Sidigas, sequestri De Cesare: ricorso dei Pm contro la decisione del gip

1' di lettura

La Procura di Avellino ha deciso di impugnare il provvedimento del gip, Marcello Rotondi, che ha applicato il sequestro di otto milioni ai beni di Gianandrea De Cesare.

Il magistrato aveva rigettato il resto del primo sequestro d’urgenza, disposto dalla Procura, riferito a oltre novanta milioni fra le due aziende riconducibili all’imprenditore napoletano, Sidigas.Spa e Sidigas.com.

Il ricorso verrà discusso, con ogni probabilità, a settembre. C’è infatti la sospensione feriale del tribunale del Riesame di Avellino.

Sidigas, ricorso della Procura

Il procuratore aggiunto, Vincenzo D’onofrio, e il sostituto, Vincenzo Russo, avevano applicato un primo sequestro d’urgenza da oltre 90 milioni. E ipotizzato reati tributari a carico di De Cesare, fra i quali un omesso versamento di Iva da oltre dieci milioni e proprio l‘auto-riciclaggio.

Il gip aveva confermato, come detto, il sequestro per otto milioni a carico di De Cesare, mentre erano state ritenute cessate le esigenze cautelari a carico di Sidigas.spa. L’azienda, intanto, ha richiesto di ricorrere al concordato in bianco per evitare una richiesta di fallimento della Procura e il tribunale ha nominato dei commissari per supervisionare l’operato della società. Il gip, nel suo provvedimento, ritiene proprio i commissari come garanti delle esigenze cautelari.

La Procura – con ogni probabilità – non condivide la ricostruzione, non ritenendo sovrapponibili i due procedimenti (quello fallimentare e quello penale). L’ultima parola spetterà ai giudici del Riesame.

Il ricorso di De Cesare

Magistrati che dovranno pronunciarsi anche sul ricorso presentato dai legali di De Cesare, Claudio Botti e Vittorio Bratti, contro il sequestro da otto milioni. La società ritiene, infatti, che il provvedimento sia sproporzionato e che non sia stato tenuto conto, fra le altre cose, dei crediti vantati dalle aziende di De Cesare.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie