Cinema, ecco serie Tv e film cancellati per Covid. Tutte le cifre del disastro

Cinema, ecco le serie Tv e i film cancellati a causa del Covid-19. Tutti i soldi persi dalle grandi aziende di distribuzione, ma soprattutto le conseguenze per quell'universo di lavoratori che ruota intorno al mondo del cinema.

Il mondo del cinema soffre per la pandemia
Il mondo del cinema soffre per la pandemia
2' di lettura

Il cinema in ginocchio. Produzioni ferme e uscite rimandate. Crescono molto i servizi in streaming, ma bisogna riprendere a girare. Una crisi che investe tutti: disastri a sei zeri.

Cinema: i danni del Covid

A causa del Covid-19 l’industria cinematografica mondiale si è dovuta fermare. Da Hollywood a Cinecittà, nessuno è rimasto indenne. Produzioni ferme, e uscite di film rimandate a data da destinarsi. Cinema chiusi e festival posticipati.

Prima della pandemia, il mondo del cinema era già stato colpito dall’avanzata dei servizi di streaming. Come Netflix che ha guadagnato ben 16 milioni di abbonati solo nel primo trimestre del 2020.

Complice la pandemia, certo, ma neanche il colosso californiano è stato risparmiato. Decine di produzioni made in Netflix sono state bloccate a causa del lockdown.

Dal grande al piccolo schermo: miliardi in fumo

A perderci sono in molti. Secondo alcune stime, solo fino a marzo, tra gli studi di Hollywood e i cinema, negli Stati Uniti le perdite ammontavano a 7 miliardi. Ma non è tutto.

L’indotto dell’industria cinematografica è grande. C’è la produzione vera e propria, dove si girano i film e le serie TV, ma anche le sale cinematografiche, le professioni non artistiche legate al settore. Si impiegano indirettamente moltissime persone.

Va ricordato che, in larghissima parte, il mondo del cinema non è quello delle star di Hollywood. Gli stipendi sono molto bassi e i profitti più incerti.

Registi, macchinisti, cameraman, sceneggiatori, attori, doppiatori, truccatori, stuntman. Ci sono le produzione Italiane, ma anche quelle straniere che arricchiscono il paese.

Ci sono anche i ritorni in termini turistici. Infatti, i film hollywoodiani girati in Italia sono fonte forti guadagni. Ogni anno, il settore turistico beneficia anche di quella vetrina che non ci sarà per il prossimo anno.

Un settore intermittente e precario

Registi, macchinisti, cameraman, sceneggiatori, attori, doppiatori, truccatori, stuntman. Ci sono le produzione italiane, ma anche quelle straniere che arricchiscono il paese.

“Il settore italiano ha un volume della produzione superiore ad 1 miliardo di euro l’anno ed un livello di oltre 100mila occupati direttamente ed indirettamente”, afferma Giancarlo Leone, presidente di APA (Associazione Produttori Audiovisivi).

Ma non è tutto, ogni mese di fermo equivale a 100 milioni di danni. Per questo, i rappresentanti del settore si sono mossi per richiedere ammortizzatori sociali e maggiori tutele al Governo.

Serie Tv: c’è da attendere

La lista delle produzioni ferme è interminabile.

Slitta al 2022 Avatar 2 di James Cameron così come la prossima trilogia di Star Wars, rimandata a dicembre 2023.

Il gigante Paramount congela due attesi ritorni:

  • Top Gun: Maverick, revival del cult anni 80, che si sposta al prossimo luglio
  • A Quiete place 2 che slitta ad aprile

Con 40 produzioni ferme in Italia e decine in tutto il mondo. Lo stesso valer lo streaming: Strangers Things, The Handmaid’s Tale, Peany Blinders, The Witcher, Lucifer, Suburra e tanti altri ancora in sospeso.

Non resta che aspettare. Lo avrete capito, attesa è la parola d’ordine.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie