Solofra, va in ospedale coi figli e sfascia arredi del pronto soccorso

1' di lettura

Paura al pronto soccorso di Solofra. Un 47enne di Cesinali ha sfasciato gli arredi del reparto. Stando a una prima ricostruzione, l’indagato era in ospedale con i due figli. A uno dei due, che aveva vomito e nausea, il personale medico aveva già applicato una flebo. Quando il padre ha dato in escandescenze. Ora saranno i carabinieri a dover ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio. Non si registrano, per fortuna, feriti.

Le indagini

L’uomo ha riportato una lieve ferita a una mano. Ha sfasciato porte e vetrine del pronto soccorso. Un raptus che poteva causare anche guai peggiori. Per fortuna è stato calmato. Proprio con dei pezzi di vetro avrebbe finito per ferirsi. Gli accertamenti partiranno dalle testimonianze del personale medico e poi dalle telecamere dell’ospedale. Comunque, stando ad alcune testimonianze raccolte, l’uomo già in passato avrebbe manifestato il suo malessere. Disagi psichici che potrebbero spiegare l’episodio di oggi pomeriggio. Una consulenza, alla quale il 47enne è stato sottoposto, fa riferimento a una crisi isterica.

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie