilità per il debitore di assolvere al suo debito.

A volte, però, queste segnalazioni sono illegittime. Ma quando la segnalazione CRIF è illegittima?

Capita, per esempio, che la segnalazione come cattivo pagatore sia un metodo utilizzato dall’ente creditore per spaventare il debitore e farlo pagare nel più breve tempo possibile.
Questo modo di fare, però, è illegale e rende la segnalazione illegittima.

Il Tribunale di Milano nella sentenza del 12.03.2015, ha elencato le anomalie che identificano una segnalazione al CRIF come illegittima:

La segnalazione come cattivi pagatori al CRIF può rovinare la vita di una persona e di una società, ecco perché gli enti creditori non devono prenderla alla leggera. Deve essere fatta solo quando è strettamente necessario e, soprattutto quando è legittima.

Come fare una visura CRIF online in pochi minuti? Ecco i vari passaggi necessari:

La visura è completamente gratuita se sei una persona fisica, se invece sei una società o un ente (dunque una persona giuridica) dovrai pagare una piccola cifra dalle 4 alle 10 euro.

Abbiamo visto nei dettagli quando la segnalazione CRIF senza preavviso è illegittima e cosa può fare il debitore per difendersi.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su mutui, prestiti e risparmio personale:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp