Si può licenziare un lavoratore invalido?

Si può licenziare un lavoratore invalido? Vediamo se e quando un datore di lavoro può licenziare un dipendente invalido a causa della sua disabilità. Le sentenze della Cassazione, il ruolo del medico aziendale, la non idoneità parziale o totale, la possibilità di ricorrere al giudice.

6' di lettura

Si può licenziare un lavoratore invalido? Ci chiediamo in questo articolo se e quando un lavoratore invalido può essere licenziato anche a causa della sua menomazione. (scopri le ultime notizie su bonus, Rem, Rdc e assegno unico. Leggi su Telegram tutte le news su Invalidità e Legge 104. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro e informati sui diritti delle persone invalide e la Legge 104

Esiste, come abbiamo visto, il collocamento mirato, che dovrebbe garantire l’assunzione di lavoratori con disabilità. Ma cosa succede se il lavoratore disabile, e con una invalidità riconosciuta, viene licenziato dal suo datore di lavoro? Ovvero: può essere mandato via, ci sono dei limiti?

Vediamo insieme.

Le ultime notizie su invalidità civile, legge 104, bonus e agevolazioni

Sulla questione sono state emesse diverse sentenze dalla Cassazione, due in particolare chiariscono il punto e definiscono quando e come si può licenziare un lavoratore disabile.

Si può licenziare un lavoratore invalido: pericolo per sé e gli altri

In una sentenza, un lavoratore invalido, assunto dalla lista del collocamento mirato, può essere legittimamente licenziato solo se ha perso completamente la capacità di lavorare. E quindi può creare delle situazioni che possono essere pericolose per la salute e l’incolumità sua e dei colleghi o per la stessa sicurezza dell’azienda dove opera.

Aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 o a quello di WhatsApp ed Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook.

Si può licenziare un lavoratore invalido: riduzione parziale

Quando invece la capacità di lavoro della persona con invalidità ha subito solo una riduzione parziale la situazione diventa un po’ più complessa.

E infatti il datore di lavoro prima di poter licenziare il dipendente con disabilità ha il dovere di verificare:

  • se è possibile utilizzare il lavoratore in mansioni diverse, che sono più adatte alle sue condizioni di salute. Questa possibilità si può però concretizzare solo in questi casi:
    • se ci sono delle mansioni libere (dove cioè non ci sono già altri dipendenti impegnati);
    • se il lavoratore possiede la formazione necessaria e la volontà per svolgere quelle mansioni diverse;
    • se questo riadattamento non comporti anche un cambiamento completo nell’organizzazione aziendale, cosa che in genere non può spettare a un’impresa per tutelare un solo posto di lavoro.

Tutte le tabelle sull’invalidità civile suddivise per patologie con le relative percdentuali

Si può licenziare un lavoratore invalido: Cassazione

La Cassazione ha annullato dei licenziamenti di persone con disabilità perché il datore di lavoro non avrebbe accertato se per il dipendente che ha manifestato una non idoneità fisica ci fosse la possibilità di svolgere altre e più adatte mansioni. Ovviamente dello stesso livello e che non causassero dei rischi per se stesso, i colleghi e gli impianti dell’impresa.

Ma non solo, l’Alta Corte ha bocciato i licenziamenti anche per un altro motivo: quando il datore di lavoro non aveva neppure verificato se, con una piccola modifica strutturale o organizzativa, era possibile ricreare per il dipendente con disabilità un ambiente compatibile a svolgere le sue mansioni.

Si può licenziare un lavoratore invalido: illegittimo

Se ne deduce che il licenziamento di un lavoratore con disabilità non è legittimo se il datore di lavoro non ha messo in moto delle soluzioni (possibili) per permettere alla persona con disabilità di continuare la sua attività.

Elenco delle agevolazioni previste in base alla percentuale di invalidità riconosciuta

Si può licenziare un lavoratore invalido: medico aziendale

Ovviamente c’è qualcuno che decide se la persona con invalidità ha perso completamente la sua capacità di lavorare. Non può essere una semplice decisione del datore di lavoro.

Ogni impresa incarica un medico (specialista in medicina del lavoro) che ricopre appunto il ruolo e di medico aziendale.

Sarà lui a stilare per ogni lavoratore una cartella sanitaria e di rischio. In quella documentazione saranno inserite:

  • l’esito delle visite a cui ha sottoposto il dipendente;
  • gli esami e le analisi;
  • i giudizi di idoneità alle mansioni.

Si può licenziare un lavoratore invalido: temporanea e permanente

Sarà proprio il medico azienda a riferire sulle capacità di lavoro del dipendente e a stabilire se c’è una non idoneità parziale o totale.

A sua volta il giudizio di non idoneità (parziale o assoluto) può essere:

temporaneo: sele condizioni di salute del dipendente che non consentono di svolgere del tutto o in parte le sue mansioni fossero solo passeggere. Quando è così si fissa una nuova visita dopo un determinato periodo di tempo per verificare se ci sono stati dei miglioramenti;

permanente: in questo caso, come è facile immaginare, le condizioni di salute non sono suscettibili di miglioramento e quindi la non idoneità resterà tale. In questi casi il lavoratore può fare ricorso a una commissione medica dell’Asl, che effettuerà una nuova visita.

Si può licenziare un lavoratore invalido: commissione medica

Se la Commissione medica, a sua volta, ritiene che sia ancora possibile utilizzare per alcune mansioni il lavoratore, il datore di lavoro non può procedere con il licenziamento.

Il parere della Commissione medica è vincolante e il datore di lavoro ha l’obbligo di rispettarlo.

Questo parere, così come quello del medico aziendale, non incide invece sulla decisione del giudice che, per accertare lo stato fisico di un lavoratore, può incaricare un Ctu e valutare in base alle conclusioni del suo esperto.

Si può licenziare un lavoratore invalido: tutela

Sempre la Cassazione ha stabilito – su questo punto – che la condizione di handicap del lavoratore dipendente deve essere tutelata e per questo il datore di lavoro deve garantire alla persona con disabilità la piena partecipazione alla vita professionale dell’azienda. In particolare devono essere assicurate le condizioni di uguaglianza rispetto agli altri dipendenti pienamente idonei.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti su invalidità civile e Legge 104:

Entra nei gruppi offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su YouTube | Google | Gruppo Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie