Privacy
×
The wam
×
icona-ricerca
Home / Pensioni » Pignoramento / Si può pignorare la pensione di reversibilità?

Si può pignorare la pensione di reversibilità?

Si può pignorare la pensione di reversibilità o questo trattamento riservato agli eredi non può essere aggredito dai creditori?

di The Wam

Marzo 2023

Si può pignorare la pensione di reversibilità o questo trattamento riservato agli eredi non può essere aggredito dai creditori? (scopri le ultime notizie e poi leggi su Telegram tutte le news sulle pensioni e sulla previdenza. Ricevi ogni giorno sul cellulare gli ultimi aggiornamenti su bonus, lavoro e finanza personale: entra nel gruppo WhatsApp, nel gruppo Telegram e nel gruppo Facebook. Scrivi su Instagram tutte le tue domande. Guarda le video guide gratuite sui bonus sul canale Youtube. Per continuare a leggere l’articolo da telefonino tocca su «Continua a leggere» dopo l’immagine di seguito).

INDICE

Ricevi tutte le news sempre aggiornate su bonus e lavoro.

Come sapete molte tipologie di trattamenti pensionistici sono pignorabili (a partire da quello di vecchiaia). Molto dipende anche dall’importo dell’assegno e dai limiti che sono stati imposti dalla legge per attivare una esecuzione coatta di recupero crediti (vedremo nel dettaglio). La modifica all’articolo 545 del Codice di procedura civile ha stabilito che le somme dovute a titolo di pensione non possono essere pignorate per una cifra che corrisponde alla somma massima dell’assegno sociale, aumentato della metà.

Scopri la pagina dedicata a tutti i tipi di pensioni, sociali e previdenziali.

La pensione di reversibilità è dunque pignorabile. Ma vediamo quali sono i limiti, le norme, le procedure.

Su questo argomento potrebbe interessarti un post che spiega come funziona la riduzione della pensione di reversibilità; in un articolo verifichiamo come funziona la domanda veloce per la reversibilità; e infine abbiamo visto come si calcola (con esempi) l’ammontare della pensione di reversibilità.

Si può pignorare la pensione di reversibilità? Limiti

Per la pensione di reversibilità sono quindi valide le stesse norme che regolano il pignoramento delle pensioni dirette. Ovvero: gli assegni pensionistici possono essere pignorati fino a un quinto del loro ammontare, per ogni credito.

C’è anche un altro limite: al pensionato deve comunque restare, come abbiamo visto, il minimo vitale pensionabile (l’assegno sociale mensile aumentato della metà).

Qualche esempio pratico per essere più chiari:

l’assegno sociale per il 2023 è di 503,26 euro, se lo aumentiamo della metà, arriva a 754,89 euro.

Ora, mettiamo che il pensionato percepisca 1.500 euro. Secondo la norma potrà essere pignorato un quinto della differenza tra 1.500 e 754,89 euro. E cioè: un quinto di 745,11 euro, 149,022 euro.

Quella sarà la cifra che un creditore può pignorare a un pensionato che riceve 1.500 euro al mese di pensione.

Aggiungiti al gruppo Telegram sulle pensioni e sulle notizie legate al mondo della previdenza. Entra nella community di TheWam e ricevi tutte le news su WhatsApp, Telegram e Facebook. Scopri le ultime offerte di lavoro sempre aggiornate nella tua zona.

Si può pignorare la pensione di reversibilità? Dove

La pensione può essere pignorata direttamente all’INPS (o in qualsiasi altra cassa previdenziale). Ma il prelievo forzato può avvenire anche in banca o alle Poste se l’assegno è già stato accreditato.

Per i pignoramenti sul conto corrente c’è da fare una distinzione:

C’è da ricordare che la base pignorabile della pensione deve essere calcolata rispetto al netto percepito dal pensionato e non sul lordo.

Si può pignorare la pensione di reversibilità? Sì

La pensione di reversibilità rientra dunque tra quelle che sono soggette a pignoramento (non è un sussidio alimentare per poveri e neppure un credito alimentare). Eventuali debiti, che derivano dal titolare defunto della pensione diretta (o dal lavoratore), possono essere eliminati rinunciando all’eredità. Questa operazione consente di continuare a ricevere per intero la pensione di reversibilità, eliminando (a causa della rinuncia) i debiti che sono ricaduti sull’erede (quelli che hanno poi portato alla procedura di pignoramento).

E quindi: chi rinuncia all’eredità continuerà a ricevere la pensione di reversibilità e non si subentra nell’obbligo di pagare i creditori del pensionato deceduto.

Il motivo? La pensione di reversibilità non è successoria, significa che spetta anche se si rinuncia all’eredità.

Si può pignorare la pensione di reversibilità?
Si può pignorare la pensione di reversibilità?

Si può pignorare la pensione di reversibilità? Più pensioni

Se il pensionato riceve più trattamenti pensionistici (come la pensione di reversibilità e la pensione di invalidità), cosa succede in caso di pignoramento?

Le due o più pensioni possono essere ovviamente pignorate. Ma i criteri imposti dalla legge sono gli stessi che sono validi per il pignoramento di un singolo trattamento pensionistico.

Ci sarà sempre il calcolo del minimo vitale, ma dovrà essere effettuato sulla base dell’importo complessivo dei due o più trattamenti percepiti.

Ribadiamo dunque, che la pensione di reversibilità è pignorabile al pari di tutte le altre pensioni erogate ai cittadini, ma secondo dei rigidi paletti imposti dalla legge. 

C’è da aggiungere che non sono pignorabili tutte le pensioni che hanno importi al di sotto dei 1.000 euro. Rientrano in questa fattispecie:

Ovviamente le somme che eccedono i 1.000 euro di queste prestazioni sono comunque pignorabili. Ma sempre con il calcolo del quinto che abbiamo riportato nei paragrafi precedenti.

Ricordiamo che gli altri trattamenti che non possono essere mai aggrediti dai creditori sono:

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulle pensioni:

Entra nel gruppo WhatsApp e Telegram

Canale Telegram

Gruppo WhatsApp