Serie TV: personaggi secondari che hanno rubato la scena

Serie TV: a volte il fascino del personaggi principale lascia il passo a quello della “spalla” che fa innamorare i fan. I nostri personaggi secondari preferiti.

serie tv personaggi secondari
A volte I fan riescono a ribaltare le leggi del piccolo schermo e così quei personaggi che gli autori avrebbero voluto farci vedere solo per qualche episodio finiscono per diventare le star dello show. Ecco qualche esempio.
7' di lettura

Difficile scrivere la ricetta perfetta per una serie tv di successo: a volte è la trama a rapire l’attenzione del pubblico, ne sono un esempio Twin Peaks, Fringe, Quantico. A volte, invece, sono i protagonisti carismatici a reggere l’impalcatura, come in Dottor House, Hannibal o Dexter solo per citarne qualcuno (e non a caso la serie tv in questo caso è intitolata al protagonista).

Altre ancora si deve tutto alle perfette dinamiche familiari o di gruppo, come vediamo accadere più spesso nelle comedy, pensiamo a Friends, How I Met Your Mother, Brooklyn-99.

(A questo link tutte le notizie sul mondo della televisione e del cinema e qui il gruppo facebook con tutte le news)

Ma c’è qualcosa di straordinario che avviene nei prodotti seriali, una “magia” – per così dire – che si realizza al momento della visione. E così, in qualche caso, i personaggi scritti come supporto per i protagonisti o come portavoce di colpi di scena diventano i preferiti del pubblico, ritagliandosi uno spazio nella narrazione che prima non esisteva.

Fonzie (Happy Days)

Sapevate che nel mondo delle serie tv esiste un effetto mediatico chiamato “sindrome di Fonzie? Arthur Herbert Fonzarelli, detto anche The Fonz, è l’emblema del personaggio secondario che diventa uno dei protagonisti quando il carisma dell’interprete e l’affetto del pubblico superano le aspettative. 

Il successo di Fonzie è dovuto a un mix di caratteristiche che lo hanno reso indimenticabile nella storia della serialità. Chi di noi non ricorda il pugno con cui faceva partire il jukebox o il suo famosissimo “eeeehi” con i pollici alzati? Giacca di pelle, motocicletta, capigliatura alla James Dean: c’era tutto il necessario per far impazzire il pubblico

Spock (Star Trek)

Era previsto che fosse presente solo nell’episodio pilota, dopo il quale non sarebbe sopravvissuto. Ma sappiamo tutti come è andata: Spock è il personaggio più amato dell’intera serie, quello con il più alto numero di fan club.

Dopo i deludenti risultati del pilot di Star Trek, la produzione richiese la cancellazione del personaggio, ma Roddenberry insistette affinché Spock fosse al fianco del capitano James T. Kirk… il resto è storia.

Dylan McKay (Beverly Hills 90210)

Concepito all’inizio come un personaggio “di sfondo” che avrebbe dovuto essere presente solo in pochi episodi, Dylan si trasforma in una delle colonne portanti della serie tv cult degli anni ‘90. 

È il migliore amico di Brandon e il grande amore di sua sorella Brenda. Il classico bello e dannato che nasconde un cuore d’oro. Interpretato da Luke Perry (scomparso lo scorso anno), Dylan McKay è uno degli esempi più noti tra i personaggi che hanno rubato il cuore del pubblico. 

Spike (Buffy l’ammazzavampiri)

Da vampiro che avrebbe dovuto essere sconfitto in breve tempo a risvolto tragico e romantico nella crescita di Buffy. Un caso molto simile a quello precedente, quello del personaggio di Spike. Nell’arco di pochissimi episodi nella seconda stagione ottenne una popolarità così vasta che gli autori decisero di trasformarlo in una presenza regolare nello show. 

Barney Stinson (How I Met Your Mother)

Inutile negarlo, in una dinamica di gruppo come quella che vediamo in How I Met Your Mother scegliere un personaggio preferito può rivelarsi difficile. Eppure Barney ha saputo compiere la magia e diventare leggen… non vi muovete… dario.

La fortuna di questo personaggio deve tantissimo al talento dell’attore Neil Patrick Harris, alla sua mimica facciale e a quel suo appeal che ha bucato lo schermo fino alla fine della serie tv. Nonostante faccia parte del gruppo di amici di Ted, protagonista e voce narrante dello show, Barney è diventato un elemento imprescindibile di How I Met Your Mother. A detta degli stessi autori della serie, è proprio lui la ragione di tanto successo della serie tv.

Klaus (The Vampire Diaries)

Ecco un altro esempio di un personaggio concepito come semplice antagonista che, per quanto sfaccettato, era destinato a perire per scopi di trama. Invece Klaus ammalia letteralmente il pubblico di The Vampire Diaries fino a diventare uno dei protagonisti della terza e della quarta stagione. 

Non ancora soddisfatti, gli appassionati hanno chiesto “ancora!” agli autori, al punto che è stato prodotto uno spinoff della serie tv dedicato ai vampiri originali (The Originals, appunto), che lo vede tra i protagonisti.

Castiel (Supernatural)

Entra in scena nella quarta stagione con un ingresso che, per gli appassionati, resta indimenticabile. Un fienile disperso nel nulla viene travolto da tuoni e fulmini, si spalancano le porte ed entra lui. Trenchcoat alla Costantine, completo giacca e cravatta e “scarpe da notaio”. Mentre avanza, scoppi di lampadine e scariche elettriche. E una frase di presentazione che lascia sbigottito Dean Winchester come lo spettatore. 
Who are you?
Castiel, I’m an angel of the Lord.

Il personaggio avrebbe dovuto essere presente in soli sei episodi di quella stagione. Ma di settimana in settimana si è rivelata una presenza carismatica, capace di rimescolare le carte e incuriosire il pubblico all’inverosimile. A quel punto gli autori hanno fatto l’unica scelta possibile: renderlo un membro fisso del cast per il resto della lunghissima serie tv.

Ti può interessare anche:

Serie TV, errori assurdi: la tazza di Starbuck lì dentro…

Shock value e serie tv: il segreto di Game of Thrones

The Walking Dead: cosa sappiamo sugli spinoff

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie