Serie C – Crollo di stranieri nei tesseramenti, ecco il perchè

lega pro serie c
2' di lettura

La Lega Pro, presieduta da Francesco Ghirelli, ha fatto della valorizzazione dei giovani il proprio punto di forza, introducendo premi economici ai club per il loro impiego. Al momento il terzo campionato professionistico d’Italia su 1643 tesserati totali, può contare 225 stranieri. Il dato rappresenta il 13,69% del totale. Quasi tutti i club dei tre gironi presentano una piccola percentuale di stranieri ad eccezione del Monza di Berlusconi, primo in classifica nel girone A con zero stranieri presenti in rosa, e il Pianese.

Le nazionalità più presenti in Serie C sono quella Senegalese ed Argentina con 19 giocatori totali nei tre gironi, segue il Brasile con 18 giocatori. Andando ad analizzare nello specifico i singoli gironi possiamo notare come il numero di stranieri cambi radicalmente. Nel girone A su 542 giocatori totali possiamo contare 56 stranieri; il girone B su 527 calciatori presenta 66 stranieri; al contrario, il girone C, su 574 tesserati c’è ne sono 103. Il dato del girone C presenta quasi il doppio di stranieri tra le fila delle società partecipanti al campionato.

Difficile poter far una considerazione in merito al dato degli stranieri nel girone C, che corrisponde al 17,94% dei calciatori totali. La nazionalità più diffusa sono quelle senegalesi (11) ed argentine (11) con 22 calciatori totali. I club che presentano più stranieri sono il Bisceglie, con 10 calciatori, seguite da Potenza, Rende ed Avellino a quota 9. Dato singolare dato che su 4 squadre citate, 3 sono in piena zona retrocessione (Bisceglie, Avellino, Rende).

Il girone B vede il Padova come il club con più stranieri, 8 in totale, nel girone. I calciatori stranieri rappresentano il 12,52% del totale con la nazionalità brasiliana che primeggia con 5 giocatori a parimerito con Marocco e Senegal.

Il girone A, capeggiato dal Monza di Berlusconi, vanta il numero più basso di stranieri presenti, corrispondente a solo il 10,33% della cifra totale, La Juventus Under 23 è la squadra con più stranieri, 10 in totale al contrario del Monza e la Pianese che non ne presentano tra le proprie fila.

I dati dell’attuale stagione presentano un drastico ridimensionamento dell’utilizzo degli stranieri tra le file delle società partecipanti. Un crollo del 32% sul totale nell’utilizzo di stranieri rispetto alla stagione 2018-19. Evidentemente, questo calo, è dovuto anche ai premi valorizzazioni introdotti dalla Lega che ha modificato l’utilizzo degli under ed over in campo, eliminando qualsiasi forma di obbligo sull’impiego dei tesserati.

Il girone A ha avuto un calo drastico sul profilo degli stranieri utilizzato, pari al 49,1% rispetto alla stagione passata (18-19) dove vennero impiegati 110 calciatori, di cui solo 24 stranieri presenti tra le fila della Juventus U23, alla prima esperienza tra i professionisti. Segue il girone C, con un calo pari al 25,9% del totale passando da 139 stranieri a 103 totali dell’attuale stagione. Il girone B è quello che ha avvertito la minore inversione di marcia, con un calo degli stranieri tesserati pari al 19,5%, passando da 82 stranieri a 66 attualmente in rosa tra le squadre del girone del centro Italia.

I dati sembrano dare ragione alle riforme di Ghirelli, intervenuto più volte sulla vicenda, volto a trasformare la Serie C nella fucina di talenti del domani per il calcio italiano.

Entra nel gruppo di WhatsApp e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!
Iscriviti al bot di Messenger e ricevi due volte al giorno - 13:30/20:30 - le notizie più importanti senza spam!