Sei segnali per capire che il vostro bimbo non vede bene

1' di lettura

Sono sei i segnali che i genitori dovrebbero tener presente per capire se il loro bambino ha dei problemi alla vita. E nel caso rivolgersi a un esperto. Eccoli: sbatte frequentemente le palpebre, guarda spesso di traverso, aggrotta le sopracciglia, avvicina gli oggetti al volto per osservarli, lamenta prurito o bruciore agli occhi, accusa mal di testa dopo aver fatto un lavoro di precisione.

“La vista – dichiara Daniela Poletti, di OXO Italia – è un bene prezioso che deve essere tutelato, fin dai primi anni di vita. Se consideriamo che entro il 2050 si stima che la metà della popolazione mondiale sarà miope, capiamo quanto la prevenzione sia importante. Secondo alcuni dati, il 25% dei bambini in età scolare sarebbe affetto da un disturbo visivo che influisce sulla concentrazione, sulla capacità di lettura e di apprendimento. Sono diversi i fattori che potrebbero influenzare lo sviluppo di disordini visivi nei nostri ragazzi ed avere ricadute anche sul loro processo di apprendimento scolastico: possono esserci fattori comportamentali, posturali, ambientali, architettonici o di illuminazione”.

Di tutti i nostri sensi, la vista è probabilmente quello più sviluppato e più importante per il nostro benessere quotidiano e per lo svolgimento di qualsiasi attività giornaliera: l’83% delle informazioni che raccogliamo ogni giorno passa dai nostri occhi (solo il 3,5% dal tatto, ad esempio).

Vista e scrittura sono attività fortemente correlate. Dedicare loro la corretta attenzione può prevenire molti disturbi fisici e cognitivi ed accrescere al contempo autostima e capacità relazionali di bambini e adolescenti e dare maggiore libertà alle aree del cervello dove risiedono le chiavi per sviluppare creatività ed immaginazione.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!