Sicurezza Tribunale, se l’ordine degli avvocati resta al palo…

Avvocati Avellino, premio per 40, 50, 60 e 70 anni di toga: nomi
2' di lettura

Sicurezza tribunale di Avellino, fa discutere la decisione del Consiglio dell’Ordine degli avvocati irpini di non sottoscrivere il documento proposto dalla Camera penale avellinese, già firmato da altri enti di rappresentanza dell’avvocatura (fra i quali l’Aiga, il Movimento Forense, la Camera Civile). Nel quale si annunciava lo stato di agitazione in attesa di risposte degli enti preposti sul tema sicurezza, “pena” procedere con delle astensioni a oltranza.

Nella delibera relativa all’incontro che si è tenuto il 20 marzo, emergono le ragioni che hanno spinto l’ordine, presieduto dall’avvocato Fabio Benigni, a questa decisione.

Sicurezza tribunale Avellino: “Camera Penale, iniziativa lodevole, ma…”

Prima si definisce l’iniziativa della Camera Penale “coerente con le esigenze dell’avvocatura”, e si elencano le attività portate avanti dall’ordine rispetto al tema della sicurezza del palazzo di giustizia, ma alla fine si decide, pilatescamente, di non sottoscrivere il documento, annunciando un generico “ultimo appello” agli Enti coinvolti nei problemi dell’edilizia giudiziaria locale.

Se davvero si condividono le esigenze, perché scegliere questa strada? E non dimostrare la vicinanza ad altri enti di rappresentanza, così da amplificare le voci del dissenso?

Quasi un paradosso: siamo d’accordo che il tribunale è pericoloso, ma nel contempo decidiamo di non sovraesporci. Se, infatti, è pur vero che l’Ordine degli Avvocati riassume una pluralità di protagonisti più complessa, rispetto ad associazioni di categoria, è altrettanto vero che tutte quelle pluralità hanno diritto a poter esercitare la propria professione in assoluta sicurezza. E senza che una minima parvenza di pericolo si addensi sulle loro teste. Purtroppo letteralmente. E quel diritto debbono pretenderlo con forza proprio gli organi chiamati a rappresentare quelle pluralità. Con più di semplici annunci e appelli.

Tribunale di Avellino, non si può più aspettere

E’ infatti pacifico, come emerso da diverse relazioni, che il tribunale di Avellino abbia numerose criticità relative all’impianto elettrico non a norma e alla necessità di interventi di adeguamento sismico e antincendio. E altrettanto chiaro appare il rimpallo di responsabilità fra Comune e Provveditorato alle Opere Pubbliche che ha finito per far arenare il progetto di messa in sicurezza. Un quadro desolante che richiede una presa di posizione coesa da parte di tutti i protagonisti della vita del palazzo di giustizia, che hanno il dovere di pretendere una risposta dagli enti che quella risposta sono tenuti a darla. Ci sono momenti in cui, infatti, restare in mezzo al guado è impensabile. E l’unica decisione inammissibile è scegliere di non scegliere, restando fermi al palo.

Gruppo WhatsApp offerte di lavoro, bonus, concorsi e news

Ricevi ogni giorno gratis i migliori articoli su offerte di lavoro, bandi, bonus, agevolazioni e attualità. Scegli il gruppo che ti interessa:

  1. Telegram - Gruppo esclusivo

  2. WhatsApp - Gruppo base

Seguici anche su Google | Facebook | Instagram



Come funzionano i gruppi?
  1. Due volte al giorno (dopo pranzo e dopo cena) ricevi i link con le news più importanti

  2. Niente spam o pubblicità

  3. Puoi uscire in qualsiasi momento: la procedura verrà inviata ogni giorno sul gruppo

  4. Non è possibile inviare messaggi sul gruppo o agli amministratori

  5. Il tuo numero di cellulare sarà utilizzato solo per inviarti notizie