Gravina: Serie C a 60 squadre finirà. Tornerà la Serie C2

Le parole del presidente della FIGC, Gabriele Gravina, in merito ad una Serie C a 60 squadre che molto probabilmente finirà.

President of the Italian Lega Pro, and only candidate for president of the Italian Football Federation, Gabriele Gravina delivers a speech during the elective assembly of the Italian Football Federation (FIGC) on October 22, 2018 at the Hilton hotel of Rome's Fiumicino airport. (Photo by Alberto PIZZOLI / AFP) (Photo credit should read ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)
1' di lettura

Anche il campionato di Lega Pro sta discutendo come proseguire dopo l’emergenza, con alcune modifiche che probabilmente verranno attuate non appena si potrà tornare a parlare di calcio giocato.

A parlarne è stato Gabriele Gravina. Il numero uno della FIGC ha detto in modo chiaro che la Serie C a 60 squadre è un format che non ha più ragione di esistere.

Queste le sue parole a Radio Cusano TV Italia: “Oggi la Serie C soffre parecchio e dobbiamo cogliere l’occasione per fare una rivoluzione culturale, un nuovo approccio nell’ambito della gestione. Le mie proposte le ho già avanzate, ci stiamo confrontando”, ha detto Gravina. “La Serie C a tre livelli non va più bene. Bisogna tornare ad un campionato di Serie C d’elite con 20 squadre e poi 40 altre società in una lega semi-professionistica. Per individuare le squadre che devono far parte di una C d’elite basta seguire la classifica, ci sono società che arrivano prima delle altre. Queste decisioni dipendono dalla Lega Pro, il presidente Ghirelli è già conoscenza questa proposta ed è favorevole, ma dipende dalle società”.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Hai qualcosa da segnalare? Clicca qui e scrivici su WhatsApp.